Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
116 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
144 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
151 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
165 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
200 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
207 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
221 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
235 giorni

Alonso: "Festeggiare il 13° posto? Mai, io voglio vincere"

condivisioni
commenti
Alonso: "Festeggiare il 13° posto? Mai, io voglio vincere"
Di:
25 mar 2017, 10:34

Lo spagnolo è riuscito a portare la McLaren in Q2 nelle qualifiche australiane, ma è tutt'altro che soddisfatto del rendimento della sua vettura. Inoltre Vandoorne continua a riportare problemi tecnici.

Il tredicesimo posto nelle qualifiche di Melbourne non soddisfa certamente Fernando Alonso.

Nonostante le grandissime difficoltà mostrate dalla McLaren-Honda, lo spagnolo ha compiuto il miracolo di portare la sua vettura in Q2, ma questo risultato è ben altro rispetto a quanto vorrebbe.

"Penso di aver tirato fuori il massimo dall'auto e di questo sono contento, ma festeggiare il 13° posto non mi sembra proprio il caso - ha commentato il pilota di Oviedo - Non eravamo sicuri di quanto saremmo potuti essere competitivi e dell'affidabilità della macchina, ma fortunatamente non ci sono stati grandi problemi".

"Fra poche gare sapremo a che livello siamo, ma la strada da fare è ancora lunga. I problemi avuti a Barcellona ci hanno rallentato molto, stiamo ancora cercando di sistemarla e oggi sono riuscito a farla rendere per quella che è".

"Quest'anno ci sarà da lavorare molto di più delle stagioni passate, sono venuto qui prima degli altri proprio per farlo e oggi sono 1" davanti al mio compagno di squadra. Per ora in questo weekend è andato tutto bene, ma la cosa triste è che siamo solo tredicesimi".

Alonso si aspetta una lunga battaglia per la gara, ma non per ciò che vorrebbe realmente.

"Prendere 1, 2 o 5 punti per me non fa differenza, quello che voglio è lottare per il podio e vincere, cosa che al momento non sono in grado di fare. Domani darò il massimo, ma dobbiamo sperare che i nostri avversari abbiano problemi perché non ci stiamo meritando affatto la zona punti oggi".

Il suo compagno di squadra Stoffel Vandoorne è invece rimasto fuori dalla seconda manche, non andando oltre il 18° crono in Q1 nella quale è riuscito a fare sei giri.

"Sapevamo che ci aspettava un weekend difficile e le cose non sono cambiate molto - ha detto l'olandese - La meccanica fa parte di questo sport e al momento abbiamo problemi. Peccato, speriamo di poter fare meglio la prossima volta".

"E' difficile parlare di strategie per la gara, decideremo tutto in serata, ma non credo che ci saranno molte opzioni. Probabilmente faremo una sola sosta, come la maggior parte degli altri. La pioggia potrebbe rimescolare le carte, ovviamente, vedremo".

Anche a Melbourne i tanti (ormai forse troppi) guai non sono mancati ai box.

"C'è stato un problema di pressione all'impianto della benzina all'inizio delle prove; non avevo potenza e ho dovuto abortire un paio di giri. Dopo le FP3 ero un po' più fiducioso, tutto stava andando bene. Poi c'è stato questo guaio e il tempo a disposizione stava scadendo; fare il giro veloce in un solo tentativo non è mai semplice".

"E' stata una corsa contro il tempo, ma temo che i problemi non si siano risolti del tutto. In pratica sono sceso in pista senza aver avuto modo di provare. Fernando è riuscito ad arrivare in Q2, io ci ho provato, ma senza successo".

Vandoorne prova però a vedere il lato positivo della situazione, che al momento appare al limite dell'assurdo.

"Mi trovo bene con l'auto e spero di poter migliorare domani. Inoltre sono stati fatti passi avanti, con tutto ciò possiamo spingere e cercare il limite. Secondo me stiamo andando nella giusta direzione, anche se la strada è ancora lunghissima. La speranza è di poter fare una gara priva di problemi. Non voglio pormi obiettivi, l'unica cosa da fare è cercare di migliorare settimana dopo settimana".

Prossimo Articolo
Sainz e Kvyat in Top10: "Brava Toro Rosso, ma possiamo crescere ancora"

Articolo precedente

Sainz e Kvyat in Top10: "Brava Toro Rosso, ma possiamo crescere ancora"

Prossimo Articolo

Giovinazzi: "Questa mattina ho trovato un sms che avrei corso!"

Giovinazzi: "Questa mattina ho trovato un sms che avrei corso!"
Carica commenti