Habsburg centra il primo successo in Gara 2 a Spa-Francorchamps

condivisioni
commenti
Habsburg centra il primo successo in Gara 2 a Spa-Francorchamps
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
28 lug 2017, 16:17

Il pilota del team Carlin festeggia la prima vittoria nella serie grazie ad una grande rimonta. Ottimo il recupero di Eriksson, secondo davanti a Gunther, mentre Norris è costretto al ritiro dopo un contatto al primo giro con Zhou.

Joel Eriksson, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Joel Eriksson, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Ferdinand Habsburg, Carlin, Dallara F317 - Volkswagen
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Lando Norris, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Callum Ilott, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Lando Norris, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Jehan Daruvala, Carlin, Dallara F317 - Volkswagen
Mick Schumacher, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz

Dalla lotteria di Gara 2 è uscito fuori un nome inatteso. E' stato infatti Ferdinand Habsburg ad imporsi in un secondo appuntamento del weekend decisamente caotico e caratterizzato, così come in Gara 1, da un contatto a Les Combes nel corso del primo giro che ha messo subito fuori dai giochi Lando Norris.

Il rookie della Carlin è scattato nuovamente in mondo perfetto dalla prima posizione, ma sul lungo rettilineo del Kemmel, complice la scia, si è visto sopravanzare dal trio Prema.

Norris ha tentato di resistere all'attacco di Zhou alla staccata di Les Combes, ma i due sono entrati in contatto, con il cinese finito in testacoda e poi costretto al ritiro ai box.

Del caos iniziale ne ha così approfittato Ilott, portatosi al comando, ma il britannico non ha avuto vita facile con il compagno di team Gunther. Il duo Prema non si è risparmiato, regalando un duello intenso con numerosi scambi di posizioni e sorpassi da applausi, ma la lotta tra Ilott e Gunther ha consentito al gruppo di avvicinarsi.

Ad avere la meglio è stato in un primo momento Jake Hughes, bravo nel sopravanzare Ilott per salire in seconda posizione, ma l'inglese della Prema ha subito reagito alla manovra recuperando la piazza d'onore.

Ilott ha poi tentato di recuperare il comando della corsa, ma il suo passo gara è calato inesorabilmente costringendolo ad un mesto settimo posto conclusivo.

La crisi di Ilott ha spalancato le porte ad Habsburg. Il pilota del team Carlin, una volta salito in seconda posizione, ha iniziato a pestare forte sul gas per recuperare il gap da Gunther ed ottenere la prima posizione che ha mantenuto sino alla bandiera a scacchi.

Habsburg ha così potuto festeggiare la prima vittoria in Formula 3, ma alle sue spalle è stata da applausi la rimonta di Joel Eriksson.

Lo svedese, scattato dalla dodicesima piazza, è riuscito grazie ad un ritmo indiavolato a recuperare sino alla seconda posizione piazzando la zampata decisiva nei confronti di Gunther al penultimo giro.

Il tedesco della Prema ha portato a casa il massimo risultato possibile ed è riuscito, grazie al terzo gradino del podio, a contenere la rimonta in classifica di Eriksson, mentre alle sue spalle ha concluso un Jake Hughes in cerca di riscatto dopo la delusione del ritiro patito in Gara 1.

Intensa la lotta tra Mazepin e Daruvala che ha visto il pilota del team Hitech cogliere il quinto posto grazie ad un duro sorpasso alla Bus Stop ai danni dell'indiano, mentre alle spalle di Ilott hanno completato la top ten Ralf Aron, Mick Schumacher, autore ancora una volta di una buona prova dopo la partenza dalle retrovie, e Joey Mawons.

 

 

Prossimo Articolo
La F3 Europea aumenta il suo montepremi a 500.000 euro

Articolo precedente

La F3 Europea aumenta il suo montepremi a 500.000 euro

Prossimo Articolo

Norris e Gunther subito in luce nelle Libere di Zanvoort

Norris e Gunther subito in luce nelle Libere di Zanvoort
Carica commenti