Albon: "Contento dei miei progressi, sono migliorato molto"

condivisioni
commenti
Albon: "Contento dei miei progressi, sono migliorato molto"
Di:
13 ott 2019, 13:42

Il tailandese ha salvato l'onore della Red Bull con il quarto posto anche se il distacco da Bottas è stato superiore ai 40''. Alex vuole continuare nella sua crescita per puntare al podio entro la fine dell'anno.

La Red Bull era arrivata in Giappone con ambizioni elevate. Complice il super motore Honda, infatti, la scuderia anglo austriaca puntava quanto meno al podio nella gara di casa della Honda, ma il prematuro ritiro di Max Verstappen, a causa dello scontro con Leclerc, ed il quarto posto di Alexander Albon si sono rivelati un bottino misero rispetto alle aspettative iniziali.

Il tailandese, ad ogni modo, è l’unica nota positiva in una giornata da dimenticare per la Red Bull. Albon, infatti, dopo la bella rimonta dal fondo della griglia messa in mostra a Sochi, è riuscito ad ottenere il miglior risultato da quando ha cambiato team anche se il gap da Bottas è stato enorme, ben 45  secondi.

Per Albon, comunque, il risultato di Suzuka conferma una costanza di rendimento che potrebbe garantirgli la conferma al fianco di Verstappen anche per la prossima stagione.

“Credo che questa sia stata la mia miglior gara in Red Bull, sicuramente non la mia miglior gara stagionale. Mi sto ancora ambientando nel team, ma sono contento del weekend”.

Il pilota della Red Bull è stato protagonista di uno scontro in pista con Lando Norris che non è stato sanzionato dai commissari di gara. Albon ha affermato di aver perso la possibilità di lottare per il podio anche per questo inconveniente, ma in realtà la sua Red Bull oggi non sembrava all’altezza delle Mercedes e delle Ferrari.

“Forse potevo ottenere qualcosa in più in gara, ma ho perso un po’ di tempo. Ad ogni modo sono contento dei miei progressi. Ho fatto un bel passo avanti in questo fine settimana”.

Il weekend di Sochi era iniziato in maniera disastrosa, ma Albon è stato bravo a recuperare sino al quinto posto finale. In Giappone, invece, già nel corso del venerdì il tailandese è sembrato trovarsi a proprio agio con la Red Bull e questo fattore si è rivelato decisivo per il risultato odierno.

“Credo di aver trovato un buon feeling con la macchina questo weekend. Questa è una pista dove serve molta fiducia nella vettura e sin dalle prime prove libere mi sono sentito a mio agio con la monoposto, cosa che mi era mancata in Russia”.

Può Albon puntare al podio nelle ultime gare stagionali? Alex è stato onesto nell’ammettere di dover progredire sia in qualifica che nei long run per poter conquistare il primo trofeo in F1.

“Il prossimo obiettivo è il podio? Facile a dirsi, ma al momento mi manca un po’ di tutto. Devo migliorare sia in qualifica che nel ritmo gara. Sto migliorando e sto facendo dei piccoli passi avanti”.

 

Prossimo Articolo
Mercedes: il pit di Hamilton non solo scelta tecnica

Articolo precedente

Mercedes: il pit di Hamilton non solo scelta tecnica

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: Mercedes sei volte iridata nel GP del Giappone

Fotogallery F1: Mercedes sei volte iridata nel GP del Giappone
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Giappone
Sotto-evento Gara
Location Suzuka
Piloti Alexander Albon
Team Red Bull Racing Acquista adesso
Autore Marco Di Marco