Abu Dhabi, Test Pirelli F1, Giorno 2: Leclerc tiene in vetta la Ferrari e batte subito Vettel

condivisioni
commenti
Abu Dhabi, Test Pirelli F1, Giorno 2: Leclerc tiene in vetta la Ferrari e batte subito Vettel
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
28 nov 2018, 14:34

Il monegasco ha fatto un tempo migliore rispetto al nuovo compagno di squadra Vettel sfruttando anche le condizioni migliori della pista. Ottimo Stroll, che conferma in terza posizione la Racing Point Force India. Esordio con guasto per Giovinazzi da pilota titolare Sauber.

La seconda e ultima giornata di Test Pirelli a cui tutti i team di Formula 1 hanno preso parte per provare le gomme che useranno nel Mondiale 2019 si è conclusa oggi e, così come avvenuto ieri, in testa alla classifica generale troviamo una Ferrari. Ieri il più rapido è stato Sebastian Vettel, mentre oggi a portare la Rossa davanti a tutti è stato Charles Leclerc.

Il pilota monegasco ha fatto il suo esordio oggi a Yas Marina come pilota titolare della Scuderia di Maranello e ha subito piazzato un crono che lo ha mantenuto in testa per tutta la giornata, un 1'36"450 ottenuto con gomme chiamate "Compound 5" che ha fatto sorridere il team italiano, perché è addirittura migliore di quello ottenuto ieri da Vettel.

Certo, le condizioni di pista odierne erano sicuramente migliori rispetto a quelle in cui ha girato Vettel poche ore fa perché più gommata, però se il buongiorno si vede dal mattino questo è certamente un avvio molto incoraggiante per quanto riguarda il 21enne nativo di Monte-Carlo.

Leclerc ha compiuto 133 giri totali, dunque più di 2 GP, precedendo di 1"5 la Red Bull di Pierre Gasly. Il team di Milton Keynes ha fatto esordire il francesino che sarà chiamato nel 2019 a prendere il posto del partente Daniel Ricciardo e il suo avvio ha convinto Horner e soci pur dovendo denotare un divario di quasi 1"5 dalla Ferrari di Leclerc.

Ancora molto bene Lance Stroll, che al debutto sulla Racing Point Force India ha subito firmato un'eccellente terzo tempo. Il canadese è alla ricerca del feeling con la monoposto di Silverstone e con il suo nuovo team dopo 2 stagioni passate tra alti e bassi alla Williams Martini Racing. Intanto c'è da notare che in questi due giorni ha girato già molto di più rispetto al suo nuovo compagno di squadra Sergio Perez: il messicano ha provato le gomme solo nella prima parte della giornata di ieri, poi ha lasciato il volante della VJM11 al canadese sino al termine delle prove.

Valtteri Bottas si conferma stakanovista inanellando ben 143 giri al volante della Mercedes W09. Il finlandese si è concentrato su diverse prove sui long run, per verificare il comportamento delle gomme, senza cercare la prestazione pura. Non a caso è a quasi 2 secondi dal miglior tempo ottenuto oggi da Leclerc. Il finnico, inoltre, ha quasi completato 3 GP!

Leggi anche:

Chi ha fatto meglio di Bottas in termini di giri compiuti oggi è Carlos Sainz Jr, che al debutto da pilota titolare della McLaren al posto di Fernando Alonso ha compiuto 147 giri. Il proprio miglior crono, ottenuto nelle ultime due ore della giornata di prove, lo ha proiettato in quinta posizione a pochi millesimi dal crono di riferimento di Bottas. Un buon inizio per Carlos, ma sa bene che il suo compito sarà molto difficile nella prossima stagione: ossia riportare il team di Woking a competere nelle posizioni da cui manca ormai da troppi anni.

Artem Markelov ha potuto togliersi la soddisfazione di rimanere nella Top 5 sino a pochi minuti dal termin e della giornata, ma poi è stato scavalcato da Sainz e si è dovuto accontentare della sesta posizione. Il russo ha ereditato la Renault R.S.18 da Nico Hulkenberg al termine della giornata di ieri e oggi è riuscito a svolgere in pieno il programma preparato dalla squadra di Enstone.

Staffetta in casa Williams, con George Russell che oggi è risultato più veloce del compagno di squadra Robert Kubica. Il polacco ha aperto la giornata di prove al volante della FW41 e non l'ha ceduta al britannico sino alle ore 16:00, perché il team ha preferito farlo lavorare più a lungo probabilmente in vista della prossima stagione. Russell non si è scomposto e ha piazzato il settimo tempo a soli 2 decimi dal tempo di Markelov. Kubica ha invece completato la giornata in penultima posizione, ma è chiaro che non abbia cercato il tempo ad effetto.

Oggi è stato anche il grande giorno del rientro in Formula 1 da pilota titolare per Daniil Kvyat. Il russo è tornato al volante della Toro Rosso STR13 e per gran parte della giornata è stato a ridosso dei miglior. Alla fine, però, si è dovuto accontentare dell'ottavo tempo pur essendo risultato di gran lunga il pilota più attivo in pista con 155 giri completati.

Louis Deletraz è stato al volante della Haas F1 VF-18 anche oggi. Ieri ha provocato una bandiera rossa, mentre oggi tutto è andato nel migliore dei modi. Lo svizzero del team diretto da Gunther Steiner ha chiuso la giornata in nona posizione davanti a Robert Kubica.

Giornata molto importante anche in casa Alfa Romeo Sauber. Dopo l'esordio di Kimi Raikkonen al volante della C37 avvenuto ieri, oggi è stato il turno di Antonio Giovinazzi, che ha compiuto i primi chilometri da pilota titolare in Formula 1. Purtroppo Antonio è stato rallentato nel corso della giornata da un guasto sulla monoposto elvetica che lo ha costretto a fermarsi nel tunnel d'uscita della pit lane. Antonio è rientrato ai box a piedi mentre i marshal hanno recuperato la C37 per riportarla ai box. Il pugliese può comunque consolarsi nonostante l'ultimo tempo, perché è riuscito a completare ben 125 passaggi sul traguardo e a fare esperienza che gli tornerà certamente utile in vista dei test invernali di Barcellona previsti al termine del mese di febbraio del prossimo anno. Il suo lavoro è stato legato alla valutazione di tutte le nuove mescole portate a Yas Marina dalla Pirelli dal punto di vista della consistenza.

Pos Pilota Vettura Tempo Giri
1 Charles Leclerc Ferrari 1'36”450 133
2 Pierre Gasly Red Bull-Renault 1'37”916 128
3 Lance Stroll Force India-Mercedes 1'38”044 122
4 Valtteri Bottas Mercedes 1'38”448 143
5 Carlos Sainz Jr McLaren-Renault 1'38”547 147
6 Artem Markelov Renault 1'38”590 129
7 George Russell Williams-Mercedes 1'38”836 36
8 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1'38”862 155
9 Louis Deletraz Haas-Ferrari 1'39”069 115
10 Robert Kubica Williams-Mercedes 1'40”265 56
11 Antonio Giovinazzi Sauber-Ferrari 1'40”435 125
Prossimo Articolo
Abu Dhabi, Test Pirelli, Giorno 2: Leclerc ancora al top con la Ferrari. Problemi per Giovinazzi

Articolo precedente

Abu Dhabi, Test Pirelli, Giorno 2: Leclerc ancora al top con la Ferrari. Problemi per Giovinazzi

Prossimo Articolo

Test Pirelli, Isola: "Giudizi positivi sulle Hypersoft 2019. Graining ridotto e performance inalterata"

Test Pirelli, Isola: "Giudizi positivi sulle Hypersoft 2019. Graining ridotto e performance inalterata"
Carica commenti