Cerruti: "L'Alfa Giulia ETCR è da folli, ma sarà un successo"

La responsabile della Romeo Ferraris ha descritto come è nato e si sta sviluppando il progetto legato all'Alfa Romeo completamente elettrica che Vernay guiderà nel Pure ETCR nel 2021. Essere pionieri di una categoria comporta difficoltà e quel pizzico di pazzia che nel motorsport ti può portare anche ai vertici.

Cerruti: "L'Alfa Giulia ETCR è da folli, ma sarà un successo"

Ad un mese dalla presentazione ufficiale, l'Alfa Romeo Giulia ETCR continua a destare parecchie curiosità e impressioni di vario genere nel mondo dei motori.

L'ambizioso progetto della Romeo Ferraris ha visto la luce ad Aragon e chiaramente non poteva passare inosservato, visto che si tratta della primissima vettura del Biscione elettrica sull'intero pianeta.

Per fare un po' di chiarezza su tutte le tappe, la responsabile della scuderia di Opera, Michela Cerruti, ha spiegato in un interessante video cosa ha spinto lei e i suoi uomini ad intraprendere un percorso del genere.

"Alla fine del 2019 abbiamo deciso di abbracciare il progetto ETCR costruendo l'Alfa Romeo Giulia ETCR. In tanti chi hanno chiesto perché e probabilmente se lo sono domandati; la risposta è semplice e non è una novità per chi ci conosce bene. Prima di tutto siamo un po' fuori di testa!", afferma sorridendo la milanese.

"Per decidere di imbarcarsi in un progetto del genere e affrontarlo bisogna essere un po' folli, ma al di là di questo la Giulia come macchina è bellissima e noi, come amanti ed appassionati del marchio Alfa Romeo, da un po' di tempo avevamo il desiderio di trovare una collocazione nel mondo del motorsport a questo mezzo".

"Non è stato un compito facile perché si tratta di una macchina che non ha caratteristiche tali da poter correre in tutti i campionati. Ci si è posta l'occasione con l'ETCR, prima categoria turismo per macchine solamente elettriche; abbiamo pensato che fosse perfetta, quindi eccoci qui".

Ovviamente la prima domanda che è saltata di bocca in bocca riguardava il pensiero della Casa Madre, visto che FCA nella sua gamma non presenta una Alfa Romeo elettrica.

"La relazione col marchio Alfa Romeo è iniziata tanti anni fa ormai, il legame professionale con questa Casa comprende sia il reparto stradale che il reparto corse, quest'ultimo consolidato negli ultimi anni visto che da 2015 siamo costruttori e distributori a livello esclusivo in tutto il mondo della Giulietta TCR, con la quale sono stati ottenuti tanti successi in tutte le serie dedicate".

"Il nostro è quindi un progetto in veste totalmente privata, realizzato con le sole forze della Romeo Ferraris e reso possibile grazie al Gruppo AB Medica, un partner fondamentale che assieme a noi condivide quella follia che ci permette di affrontare progetti di questa portata, e che da anni ci consente di continuare in questo sogno di lavorare nel motorsport facendo parte di questo mondo ai massimi livelli, con le risorse necessarie come i colossi del mondo dell'auto con risorse maggiori".

"Colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone che lavorano lì e che ci supportano in tutte le nostre attività, promettendo come ormai faccio da sempre, di cercare di ripagare tutti i loro sforzi coi nostri risultati e successi, oltre che con qualche bella vittoria che resta l'obiettivo finale di tutti i nostri progetti".

Leggi anche:

Obiettivo non semplice perché il campo dell'elettrico è una novità in via di scoperta per tutti, sia nello sport che nella vita di tutti i giorni. Ma ad Opera i lavori sono iniziati a testa bassa e con la convinzione di essere pionieri dell'argomento.

"Ci sembrava una evoluzione naturale prendere la Giulia e farne una macchina da corsa, seppur abbracciando una tecnologia che si discosta parecchio da quel motorsport che noi amiamo in maniera viscerale, come tutti i nostri appassionati, legato a motore termico rumoroso, odori e ogni cosa che gira attorno alla passione che condividiamo".

"Dall'altro lato, il mondo sta andando in una certa direzione e noi, come azienda, cerchiamo sempre di essere all'avanguardia e, quando possibile, di anticipare i tempi, senza avere paura affrontando nuove sfide, anche difficili ed impegnative".

Se con la Formula E troviamo grande appoggio dalle Case, ma pochissimo apprezzamento da parte dei fan di vecchia data dell'automobilismo, è chiaro che con l'ETCR si cerca di riavvicinare le due cose maggiormente trattandosi di una categoria legata alle vetture di serie che un domani potremo vedere per strada.

"La Giulia è in assoluto il progetto più impegnativo e faticoso che Romeo Ferraris ha affrontato, sta affrontando e affronterà, visto che in realtà siamo solo all'inizio. L'elettrico però è un'evoluzione necessaria, è il futuro e in qualche forma è già anche il presente. Ma non è detto che tutto il motorsport debba per forza diventare così".

"Noi tutti, amanti del motorsport tradizionale, vogliamo che rimanga anche questo lato. D'altra parte, però, è assolutamente normale che questa nuova tecnologia venga sperimentata su un terreno perfetto per novità che poi ritroveremo sulle auto stradali che utilizzeremo tutti i giorni".

Una sfida nella sfida, dunque. Facile per niente, ma molto stimolante pensando anche a ripetere quel percorso di 'Davide vs Golia' che la Romeo Ferraris ha già affrontato con successo con la Giulietta TCR.

"Questa macchina da corsa che abbiamo costruito è bellissima e avrà delle prestazioni di altissimo livello. Logicamente il fatto che sia elettrica comporterà degli aspetti che noi stessi dovremo sperimentare per la primissima volta. Il dipartimento tecnico sta studiando tutto, studiando ogni cosa giorno per giorno".

"Sicuramente sarà un successo perché essere per primi parte di una evoluzione di questo tipo e di una rivoluzione nel mondo del motorsport per quanto riguarda le corse turismo, costituisce un privilegio e un onore, ma soprattutto è motivo di orgoglio. Siamo pochissimi in questo momento ad aver abbracciato questa categoria ed essere i primi ci dà pure il vantaggio di conoscere tante cose prima degli altri, di essere precursori di qualcosa che i Costruttori affronteranno nel futuro".

Attendiamo con grande curiosità il 2021 e gli anni a venire, con la Giulia - da noi ribattezzata 'Furia Rossa' - che nelle mani di Jean-Karl Vernay prenderà parte al campionato Pure ETCR promosso da Eurosport Events e del quale faranno parte sicuramente anche Hyundai e Cupra in veste ufficiale.

"Avremo la possibilità di partecipare attivamente anche alla costituzione di un regolamento tecnico e sportivo di quello che sarà il primo Campionato del Mondo dedicato a queste macchine, ossia il Pure ETCR", conclude la Cerruti.

"Eurosport Events è una garanzia dal punto di vista di comunicazione, promozione e visibilità che verrà dedicata a tutte le realtà che saranno coinvolte in questo progetto. Noi ci siamo e nel 2021 si parte con la Giulia ETCR".

In bocca al lupo alla Giulia, quindi, con la speranza che in FCA prima o poi si pensi anche al valore del supporto a chi si prende certi impegni e rischi per portare avanti la gloriosa tradizione di un marchio che nel turismo merita ancora tantissimo, e non di apparire solamente sulle macchine svizzere di F1...

Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
1/41

Foto di: Romeo Ferraris

Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Mario Ferraris, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Mario Ferraris, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
2/41

Foto di: Romeo Ferraris

Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
3/41

Foto di: Pure ETCR

Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Michela Cerruti, Jean-Karl Vernay, Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
4/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
5/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
6/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
7/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
8/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
9/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
10/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
11/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
12/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
13/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
14/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
15/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
16/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
17/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
18/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
19/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
20/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
21/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
22/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
23/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
24/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
25/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
26/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
27/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
28/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
29/41

Foto di: Pure ETCR

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
30/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
31/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
32/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
33/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR
Alfa Romeo Giulia ETCR
34/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
35/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
36/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
37/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
38/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
39/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
40/41

Foto di: Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
Alfa Romeo Giulia ETCR, Romeo Ferraris
41/41

Foto di: Romeo Ferraris

condivisioni
commenti
Goodyear ha ultimato le gomme per il Pure ETCR
Articolo precedente

Goodyear ha ultimato le gomme per il Pure ETCR

Prossimo Articolo

ETCR: Farfus girerà con la Hyundai Veloster a Daytona

ETCR: Farfus girerà con la Hyundai Veloster a Daytona
Carica commenti