Pole position e botto per Kris Richard al Paul Ricard

Nonostante abbia sbattuto violentemente con la sua Honda quando mancavano 30 minuti al termine della sessione, Richard è riuscito ugualmente a cogliere la sua prima pole position.

Grazie al crono di 1'50''067 Kris Richard è riuscito a cogliere la pole position sul tracciato del Paul Ricard. Il risultato finale, tuttavia, non è stato così scontato a causa di una violenta uscita di pista del pilota Honda proprio dopo aver fatto segnare il miglior tempo che ha impedito al pilota di poter tornare a girare in circuito.

Richard è infatti andato a sbattere alla chicane Nürburgring a circa 140 km/h. Fortunatamente il pilota non ha subito alcuna conseguenza, ma la vettura del Rikli Motorsport-run è rimasta pesantemente danneggiata ed i meccainici del team saranno costretti a lavorare sino a tarda notte per consentire allo svizzero di poter partecipare a Gara 1.

Riprese le operazioni con dieci minuti al termine della sessione, nessun rivale di Richard è riuscito a migliorare il tempo realizzato dallo svizzero, con Petr Fulín costretto a scattare dalla seconda posizione per un ritardo di appena 1 decimo.

Ottimo il debutto nella categoria per Pierre-Etienne Chaumat che ha colto il terzo tempo cronometrato riuscendo a mettere alle proprie spalle il poleman del precedente round portoghese Norbert Nagy. Terza fila per Christjohannes Schreiber e Fábio Mota, mentre il settimo tempo è stato fatto segnare da Peter Rikli abile a precedere Mladen Lalušić.

In classe Super 1600 la pole è andata al sedicenne Tomáš Korený, abile ad ottenere il miglior tempo nonostante problemi al cambio accusati sulla sua Fiesta. Secondo crono per Kevin Hilgenhövel davanti a Niklas Mackschin distante appena 18 millesimi, mentre Andreas Rinke, quarto, ha preceduto Daniel Niermann e Ksenia Niks.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ETCC
Evento Paul Ricard
Sub-evento Sabato
Circuito Circuit Paul Ricard
Piloti Petr Fulin , Norbert Nágy
Articolo di tipo Qualifiche