Albon: "La RB16 è molto più sfruttabile della vettura del 2019"

Alex Albon si è detto entusiasta della nuova monoposto affermando come il team abbia colmato le lacune presenti sulla vettura della pasata stagione.

Albon: "La RB16 è molto più sfruttabile della vettura del 2019"

La Red Bull RB15 è stata una vettura difficile da portare al limite per i suoi piloti, ma nonostante ciò è riuscita a conquistare tre successi con Max Verstappen nel 2019.

Albon, che sta iniziando la sua prima stagione completa da pilota Red Bull dopo la promozione avvenuta lo scorso anno a Spa, ha fornito un suo pensiero sulla nuova RB16 al termine della prima sessione di test di Barcellona.

“Direi che è decisamente più sfruttabile. In termini di sensazioni di può sentire davvero la macchina. E’ una vettura molto piacevole da guidare”.

“Lo scorso anno c’erano delle aree in cui la nostra monoposto aveva alcune piccole lacune e sia io che Max abbiamo fornito pareri simili in merito. Durante l’inverno è stata da subito chiara la direzione verso cui doveva andare la sviluppo”.

“Dopo la prima sessione di test posso dire che la vettura è migliorata proprio in quelle aree. Posso dire che abbiamo fatto un passo avanti”.

Anche Verstappen ha evidenziato gli stessi progressi definendo la RB16 una monoposto migliore.

“Sembra essere più connessa, ma questo era il nostro obiettivo e quindi non vedo alcun motivo per sorprenderci”.

“Credo che già verso la fine della passata stagione ci stessimo lavorando, e già l'anno scorso stavamo testando alcune idee per quest'anno. Era quello a cui puntavamo nel corso dell’inverno ed una volta che sono salito in macchina è stato così”.

Al termine della prima sessione di test la Red Bull sembra non aver mostrato ancora il suo pieno potenziale nonostante Mattia Binotto abbia parlato di avversari al momento più veloci della Ferrari.

Quando gli è stato chiesto se sulla RB16 ci sia ancora del lavoro da fare, Verstappen ha risposto: “Si può sempre migliorare”.

“Cerchi sempre di progredire in ogni area, ma questo è l’obiettivo che ti poni ogni stagione”.

“In questa settimana abbiamo cercato semplicemente di percorrere il maggior numero di giri senza focalizzarci particolarmente sull’assetto”.

“In alcuni casi è meglio non toccarlo perché preferisci analizzare la vettura ed assicurarsi ci compiere il maggior numero di giri per stressare al massimo la monoposto”.

Alexander Albon, Red Bull Racing

Alexander Albon, Red Bull Racing
1/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
2/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Alexander Albon, Red Bull Racing

Alexander Albon, Red Bull Racing
3/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
6/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
7/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Alexander Albon, Red Bull Racing

Alexander Albon, Red Bull Racing
8/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
11/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
13/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alexander Albon, Red Bull Racing RB16

Alexander Albon, Red Bull Racing RB16
14/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing
15/22

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
16/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
17/22

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
18/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
19/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Russell: "Sicuramente la Williams non sarà indietro come nel 2019"

Articolo precedente

Russell: "Sicuramente la Williams non sarà indietro come nel 2019"

Prossimo Articolo

Ferrari: perché il muso largo non è segno di arretratezza?

Ferrari: perché il muso largo non è segno di arretratezza?
Carica commenti
Piola: "Alpine, nuova ala anteriore sulla A521" Prime

Piola: "Alpine, nuova ala anteriore sulla A521"

La Formula 1 torna in pista e lo fa ad Imola. Andiamo ad analizzare le prime novità tecniche con il nostro inviato Giorgio Piola e il direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes.

Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari" Prime

Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari"

Continua la nostra serie di interviste esclusive ai protagonisti del mondo delle competizioni a due e quattro ruote. In questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Nicola Larini - ex pilota di Formula 1 e pilota Ferrari - racconta la propria esperienza in occasione del GP di San Marino del 1994 - gara che lo ha visto protagonista - situazione alla quale aggiunge anche rivelazioni mai dette circa la possibilità di essere titolare per la Scuderia di Maranello nel 1996, situazione alla quale Michael Schumacher mise il veto

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico Prime

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico

La squadra di Brackley la scorsa settimana ha ufficializzato che James Allison farà un passo indietro e dal 1 luglio cambierà ruolo per lasciare la figura di direttore tecnico a Mike Elliott. Andiamo a scoprire cosa c'è dietro a questa decisione e quali implicazioni avrà nel breve e nel futuro.

Formula 1
14 apr 2021
Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione” Prime

Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione”

Terza puntata della rubrica Doctor F1 in compagnia di Franco Nugnes e del dottor Riccardo Ceccarelli, medico con esperienza ultratrentennale in Formula 1. In questa puntata, andiamo a toccare il delicato tema dell'alimentazione di un pilota

Formula 1
14 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top

Dodicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la seconda di 3 puntate sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
12 apr 2021
F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola Prime

F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola

Anche nel 2021, Imola è inclusa nelle tappe di un Mondiale di Formula 1. Un tracciato ricco di storia. Una storia, che merita di essere raccontata e ricordata...

Formula 1
12 apr 2021
Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

Formula 1
11 apr 2021