Mick Schumacher concede il bis in Gara 2 al Red Bull Ring, Ticktum si ritira nel finale

condivisioni
commenti
Mick Schumacher concede il bis in Gara 2 al Red Bull Ring, Ticktum si ritira nel finale
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
23 set 2018, 10:23

Il tedesco della Prema centra il secondo successo consecutivo in Austria ed allunga al comando in classifica piloti a seguito dell'incidente che ha costretto Ticktum al ritiro nel finale. Il team Prema monopolizza il podio con Armstrong e Shwartzman.

Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Griglia di partenza
Ferdinand Habsburg, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Ferdinand Habsburg, Carlin Dallara F317 - Volkswagen, Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Il vincitore della gara Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Bandiera a scacchi per Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Ferdinand Habsburg, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Julian Hanses, Carlin Dallara F317 - Volkswagen

Quinta vittoria di fila e seconda consecutiva in questo weekend. E’ un Mick Schumacher in uno stato di forma eccezionale quello che sta affrontando questa fase finale della stagione della F3 Europea e che, grazie all’incredibile ritiro di Dan Ticktum nel finale, sta facendo un altro passo avanti verso la conquista del titolo.

Il tedesco è stato impeccabile sin dalla partenza. A differenza di Gara 1, quando l’asfalto bagnato gli aveva creato qualche difficoltà, Schumacher è scattato alla perfezione dalla pole ed ha subito preso il largo seguito dai compagni di team Armstrong e Shwartzman.

Le operazioni in pista sono state subito neutralizzate con l’ingresso della safety car a seguito dell’incidente che ha visto protagonisti Keyvan Andres Soori e Sebastian Fernandez.

Rimosse le vetture dal tracciato, e rientrata la vettura di sicurezza ai box, Schumacher ha imposto daccapo il proprio ritmo creando immediatamente un buon margine sul diretto inseguitore Marcus Armstrong, mentre a centro gruppo chi ha sofferto particolarmente il restart sono stati Dan Ticktum, superato da Ralf Aron, e Jehan Daruvala precipitato in decima posizione.

La fase centrale di gara non ha riservato particolari emozioni con Schumacher che ha incrementato il vantaggio sui propri compagni di team, mentre Aron non è riuscito a scappare da Ticktum ed ha dovuto resistere alla costante pressione dell’inglese.

Il secondo ingresso in pista della safety car si è reso necessario nei minuti conclusivi di Gara 2 per consentire ai commissari di rimuovere le monoposto di Petrov e Palou entrate in contatto.

Anche in questo caso, alla ripartenza, Schumacher è stato semplicemente perfetto ed è subito scappato via, mentre Marcus Armstrong ha dovuto tenere a bada un Robert Shwartzman scatenato.

Il caos, tuttavia, è avvenuto in occasione del penultimo giro. Sacha Fenestraz, in crisi da qualche passaggio, dopo essere uscito male da curva 3 si è visto affiancato da Ticktum e l’inglese, a sua volta, ha trovato alla sua destra la Carlin di Daruvala.

Le tre monoposto hanno percorso affiancate qualche decina di metri ma nessuno dei tre piloti ha voluto alzare il piede.

Ticktum, trovatosi stretto trai due piloti del team Carlin, ha colpito con l’anteriore sinistra la vettura di Fenestraz e successivamente la monoposto di Daruvala.

Il franco argentino è andato ad impattare violentemente contro le barriere di protezione, mentre l’inglese e l’indiano hanno concluso la propria corsa pochi metri dopo con le vetture danneggiate.

Per Ticktum è uno zero in classifica che pesa tantissimo quando alla fine del campionato mancano soltanto quattro corse.

Per Schumacher, invece, è stato un regalo inaspettato che gli consente di allungare in graduatoria.

Mick, infatti, grazie alla seconda vittoria del weekend guida la classifica con 311 punti, mentre Ticktum è rimasto fermo a quota 268 seguito da Armstrong con 250 punti.

Il podio di Gara 2 ha visto il team Prema monopolizzare tutti i gradini grazie ad Armstrong e Shwartzman, mentre Vips ha chiuso in quarta posizione davanti ad un Ralf Aron protagonista di un ottimo spunto in occasione della seconda ripartenza.

Jonathan Aberdein ha centrato il sesto posto, mentre la top ten si è completata con Scherer settmo, Habsburg ottavo, Zhou nono e Sophia Floersch decima ed in grado di conquistare, grazie al caos finale, il primo punto nella serie.

Prossimo articolo EUROF3
Mick Schumacher implacabile, sue anche le pole per Gara 2 e 3 al Red Bull Ring

Articolo precedente

Mick Schumacher implacabile, sue anche le pole per Gara 2 e 3 al Red Bull Ring

Prossimo Articolo

Shwartzman regola Mick Schumacher e centra il primo successo in Gara 3 al Red Bull Ring

Shwartzman regola Mick Schumacher e centra il primo successo in Gara 3 al Red Bull Ring
Carica commenti

Su questo articolo

Serie EUROF3
Evento Spielberg
Piloti Mick Schumacher
Team Prema Powerteam
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara