Alfa Romeo, Giovinazzi: "Io so come si riprende dopo tanto tempo"

Il pilota pugliese dell'Alfa Romeo non è preoccupato dei tanti mesi intercorsi dall'ultima volta al volante di una monoposto di F1: "Non ho corso per 2 anni, quindi, semmai, cercherò di trasformarlo in un vantaggio".

Alfa Romeo, Giovinazzi: "Io so come si riprende dopo tanto tempo"

In questo fine settimana scatterà finalmente il Mondiale 2020 di Formula 1 con la prima delle due tappe previste sul tracciato del Red Bull Ring, con quasi 4 mesi di ritardo rispetto all'avvio originale che si sarebbe dovuto verificare all'Albert Park di Melbourne nel mese di marzo.

Nel periodo in cui il COVID-19 è stato più aggressivo i piloti hanno dovuto rimanere lontani dalle proprie monoposto dopo le due sessioni di test invernali andate in scena al Montmelo di Barcellona.

Antonio Giovinazzi si è tenuto in forma, in attesa della partenza della stagione e ha anche partecipato a diversi eventi Esport, tra cui la 24 Ore di Le Mans Virtual al volante di una Ferrari 488 GTE-Pro che ha condiviso con il collega della Ferrari Charles Leclerc e i due piloti simracer della Rossa: David Tonizza ed Enzo Bonito.

Per Giovinazzi è stato un modo per ingannare il tempo e attendere l'inizio delle ostilità reali, in una stagione che per lui vorrà dire tanto per il prosieguo della carriera. Inoltre, potrebbe anche avere il privilegio di correre in ben 3 gare sul suolo italiano: oltre alla già confermata Monza, a breve dovrebbe essere ufficializzato anche il Mugello come GP della Toscana, senza dimenticare che anche Imola è nella lista delle pretendenti per avere una gara di F1 in questa stagione così anomala.

Leggi anche:

"Questa settimana torniamo all'azione e non vedo l'ora di essere in macchina", ha dichiarato il pilota pugliese del team Alfa Romeo Racing Orlen. "Sono stati mesi molto cupi per tutti, e con la mia famiglia e tanti amici in Italia sono rimasto particolarmente colpito. Tornare a correre mi sembra un altro passo verso una sorta di normalità".

Per Antonio riprendere a correre in Formula 1 dopo tanto tempo non sarà certo una novità. Lui ha già vissuto una situazione anche più estrema dal 2017 al 2019, ossia il periodo di tempo che intercorse tra le prime due gare della carriera nel Circus iridato e la prima stagione completa con un team di F1, ossia quella dello scorso anno proprio con il team Alfa Romeo Racing Orlen.

"Sono curioso di vedere come andranno tutti in Austria e di vedere cosa succede con due gare nella stessa sede; è la prima volta per la Formula Uno, quindi sarà qualcosa a cui dovremo adattarci. Per quanto riguarda il fatto di essere arrugginito dopo tanti mesi di assenza, non sono preoccupato: Non ho corso per due anni tra il 2017 e il 2019, quindi, semmai, cercherò di trasformarlo in un vantaggio".

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
1/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
2/18

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
3/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
4/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
5/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
6/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
7/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo cammina sul tracciato con alcuni membri del team

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo cammina sul tracciato con alcuni membri del team
8/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
9/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
10/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
11/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
12/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
13/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
14/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
15/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
16/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
17/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
18/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes guarda anche a un programma spaziale

Articolo precedente

Mercedes guarda anche a un programma spaziale

Prossimo Articolo

F1 Stories: Jody Scheckter, l'ultimo prima di Schumacher

F1 Stories: Jody Scheckter, l'ultimo prima di Schumacher
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Piloti Antonio Giovinazzi
Team Alfa Romeo
Autore Giacomo Rauli
Video: C'era una volta Sebastian Vettel Prime

Video: C'era una volta Sebastian Vettel

Sebastian Vettel è alle prese con uno degli inizi di stagione più difficili della sua carriera di pilota. Zero punti all'attivo, difficoltà a raggiungere la Q3 ed errori pesanti ne potrebbero minare il prosieguo della carriera...

Podcast, Bobbi: "Non possiamo criticare chi ha sbagliato ieri" Prime

Podcast, Bobbi: "Non possiamo criticare chi ha sbagliato ieri"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna in compagnia di Marco Congiu e del due volte campione del mondo FIA GT e volto di Sky Sport F1 Matteo Bobbi. Max Verstappen conquista la vittoria davanti a Lewis Hamilton e alla McLaren di Lando Norris. Tanti gli errori, ma le condizioni del tracciato erano proibitive

Formula 1
19 apr 2021
Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?” Prime

Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?”

In compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, e dell'ex Team Principal di Formula 1, Gian Carlo Minardi, andiamo a dare i voti al Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna di F1

Formula 1
19 apr 2021
GP Imola: l'animazione grafica della gara Prime

GP Imola: l'animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere le emozioni del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna grazie alla nostra esclusiva animazione grafica della corsa

Formula 1
19 apr 2021
Podcast F1: Chinchero analizza il GP dell'Emilia Romagna di Imola Prime

Podcast F1: Chinchero analizza il GP dell'Emilia Romagna di Imola

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast il Gran Premio dell'Emilia Romagna, secondo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Formula 1
18 apr 2021
GP dell'Emilia Romagna: la Griglia di Partenza Prime

GP dell'Emilia Romagna: la Griglia di Partenza

Andiamo a scoprire la Griglia di Partenza del Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna, seconda prova del Campionato del Mondo 2021 di Formula 1

Formula 1
18 apr 2021
Podcast, Bobbi: "Perez il migliore nella qualifica di Imola" Prime

Podcast, Bobbi: "Perez il migliore nella qualifica di Imola"

Lewis Hamilton conquista la Pole Position numero 99 della carriera, ma a brillare è anche la stella del messicano Sergio Perez, che alla seconda gara in Red Bull riesce ad essere più concreto di Verstappen, terzo. Ad essere ampiamente analizzati sono i diversi stili di guida delle principali coppie piloti, i quali distacchi - Red Bull a parte - sono importanti nel sabato di Imola

Formula 1
17 apr 2021
Piola: "Mercedes in pole, ma la più veloce è la Red Bull" Prime

Piola: "Mercedes in pole, ma la più veloce è la Red Bull"

La qualifica del GP del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna viene conquistata da Lewis Hamilton e dalla Mercedes. Eppure, la Red Bull è teoricamente la vettura più veloce. Andiamo ad analizzare quanto visto nel sabato di Imola in compagnia di Franco Nugnes, direttore di Motorsport.com, e di Giorgio Piola.

Formula 1
17 apr 2021