Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie

Il Senegal ospita l’ultima tappa della prima stagione Extreme E

Il Senegal ospiterà l’ultimo appuntamento della stagione inaugurale di Extreme E, il calendario completo dovrebbe essere annunciato la prossima settimana.

Prototipo Extreme E

Il nuovo campionato XE si dirigerà a Lac Rose, in Senegal. Il paese africano farà da location per la gara dell’Oceano e si unisce all’appuntamento dell’Himalaya, della Groenlandia, dell’Arabia Saudita e di una parte danneggiata della Foresta Amazzonica in Brasile. Il calendario definitivo comunque verrà reso noto il 17 dicembre.

Un comunicato XE afferma che la gara in Senegal si svolgerà nel corso di tre giorni ed i designer di quella pista sono stati incaricati di selezionare le opzioni del percorso che rendessero le azioni di gara più accattivanti e divertenti. Viene dichiarato anche che la categoria correrà sulle strade che circondano Lac Rose, conosciuto anche come il Lago Retba. Il tragitto sarà creato con il fine di creare il meno disturbo possibile all’ambiente locale.

Agag afferma: “Sono entusiasta di confermare che il Senegal sarà la nostra location per la gara dell’Oceano. Questa è un’area di una bellezza naturale mozzafiato, ma purtroppo, come molte zone costiere del mondo, è gravemente minacciata da una grande varietà di problemi climatici”.

“Questa costa perde costantemente tre o quattro metri ogni anno, con un contributo che proviene dallo scioglimento dei ghiacciai della Groenlandia, nonostante sia situata a più di 6.500 chilometri dal Circolo Artico”.

“Con il 30% delle emissioni di CO2 che provengono dai trasporti che contribuiscono al riscaldamento del pianta, Extreme E mostrerà le prestazioni dei veicoli elettrici usando un misto di potenza e di azione sportiva entusiasmante, conoscenza scientifica e storyelling, per accelerare l’adozione della mobilità elettrica in modo da aiutare a rendere il mondo più sostenibile in maniera più veloce”.

“Speriamo che Extreme E sia di ispirazione agli appassionati – prosegue Agag – così come alle comunità ed ai governi sia nei luoghi dove gareggeremo sia oltre. Questo potrà far sì che le ambizioni climatiche vengano aumentate in uno sforzo unico per limitare il riscaldamento globale a 1.5°c. Questa è una gara che possiamo e dobbiamo vincere per evitare peggioramenti significativi e per ridurre il rischio di temperature estreme, scioglimento dei ghiacciai, innalzamento del livello del mare, siccità, alluvioni ed altro, per centinaia di migliaia di persone, comprese quelle che vivono in Senegal”.

Agag aggiunge inoltre che XE sta lavorando con gli enti locali come “primo passo per costruire un rapporto a lungo termine con le comunità locali in vista della nostra gara nel 2021”. Negli ultimi mesi, la vettura prototipo di XE ODYSSEY 21 ha completato un test ed è stato annunciato che prenderà parte in una tappa della Rally Dakar 2020. Un comunicato XE afferma che “nelle prossime settimane verranno rese note ulteriori notizie su squadre, partner e piloti”.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Extreme E annuncia il luogo della gara sull’Himalaya
Prossimo Articolo Anche la Andretti Autosport si iscrive alla Extreme E

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia