Alesi: "Regolamenti poco chiari in F3 Europea"

Il francese ritiene che i test non siano regolalmentati correttamente e ciò favorirebbe i piloti con un buon budget

E' un Jean Alesi particolarmente critico contro i regolamenti della Formula Renault e della FIA F3 Europea quello intervistato da Motorsport.com. Il francese vedrà in questa staionge il proprio figlio, Giuliano, impegnato in GP3 dopo aver disputato nel 2015 la F4 francese.

Un salto impegnativo quello del giovane Alesi, privo della necessaria esperienza che si acquisisce nelle categorie minori e molto formative quali la Formula Renault o la F3 Europea, ma giustificato dal padre per via dei regolamenti poco equi in materia di test: "Al momento in Formula Renault e specialmente nella F3 Europea i regolamenti non vanno bene. C'è troppa libertà riguardo i test. Chi ha un budget per svolgere 50 giorni di prove, alla fine avrà un notevole vantaggio rispetto a chi non può disporre di tali cifre, e molti piloti sfruttano questa possibilità".

Alesi, tuttavia, non sembra preoccupato e ripone molta fiducia in Giuliano, consapevole che il ragazzo abbia fatto intravedere del talento nella passata stagione: "Giuliano, prima di passare in F4, aveva solo due anni di kart come esperienza. Vederlo competitivo nella serie grazie a tre vittorie e due pole position mi ha fatto pensare che la scelta di passare in GP3 fosse quella corretta".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati EUROF3
Piloti Giuliano Alesi
Articolo di tipo Ultime notizie