Alexander Rossi spera ancora nella Manor

Il pilota statunitense, che nel 2015 ha esordito in Formula 1 con il team britannico, è in ballottaggio con Will Stevens, mentre calano le speranza di Rio Haryanto

I primi test in pista del Mondiale 2016 si avvicinano, e in casa Manor non è ancora stato deciso chi siederà sulla seconda monoposto al fianco di Pascal Wehrlein. In realtà anche il pilota tedesco non è stato ufficialmente confermato dalla squadra britannica, ma la sua presenza è data per certa anche da chi sta trattando con il team per aggiudicarsi il secondo sedile.

Un volante per il quale sono ancora in corsa almeno tre piloti, e che inizialmente vedeva nelle vesti di favorito l’indonesiano Rio Haryanto. Ma l’ex pilota GP2 ha visto un rallentamento delle trattative. Si ipotizza che il suo sponsor storico, l’azienda petrolifera di stato, abbia preso tempo a causa del calo mondiale del prezzo del greggio.

Una situazione che ha ridato speranza a Will Stevens e soprattutto ad Alexander Rossi. Lo statunitense nel 2015 debuttò con la Manor a Singapore, disputando complessivamente cinque Gran Premi in alternanza con Roberto Merhi.

"I colloqui proseguono quotidianamente – ha confermato Rossi – e credo che andranno avanti fino alla vigilia delle prove di Barcellona. Può essere stressante non conoscere gli esiti, ma è un aspetto di questo sport a cui mi sono abituato. Spero ovviamente che i tempi di attesa siano i più brevi possibili, e resto comunque fiducioso di poter avere la mia chance".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Alexander Rossi , Will Stevens , Rio Haryanto
Team Manor Racing
Articolo di tipo Ultime notizie