Abu Dhabi cambia il layout della pista per migliorare lo show

Gli organizzatori del GP di Abu Dhabi, che chiuderà la stagione 2021 di F1, hanno annunciato modifiche al disegno del tracciato così da favorire i sorpassi ed evitare il ripetersi di gare anonime come in passato.

Abu Dhabi cambia il layout della pista per migliorare lo show

Il tracciato di Abu Dhabi cambierà volto. Dopo una gara conclusiva della stagione 2020 davvero povera di spettacolo, i promotori hanno affermato che avrebbero valutato la possibilità di modificare il layout della pista di Yas Marina.

Adesso il programma di lavori che andrà a modificare un certo numero di curve ha ricevuto la luce verde, e questi saranno completati in tempo per la gara che si disputerà il 12 dicembre.

Saif Al Noaimi, CEO ad interim di Abu Dhabi Motorsports Management, ha dichiarato: "Abbiamo cercato di migliorare lo spettacolo in pista. Abbiamo ascoltato i nostri spettatori, i fan, i piloti, la F1 e la FIA, e abbiamo lavorato per apportare alcuni cambiamenti al layout del tracciato”.

“Effettueremo delle modifiche nel corso dell’estate e saranno concluso in tempo per il Gran Premio che si terrà a dicembre”.

Al Noaimi ha anche dichiarato come le novità della pista saranno rivelate a breve al pubblico e la sua speranza è che grazie a questi lavori possano aumentare le possibilità di sorpasso e, di conseguenza, lo spettacolo.

“L'obiettivo è quello di creare più opportunità per gare ravvicinate ruota a ruota. Vogliamo creare più opportunità di sorpasso e una pista più fluida, date le attuali vetture. La speranza è che il campionato si possa decidere qui”.

Un’area che potenzialmente potrebbe subire modifiche è il tornantino prima del lungo rettilineo. La chicane prima di questo tornante tende ad allontanare le vetture così da rendere difficili le lotte ravvicinate.

Lo scorso anno Daniel Ricciardo aveva chiesto espressamente modifiche al tracciato dopo un’ultima gara di stagione piuttosto scialba.

“Non voglio parlare di male di questo posto perché voglio continuare a correre qui ed è fantastico, ma forse si potrebbe modificare il layout. Sono consapevole che ci sono varie alternative, e lo spettacolo visto la domenica è un po' triste dal punto di vista dello spettacolo offerto”.

Gli organizzatori del GP di Abu Dhabi hanno già fatto sapere che alla gara che concluderà il campionato 2021 sarà ammesso un numero limitato di spettatori dopo che l’edizione 2020 si è disputata a porte chiuse.

condivisioni
commenti
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Articolo precedente

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Prossimo Articolo

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica
Carica commenti
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021