Virtual Le Mans, 4a Ora: breve turno dei simracer Ferrari

condivisioni
commenti
Virtual Le Mans, 4a Ora: breve turno dei simracer Ferrari
Di:
13 giu 2020, 17:00

I piloti virtuali del Cavallino Rampante hanno effettuato uno stint rapido, poi è toccato a Nielsen, Giovinazzi e Leo prendere il volante delle Rosse #51, #52 e #71. Penalità in LMP2.

La Virtual 24h di Le Mans è giunta alla 4a ora di gara e i piloti di Ferrari-AF Corse proseguono la loro battaglia per la Top10 della Classe GTE Pro nell'evento organizzato da Motorsport Games in collaborazione con ACO e FIA WEC.

Dopo il primo stint, David Perel ha ceduto il volante della sua 488 per un breve stint a Matteo Caruso, che poi ha a sua volta dato spazio all'ufficiale GT Nicklas Nielsen. La Rossa #51 resta quella meglio piazzata delle vetture di Maranello, viaggiando attorno all'ottava piazza.

Nel frattempo la #52 che Charles Leclerc aveva lasciato a David Tonizza è risalita fino al 12° posto con il simracer, che verso la fine di quest'ultima ora si è fatto da parte per il turno di Antonio Giovinazzi.

Dietro al pugliese troviamo il loro compagno di marchio Federico Leo, salito sulla 488 #71 dopo che il virtuale Amos Laurito l'aveva ereditata dal GT Miguel Molina.

Il passo delle auto del Cavallino Rampante resta costante, ma il Balance of Performance non pare così favorevole e nella bagarre per il primato continuano la loro cavalcata Porsche, Corvette e Aston Martin.

A svettare è ora la C7.R della R8G Esports con sopra Erhan Jajovski, e dietro le "sorelle" ufficiali #63 e #64, e la 911 RSR #93.

Per quanto riguarda la categoria principale della LMP2, altro avvicendamento al comando con il Team Redline che ha sfruttato una strategia ad un pit-stop in meno rispetto a tutti gli altri per balzare in vetta con il simracer Atze Kerkhof e poi con Lando Norris.

Al secondo posto troviamo la Oreca #33 della 2 Seas Motorsport guidata dal pilota virtuale Devin Braune, che con un ottimo stint è salito in piazza d'onore davanti al team Veloce Esports 2 che ora ha attivo Tomek Poradzisz.

Si distinguono anche i ragazzi Toyota perché la LMP2 #10 condotta da Fabrizio Gobbi ha rimontato fino alla Top5, mentre la #7 con sopra l'ufficiale Kamui Kobayashi ha visto il giapponese combattere ruota a ruota con parecchi rivali, in particolare con il portacolori di Rebellion Williams, Jack Aitken (#13) e la Veloce Esports 3 #18 di Tom Lartilleux, spedita nella via di fuga alla frenata della prima chicane sull'"Hunaudiéres" con conseguente Drive Through da scontare.

Il team anglo-svizzero ha subìto anche il sorpasso da parte di Esteban Guerrieri, che ha preso il volante della vettura griffata ByKolles #4 superando Louis Delétraz (#1) nella lotta per il settimo posto.

Da segnalare anche un Drive Through comminato al team Jota-Redline quando la #37 si è intraversata all'ingresso della pit-lane andando poi a colpire la vettura #23 del Team Rocket Zansho che sopraggiungeva.

Virtual 24h di Le Mans: Live Timing

 

Virtual 24 Ore di Le Mans: Hot Lap con Amos Laurito

Articolo precedente

Virtual 24 Ore di Le Mans: Hot Lap con Amos Laurito

Prossimo Articolo

Leclerc: "Vorrei fare la 24 Ore di Le Mans reale con Ferrari!"

Leclerc: "Vorrei fare la 24 Ore di Le Mans reale con Ferrari!"
Carica commenti