Alonso: "Abbiamo capito gli errori sulla McLaren del 2018, il prossimo anno il team sarà competitivo"

condivisioni
commenti
Alonso:
Scott Mitchell
Di: Scott Mitchell
22 dic 2018, 13:41

Lo spagnolo ha chiuso la sua avventura in Formula 1 lottando nelle retrovie con una vettura complicata. Alonso ha dichiarato come il team abbia compreso i problemi ed è certo che la prossima stagione tornerà competitivo.

Fernando Alonso ha deciso di abbandonare la Formula 1 dopo aver trascorso un’altra stagione con la McLaren lottando per le posizioni di rincalzo e dopo aver concluso la sua quadriennale esperienza con il team inglese senza aver raccolto nemmeno un podio.

La McLaren ha concluso la sua peggiore stagione nella storia della Formula 1 a causa di problemi aerodinamici. La MCL33, infatti, ha accusato una eccesiva resistenza all’avanzamento senza riuscire a mantenere lo stesso livello di carico nelle curve.

Alonso ha affermato che le ragioni che hanno afflitto il team inglese in questa stagione rimarranno una questione privati, ma ha anche ammesso come si sia lavorato sul progetto in una determinata direzione che non ha dato i risultati sperati.

 Lo spagnolo ha poi aggiunto: “Abbiamo adottato alcuni compromessi ma le speranze di performance non sono mai arrivate. Credo che il prossimo anno la squadra farà tesoro di questa lezione e le cose andranno meglio”.

Come riportato da Motorsport.com, la McLaren ha identificato i problemi aerodinamici dopo la sosta estiva, ma era ormai troppo tardi per adottare un rimedio in questa stagione.

Nonostante ciò, nel corso dell’anno il team ha condotto numerosi esperimenti ed Alonso si è detto certo che nel 2019 la scuderia avrà tra le mani una vettura decisamente più competitiva.

“Dal mese di luglio abbiamo provato parti sperimentali per la prossima stagione. C’è molto ottimismo nel team per la direzione che è stata presa negli ultimi mesi”.

“Abbiamo compreso i problemi, sappiamo che il nostro telaio era competitivo, abbiamo i dati del GPS, e conosciamo la velocità nelle curve. Abbiamo capito perché abbiamo perso performance e sono certo che il team si troverà in una posizione migliore il prossimo anno”.

Prossimo Articolo
Horner: "La Red Bull ha avuto la vettura con il miglior telaio in F1 nel 2018"

Articolo precedente

Horner: "La Red Bull ha avuto la vettura con il miglior telaio in F1 nel 2018"

Prossimo Articolo

Sainz: "Quando lotti a centro gruppo serve anche la fortuna per andare a punti"

Sainz: "Quando lotti a centro gruppo serve anche la fortuna per andare a punti"
Carica commenti