Alonso si diverte con la NASCAR, ma i tempi di Jimmie Johnson sulla McLaren F1 lo impressionano

condivisioni
commenti
Alonso si diverte con la NASCAR, ma i tempi di Jimmie Johnson sulla McLaren F1 lo impressionano
Pablo Elizalde
Di: Pablo Elizalde
Co-autore: Jonathan Noble
Tradotto da: Matteo Nugnes
26 nov 2018, 17:13

Fernando Alonso ha detto di essere rimasto molto impressionato dalle prestazioni ottenute dalla stella della NASCAR Jimmie Johnson al volante della McLaren di Formula 1 nel test "scambio" che hanno fatto oggi in Bahrain.

Il due volte campione del mondo di Formula 1 si è messo al volante della Chevrolet della NASCAR Cup di Johnson, mentre lo statunitense ha avuto l'opportunità di guidare la McLaren MP4-28 del 2013, alimentata con il motore V8 Mercedes.

Inizialmente Alonso ha guidato la vettura di Formula 1 per alcuni giri, impostando un tempo di riferimento di 1'40"204 prima di salire su quella della NASCAR.

Johnson si è difeso molto bene, riuscendo a scendere a 1'40"462 nell'arco dei suoi run, quindi a poco più di due decimi rispetto al crono migliore dello spagnolo.

"Impressionante" ha detto Alonso della performance di Johnson. "Ha migliorato davvero tanto i suoi tempi ad ogni uscita".

"A volte quando mette le gomme nuove su queste vetture per la prima volta, non sei in grado di tirare fuori l'extra-grip... Ma è stato in grado di capire anche questa cosa e sono rimasto molto colpito da questo".

"Ha preso molto sul serio questo test".

"Siamo venuti qui per una giornata di test. Io ho messo quattro set di gomme e lui invece ne ha usati tre o quattro. Ci siamo scambiati le macchine, ci siamo divertiti, ma volevamo che fosse anche una prova rappresentativa di quello che si prova normalmente al volante di queste vetture" ha aggiunto.

Alonso, che ieri ha disputato la sua ultima gara di Formula 1 ad Abu Dhabi, ha detto che stare al volante della Chevrolet della NASCAR è stato un po' come tornare indietro nel tempo.

"Sapevo che si trattava di vetture molto essenziali in termini di tecnologia" ha detto lo spagnolo. "L'ultima volta che ho corso con un cambio ad H era stato nel 1999 (in Euro Open by Nissan), quindi è stato come tornare molto indietro nel tempo".

"La macchina è molto potente per la quantità di grip disponibile, quindi ti diverti, forse con le altre auto in pista è diverso, ma sicuramente è stato molto divertente".

Leggi anche:

Il sette volte campione della NASCAR, che non aveva mai guidato una monoposto su un circuito stradale, ha ammesso di essere stato sorpreso dalla velocità delle monoposto di Formula 1.

"La sensazione di velocità è stata strabiliante" ha detto.

"Alla prima uscita, mi sembrava letteralmente che il casco venisse via dalla mia testa. Mi sono ritrovato con il microfono davanti alla faccia: a quel punto non volevo tornare ai box, ma ho capito che dovevo".

"Quando poi ho tenuto il casco più sotto controllo, ho iniziato a concentrare i miei occhi sulla pista e sul cercare di affrontare bene le curve".

"Alla fine ho smesso di concentrarmi sui punti di frenata e sono stato in grado di pensare più ai punti di corda. Quello mi ha aiutato a capire meglio anche dove frenare e sono riuscito a fare alcuni giri buoni".

Johnson poi ha ammesso che, nonostante la natura divertente dello scambio, ci ha provato il più duramente possibile, e credo che sia stata un'esperienza migliore per lui che per Alonso.

"Non sapevo quanto mi sarei avvicinato" ha detto. "Il pilota in me ovviamente era molto concentrato e mi stavo chiedendo: 'Che tempi ha fatto lui? Posso guardare i suoi dati e provare a replicarlo?'".

"Lui ha avuto la stessa opportunità con la mia macchina, ma alla fine penso di aver avuto un'esperienza di scambio migliore io rispetto a quella che ha avuto lui".

Prossimo Articolo
Ufficiale: Alexander Albon è il nuovo pilota titolare della Toro Rosso per il 2019

Articolo precedente

Ufficiale: Alexander Albon è il nuovo pilota titolare della Toro Rosso per il 2019

Prossimo Articolo

Motorsport Report Abu Dhabi: quanto perde la F1 con il ritiro di Fernando Alonso?

Motorsport Report Abu Dhabi: quanto perde la F1 con il ritiro di Fernando Alonso?
Carica commenti