Extreme E | Un inizio di stagione 2022 difficile per Al-Attiyah e Kleinschmidt

Un incidente, una penalità e molte informazioni raccolte: il primo round della stagione 2022 della Extreme E non ha soddisfatto le aspettative di CUPRA. La squadra non ha potuto raggiungere la finale a causa di una penalità ricevuta dopo un incidente tra Nasser Al-Attiyah e Carlos Sainz.

Extreme E | Un inizio di stagione 2022 difficile per Al-Attiyah e Kleinschmidt
Carica lettore audio

La Extreme E è approdata in Arabia Saudita la scorsa settimana, dato che la prima gara della sua seconda stagione era in programma a Neom il 19 e 20 febbraio. Il 2022 dovrebbe rappresentare la svolta per CUPRA, perché sia la line-up sia la macchina sono vincenti. La nuova Tavascan Extreme E sarà ciò che convertirà il talento di Nasser Al-Attiyah e Jutta Kleinschmidt in velocità e competizione. Tuttavia, le cose non sono sempre semplici e la prova di ciò è stata la prima gara del calendario.

Inutile dire che entrambi i piloti fossero determinati, motivati e convinti già dall’inizio del weekend. Tutto sembrava al posto giusto fino a quando non è arrivato un piccolo errore di Al-Attiyah. Non è stato autore di una partenza perfetta, aveva bisogno di tempo per recuperare il gap e, mentre superava i rivali, un errore gli ha impedito di arrivare al traguardo. La sua compagna di squadra Jutta Kleinschmidt ha riassunto perfettamente l’evento: “Che weekend per noi! Abbiamo avuto tanti alti e bassi. Eravamo contenti del nostro passo, poi Nasser ha mancato il traguardo e questo ci ha fatto scivolare indietro. Le nostre speranze erano riposte nella seconda qualifica, e siamo riusciti a risalire fino alla sesta posizione, che ci avrebbe portati in semifinale. Ma abbiamo preso una penalità per l’incidente tra Carlos Sainz e Nasser, quindi siamo finiti di nuovo indietro. Abbiamo concluso una gara folle, eravamo motivati a vincerla, avevamo una buona strategia. Nonostante fossi vicina, la sospensione era abbastanza danneggiata: la macchina saltellava perché dovevamo cambiare l’ammortizzatore, siamo arrivati vicini alla vittoria, ma non è stato abbastanza”.

Cristina Gutierrez, Sebastien Loeb, Team X44, Laia Sanz, Carlos Sainz, Sainz XE Team, and Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Cristina Gutierrez, Sebastien Loeb, Team X44, Laia Sanz, Carlos Sainz, Sainz XE Team, and Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Photo by: Alastair Staley / Motorsport Images

Tuttavia, è sempre importante guardare il lato positivo, e il fine settimana è stato cruciale in termini di prestazioni: Nasser non aveva mai guidato prima quel tipo di auto e ha mostrato subito alcune abilità. Inoltre non aveva mai provato prima il format e, guardando nel complesso, è doveroso dire che si adatterà rapidamente alla concorrenza. Al-Attiyah era molto ottimista alla fine del weekend: "È stata una bella settimana perché ho imparato molto nonostante i problemi che abbiamo avuto. Ho commesso alcuni errori, ma nel complesso sono contento dopo questa prima esperienza. Vorrei ringraziare il team CUPRA per questa opportunità, abbiamo mostrato la nostra velocità e credo che possiamo essere forti e fare molto meglio nei prossimi round". Oltre alle capacità e alla velocità di Nasser, l'ABT CUPRA conta su un pilota che può muovere il pubblico. Gli account di Extreme E hanno mostrato i voti del pubblico per la squadra che meritasse di vincere cerimonia GridPlay, e loro hanno ottenuto il 39% dei voti (vi consigliamo di seguire la pagina e controllare) grazie ad Al-Attiyah e alle persone che lo sostengono. L'impatto di Nasser potrebbe essere davvero importante per diffondere la conoscenza sulla Extreme E e coinvolgere più persone nel seguire questo nuovo concetto di gare.

Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Photo by: Motorsport Images

Infine, sabato c'è stato un momento che ha davvero mostrato il lato umano della competizione e merita il suo riconoscimento. Era qualcosa di sincero, e corrispondeva allo spirito e ai valori dei grandi atleti. Quando la pilota Christine GZ ha avuto l'enorme incidente di sabato, Jutta Kleinschmidt è andata immediatamente al centro medico per sincerarsi sulle condizioni della sua collega. È stata l'unica pilota a farlo e questa è la prova del suo fair play. Jutta rappresenta la forza, la motivazione, la passione e la compassione su cui ogni atleta di motorsport o semplicemente amante del motorsport dovrebbe contare.

Dovremo aspettare e vedere come va la stagione, ma a cosa positiva per la ABT Cupra è che dopo un primo round complicato, le cose dovrebbero andare solo meglio. La prossima gara sarà a Cerdeña fra tre mesi.

Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Jutta Kleinschmidt, Nasser Al-Attiyah, Abt Cupra XE.

Photo by: Motorsport Images

condivisioni
commenti
Desert X-Prix | Il team Rosberg vince all'esordio stagionale
Articolo precedente

Desert X-Prix | Il team Rosberg vince all'esordio stagionale

Prossimo Articolo

Il futuro di Cupra nelle corse è elettrico

Il futuro di Cupra nelle corse è elettrico