Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
109 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
129 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
143 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
157 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
185 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
192 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
206 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
240 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
247 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
261 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
275 giorni

Ecco i migliori posti per assistere al GP di Francia

condivisioni
commenti
Ecco i migliori posti per assistere al GP di Francia
Di:
28 gen 2020, 15:04

Illuminate dal sole della Provenza, le tribune del Circuit Paul Ricard garantiscono una vista impagabile dei magnifici paesaggi che circondano la pista, una delle più accattivanti del calendario della Formula 1. Motorsport Tickets mostra i migliori posti di questa storica pista da cui assistere al Gran Premio di Francia.

Questo articolo è presentato dal Gran Premio di Francia 2020 

 

Situato su un altopiano a strapiombo sulla costa mediterranea, il Paul Ricard offre una vista tipicamente meridionale, con le montagne all’orizzonte.  Ma il suo fascino non si limita al paesaggio, anzi. Gli appassionati più giovani pensano che si tratti di una delle ultime piste ad essere entrata in Formula 1, ma in realtà possiede una storia ricca e porta con sé il ricordo delle edizioni del Gran Premio di Francia che si sono svolte tra il 1970 ed il 1990. Fate una tappa all’Hostellerie Bérard, a La Cadière-d’Azur e, davanti alle foto di Graham Hill e Colin Champman sopra il bancone del bar ed accanto al pianoforte suonato da Elio De Angelis, potrete percepire fino a che punto il Circuit Paul Ricard sia sinonimo dell’era gloriosa della Formula 1.

Recentemente, il Paul Ricard è stato rinnovato e trasformato in un circuito ultra moderno, con delle larghe vie di fuga che sono diventate una delle caratteristiche principali di questa pista e che offrono una vista panoramica dalle nuove tribune. Ci sarà da divertirsi fuori dalla pista, ma si potrà vedere comunque molto, perché il Paul Ricard non si limita ad offrire agli spettatori la vista di una curva o un tratto di rettilineo…

 

RETTILINEO PRINCIPALE – Pass 3 giorni - 499 €

 

Dove l’azione inizia e finisce. Si vivono i momenti che precedono la partenza del gran premio, dove l’emozione è palpabile: l’odore dei freni e delle gomme delle monoposto che si schierano sulla griglia, i rombi dei motori che si preparano a partire, quel breve momento in cui tutti gli occhi sono fissi sul semaforo e poi le vetture scattano come dei missili. Poche cose nello sport possono competere con la partenza di un Gran Premio di Formula 1 e la tribuna principale del Paul Ricard ti offre questo momento chiave della gara.

Questa tribuna ti offre anche la possibilità di vedere ogni pit stop, momenti determinanti e ricchi di adrenalina, in cui si vincono o si perdono le gare. Regala anche una vista sullo stesso rettilineo, dove le monoposto raggiungono i 290 km/h e vengono effettuati i sorpassi all’ingresso della prima curva.

 

SAINTE BAUME – Pass 3 giorni - 289 €

 

Questo gruppo di tribune che guarda alle Curve 3, 4, 5, 6 e 7 ti permetterà di vedere da vicino come i piloti di Formula 1 le affrontano per trovare il giro veloce. Questo punto è stato teatro di uno degli incidenti più ad alta velocità di sempre (Alexander Wurz impattò contro le barriere a causa dell’esplosione della gomma posteriore sulla sua McLaren). Ma oggi queste curve sono affrontate in maniera più lenta e non rappresentano azioni di estrema audacia.

Questo può cambiare tutto durante la gara, perché i piloti possono sfruttare le ampie vie di fuga quando vanno oltre il limite durante una bagarre. Qui è dove nel 2018 Pierre Gasly ed Esteban Ocon sono andati larghi al primo giro, mentre il gruppo di testa entrava nella Curva 3.

La Curva 7 è un altro punto che riserva azioni di gara, perché immette sul rettilineo del Mistral. I piloti vogliono uscire rapidamente per guadagnare tempo, questo lo rende così un punto delicato, dove si va in testacoda sia in qualifica che in gara. Per vederlo, prenotate i posti alla Sainte Baume 6.

 

LA CHICANE – Pass 3 giorni - 289 €

 

Incrementata su rischiesta di Toyota, che ha passato un anno intero a provare qui in vista del suo debutto in Formula 1 nel 2002, La Chicane offre maggiori opportunità di sorpasso, perché le Formula 1 moderne superano i 300 km/h prima di affrontarla.

Ogni anno, questa tribuna permette di assistere a numerosi momenti di azione e qui nel 2018 Sebastian Vettel ha effettuato sorpassi su sorpassi conquistando la quinta posizione dopo un incidente al primo giro. Anche Daniel Ricciardo, uno degli staccatori migliori in Formula 1, è stato un grande protagonista in questa zona della pista: era nel mezzo di una bagarre con Lando Norris, Kimi Raikkonen e Nico Hulkenberg.

 

VIRAGE DU PONT – Pass 3 giorni - 349 €

 

Questa tribuna si affaccia sulla curva più lenta della pista ed è amata dai fotografi. Il suo approccio è molto particolare, con una lunga curva a destra di media velocità che immette in una leggermente più lenta a sinistra. Viene affrontata in seconda marcia ed è uno dei punti focali del tracciato per l’azione. È molto tecnica, rompe il flusso dei piloti e li induce all’errore.

Mentre i piloti di Formula 1 escono puliti da qui, durante le gare di supporto questo è un punto di bloccaggi, testacoda, contatti accidentali e incidenti.

 

LE BEAUSSET – Pass 3 giorni - 289 €

 

Questo è il punto dove si possono vedere le monoposto di Formula 1 al massimo delle loro prestazioni ed i piloti al limite delle loro capacità: arrivanno alla Signes a 330 km/h senza toccare i freni nel momento di girare a destra. Le Beausset è una doppia curva stretta a destra che immette sulla parte più tecnica del tracciato ed è un vero inferno se non si ha una vettura bilanciata o con gomme consumate.

I freni vengono solo sfiorati ed in questo settore sono fondamentali le buone sensazioni. Qui si vedono i piloti che hanno più feeling con le loro vetture e quelli che invece faticano di più, come dimostrato da Sebastian Vettel nel 2018, quando ha sorpassato la Renault di Nico Hulkenberg.

 
Prossimo Articolo
F1 2020: ecco le date delle presentazioni delle monoposto

Articolo precedente

F1 2020: ecco le date delle presentazioni delle monoposto

Prossimo Articolo

Williams: ufficializzati due rinforzi tecnici a Grove

Williams: ufficializzati due rinforzi tecnici a Grove
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia Biglietti
Autore Redazione Motorsport.com