Alesi: "Il miglior modo di dire addio alla Ferrari"

Il test di ieri a Fiorano sulla SF71H, a 30 anni dal debutto in Rosso di papà Jean, è stato anche il saluto alla Ferrari del francese, che ora si dedicherà ad un programma di gare in Asia. Prima uscita anche per Armstrong, ma ad impressionare è stato Shwartzman.

Alesi: "Il miglior modo di dire addio alla Ferrari"

E' stato un debutto, ma anche un addio. Ieri Giuliano Alesi è salito su una Ferrari di Formula 1 a 30 anni da quando suo padre Jean è stato pilota del Cavallino per la prima volta. Il 22enne francese ha guidato una SF71H in un test organizzato dalla FDA a Fiorano, portando sul musetto lo stesso numero 28 di papà Jean. Una grande emozione, che gli ha permesso di chiudere in bellezza la sua avventura in Rosso, visto che ora lo attende un futuro in Asia.

"Vorrei ringraziare la Ferrari e la FDA per questa fantastica opportunità. Essere in grado di entrare nell'abitacolo della SF71H è stato incredibilmente emozionante, così come lo è stato guidare l'auto in pista con mio padre che mi guardava con il suo stesso numero di gara", ha detto Alesi.

"In termini di maneggevolezza, la vettura non è troppo difficile da guidare, ma la potenza è stata sorprendente e sembra non finire mai. Anche l'immediatezza e l'efficienza della frenata sono impressionanti. Questo test è stato il miglior modo possibile per me di dire addio alla Ferrari. Ora una nuova avventura mi aspetta in Asia e non vedo l'ora che inizi", ha aggiunto.

Marcus Armstrong, Ferrari SF71H

Marcus Armstrong, Ferrari SF71H

Photo by: Federico Basile / Motorsport Images

Dopo il francese, è stata la volta di Marcus Armstrong. Anche per il neozelandese si trattava del debutto assoluto al volante di una monoposto di Formula 1, che è diventato il secondo pilota della sua nazione a guidare una vettura del Cavallino dopo Chris Amon. Anche per lui è stata un'esperienza da ricordare.

"Ovviamente questo era un giorno speciale della mia vita ed è andato esattamente come mi sarei aspettato. Questo non significa che mi sia divertito di meno! Essere al volante di una macchina di Formula 1 per la prima volta è sempre qualcosa di magico e quando la macchina è una Ferrari, allora è davvero indimenticabile", ha detto Armstrong.

Leggi anche:

"La gente dice sempre che la frenata è l'aspetto più impressionante e questo è stato il caso, ma anche la deportanza aerodinamica, la velocità nelle curve, lo sterzo, la potenza e i perfetti cambi di marcia sono tutti su un altro pianeta rispetto alle altre categorie di corse".

"Vorrei ringraziare la Ferrari e la FDA per aver reso possibile questo giorno e non vedo l'ora di saltare di nuovo su una macchina di Formula 1 in futuro".

Ultimo, ma non per importanza, è salito in macchina Robert Shwartzman. E bisogna dire che il pilota russo è quello che ha stupito di più, anche perché per lui non si trattava del debutto assoluto, visto che aveva già avuto modo di guidare la SF1000 in occasione degli Young Driver Test di Abu Dhabi. Le sue prestazioni però sono state decisamente interessanti.

"Guidare una Ferrari di Formula 1 è sempre un privilegio e devo ammettere che stavo cominciando a sentire la mancanza di quella sensazione: insieme alla squadra, abbiamo lavorato su un programma volto a migliorare la mia capacità di fornire feedback agli ingegneri e spero di aver fatto un buon lavoro nel fare ciò che mi è stato chiesto", ha detto Shwartzman.

"Per quanto mi riguarda, questo è stato il miglior modo possibile per tornare a guidare nel nuovo anno. Mi sono subito sentito a mio agio in macchina e con la squadra, visto che non è passato nemmeno un mese dall'ultima volta e la sensazione è stata buona per tutti i giri che ho fatto".

"Ora è il momento di concentrarmi sul campionato di Formula 2 con il team Prema, ma spero di avere un'altra opportunità di sedermi di nuovo su una Ferrari il più presto possibile", ha concluso.

Robert Shwartzman, Ferrari SF71H

Robert Shwartzman, Ferrari SF71H

Photo by: Federico Basile / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Montezemolo: "Schumi già nel 2005 era psicologicamente stanco”

Articolo precedente

Montezemolo: "Schumi già nel 2005 era psicologicamente stanco”

Prossimo Articolo

Ferrari: il ritorno di Leclerc al volante della Rossa a Fiorano

Ferrari: il ritorno di Leclerc al volante della Rossa a Fiorano
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Test Ferrari
Sotto-evento Lunedì
Piloti Giuliano Alesi , Robert Shwartzman , Marcus Armstrong
Team Ferrari
Autore Matteo Nugnes
F1 Stories: Imola 2006, la "vendetta" di Schumacher Prime

F1 Stories: Imola 2006, la "vendetta" di Schumacher

Il 23 aprile di quindici anni fa, Imola è teatro di un grande trionfo. Michael Schumacher vince, riportando l'attenzione, fino a quel momento un po' troppo concentrata sul suo futuro in Formula 1, al suo presente, al suo talento, e alla sua leggenda...

F1 Stories: il Gran Premio dell'Emilia Romagna 2021 Prime

F1 Stories: il Gran Premio dell'Emilia Romagna 2021

Max Verstappen vince il GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna, davanti ad Hamilton e Norris. Una corsa "pazza" e spettacolare al tempo stesso, tra le storiche curve del circuito di Imola. Riviviamola insieme

Formula 1
22 apr 2021
McLaren: la maturazione di Norris oscurerà la stella Ricciardo? Prime

McLaren: la maturazione di Norris oscurerà la stella Ricciardo?

Lando Norris si è segnalato come la sorpresa più bella dell'inizio del Mondiale 2021 di Formula 1. Il quarto posto di Sakhir e il podio di Imola sono segnali di un pilota in grande ascesa, che potrebbe mettere in difficoltà la stella Ricciardo. Ma dovrà essere più costante del 2020...

Formula 1
21 apr 2021
Ceccarelli: “Norris? Smonta la sua F1 con i meccanici!” Prime

Ceccarelli: “Norris? Smonta la sua F1 con i meccanici!”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano tutti gli aspetti più interessanti del GP di Imola, toccando anche temi non particolarmente noti come "l'aiuto" offerto da Norris al suo team

Formula 1
21 apr 2021
Video: C'era una volta Sebastian Vettel Prime

Video: C'era una volta Sebastian Vettel

Sebastian Vettel è alle prese con uno degli inizi di stagione più difficili della sua carriera di pilota. Zero punti all'attivo, difficoltà a raggiungere la Q3 ed errori pesanti ne potrebbero minare il prosieguo della carriera...

Formula 1
20 apr 2021
Podcast, Bobbi: "Non possiamo criticare chi ha sbagliato ieri" Prime

Podcast, Bobbi: "Non possiamo criticare chi ha sbagliato ieri"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna in compagnia di Marco Congiu e del due volte campione del mondo FIA GT e volto di Sky Sport F1 Matteo Bobbi. Max Verstappen conquista la vittoria davanti a Lewis Hamilton e alla McLaren di Lando Norris. Tanti gli errori, ma le condizioni del tracciato erano proibitive

Formula 1
19 apr 2021
Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?” Prime

Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?”

In compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, e dell'ex Team Principal di Formula 1, Gian Carlo Minardi, andiamo a dare i voti al Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna di F1

Formula 1
19 apr 2021
GP Imola: l'animazione grafica della gara Prime

GP Imola: l'animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere le emozioni del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna grazie alla nostra esclusiva animazione grafica della corsa

Formula 1
19 apr 2021