Alonso diventa ambasciatore McLaren: ora è ufficiale che farà ancora dei test di F1

condivisioni
commenti
Alonso diventa ambasciatore McLaren: ora è ufficiale che farà ancora dei test di F1
Di:
27 feb 2019, 11:13

Fernando Alonso proverà la McLaren MCL34 di Formula 1 in questa stagione come parte del suo nuovo ruolo di ambasciatore della squadra di Woking, nonostante abbia deciso di non prendere parte alla stagione 2019.

Il due volte campione del mondo è tornato alla McLaren nel 2015, ma ha scelto di lasciare la Formula 1 alla fine del 2018 dopo diversi anni alle prese con monoposto poco competitive, manifestando anche la sua voglia di correre altrove.

Alonso era già stato confermato dalla McLaren per la 500 Miglia di Indianapolis di quest'anno, ma ora è stato confermato anche il suo coinvolgimento nei programmi di test della squadra di Formula 1, come si vociferava ormai da tempo.

La McLaren ha confermato che si calerà nell'abitacolo in occasione di test selezionati per supportare lo sviluppo della MCL34 e della MCL35 che scenderà in pista nel 2020.

La McLaren avrà a disposizione quattro giornate di test ufficiali nel corso della stagione, due delle quali dovranno essere completate da un rookie che non abbia disputato più di due Gran Premi, ma l'asturiano sarebbe libero di guidare negli altri due.

Il team inoltre ha spiegato che Alonso avrà il ruolo di consigliere per i piloti e gli ingegneri, come parte del suo accordo di ambasciatore ad ampio raggio.

"Prima di smettere di correre in Formula 1, ho detto che mi vedo con la McLaren ancora per molto tempo a venire, quindi sono contento di questo nuovo ruolo e della possibilità di rimanere a stretto contatto con il team che ritengo la mia casa spirituale" ha detto Alonso.

"Naturalmente a maggio abbiamo la 500 Miglia di Indianapolis e non vedo l'ora, ma questo è solo l'inizio di molte cose che possiamo fare insieme".

"Sono particolarmente appassionato all'idea di coltivare giovani talenti, aiutando la nuova generazione di piloti della McLaren in Formula 1 a sbloccare tutto il loro potenziale".

"Questo è importante sia per la squadra che per me, quindi sarà una parte particolarmente gratificante del mio ruolo".

Alonso ha un programma di corse piuttosto articolato accanto al suo ruolo in F1 con la McLaren e punta a vincere la 500 Miglia di Indianapolis per completare la tripla corona del motorsport.

Non bisogna dimenticare poi che al momento comanda anche la classifica del FIA WEC 2018/2019 con la Toyota, dopo aver vinto la 24 Ore di Le Mans dello scorso anno.

Inoltre il mese scorso si è imposto anche alla 24 Ore di Daytona con la Cadillac della Wayne Taylor Racing, che ha diviso con Kamui Kobayashi, Renger van der Zande e Jordan Taylor.

Tuttavia, Fernando non è il primo pilota a diventare ambasciatore della McLaren. Prima di lui, infatti, lo è diventato il due volte campione del mondo Mika Hakkinen.

"Per qualsiasi team, avere a disposizione un pilota di classe come Fernando che offre il suo supporto e la sua esperienza è un valore enorme" ha dichiarato Zak Brown, CEO di McLaren Racing.

"Le sue intuizioni e la sua prospettiva saranno apprezzate sia dai nostri piloti che dai nostri ingegneri, mentre la sua caratura rimane molto attraente per i nostri partner e per i nostri fan" ha aggiunto.

Prossimo Articolo
Paura Ferrari: Vettel esce di pista e sbatte per un cedimento alla curva 3

Articolo precedente

Paura Ferrari: Vettel esce di pista e sbatte per un cedimento alla curva 3

Prossimo Articolo

Crash Ferrari: dopo l'incidente di Vettel la SF90 potrebbe non tornare in pista

Crash Ferrari: dopo l'incidente di Vettel la SF90 potrebbe non tornare in pista
Carica commenti
Be first to get
breaking news