Domenicali: "FIA pensa a campionati regionali di F3"

Domenicali: "FIA pensa a campionati regionali di F3"

L'obiettivo della Federazione è non disperdere il talento nel passaggio dalla F4 alla F3 Europea

Nelle ultime stagioni la Federazione Internazionale dell'Automobile ha potuto constatare la crescita importante di due categorie, la Formula 4 e la Formula 3 Europea, passaggi pressoché obbligatori per giovani piloti che tentano la scalata alle categorie più importanti del Motorsport.

Dal 2013 hanno entrambe fatto segnare numero in continua crescita per quanto riguarda l'adesione dei piloti e, per evitare che alcuni ragazzi di talento possano seguire altre strade o addirittura concludere anzitempo la propria carriera, è allo studio una nuova serie che andrebbe a collocarsi in mezzo alle due, una Formula 3 regionale, che farebbe da tramite tra la Formula 4 e la Formula 3 Europea.

"Per evitare la perdita immediata di talenti giovani lungo la strada, che magari richiedono più tempo per maturare o non hanno le risorse per compiere immediatamente un salto di categoria, stiamo cercando in creazione di un livello intermedio tra le due serie", ha spiegato Stefano Domenicali, Presidente della commissione monoposto FIA.

"Il suggerimento sul tavolo, che sarà presentato al Consiglio Mondiale del Motorsport, è la creazione di campionati di F3 su base regionale a partire già nel 2017. In questo modo i driver potranno guadagnare più esperienza e progredire, mentre correranno in una categoria ben definita e regolamentata. Tuttavia, questo deve non farci perdere di vista un elemento vitale per entrambe le categorie, che è il controllo dei costi: stiamo lavorando su questo dal punto di vista tecnico e sportivo", ha proseguito l'ex team principal della Ferrari.

"Per la FIA risulta di vitale importanza ciò che avviene anche a livello nazionale, lavorando anche con il ASN sui vari campionati di Formula 4 e al livello superiore. Stiamo lavorando e contribuendo al suo consolidamento nelle aree con una forte tradizione come il Giappone ed Europa, ma anche per lo sviluppo in aree dove le opportunità per coloro che vogliono diventare piloti non ha avuto ancora un percorso definito. Mi riferisco agli USA, al sud est asiatico, Australia, India e Cina".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati EUROF3
Articolo di tipo Ultime notizie