Virtual Le Mans, 19a Ora: gara costante per le Ferrari

condivisioni
commenti
Virtual Le Mans, 19a Ora: gara costante per le Ferrari
Di:
14 giu 2020, 08:17

La 488 #71 di Molina-Leo-Laurito-Zwiers prosegue in Top10, la #51 prova una lenta risalita, mentre la #52 è mestamente ultima dopo i problemi tecnici. In LMP2 doppietta Rebellion Williams, ma ByKolles rimonta.

Gara costante per le Ferrari quando siamo giunti alla 19a Ora della Virtual 24h di Le Mans, grande evento che Motorsport Games, FIA WEC ed ACO hanno organizzato nel weekend in cui ci sarebbe dovuta svolgere la gara endurance reale sul Circuit de la Sarthe.

Dopo una notte molto difficile, la 488 #71 del quartetto formato da Miguel Molina, Federico Leo, Amos Laurito e Jordy Zwiers continua a viaggiare in ottava posizione nella Classe GTE Pro, seppur il simracer olandese abbia avuto un passo più lento rispetto alla Porsche #57 del team Project 1 che la precede, con Leo che ha preso il suo posto sul finale dell'ora.

L'equipaggio ha comunque un buon margine sulla Corvette #63 che l'insegue, per cui i margini per consolidare la posizione ci sono.

Buona risalita per la Rossa #51 di David Perel-Nicklas Nielsen-Kasper Stoltze-Matteo Caruso, ora 15a di categoria nella morsa delle Aston Martin #97 e #67 (Mahle Racing).

La #52 di Charles Leclerc-Antonio Giovinazzi-David Tonizza-Enzo Bonito, colpita da una marea di problemi tecnici nel corso della fase notturna, vede attualmente Tonizza in azione da un paio d'ore occupare la mestissima ultima posizione della Classe, a 5 giri di ritardo dalla Porsche #56 della Project 1.

La Ferrari iscritta invece dal team Strong Together col #54 si trova decima grazie a Francesco Castellacci-Felipe Massa-Giancarlo Fisichella-Tony Mella.

Al comando della GTE Pro c'è sempre la Porsche 911 #93 di Tandy-Guven-Rogers-Ostgaard con un buon vantaggio sulla Corvette #80 del team R8G Esports e sulla sorellina #92 di Evans-Campbell-Bakkum-Boutelop, mentre l'Aston Martin #95 e la Porsche #88 della Dempsey-Proton Racing hanno perso un po' di contatto con il terzetto di testa.

Prosegue la virtuale doppietta della Rebellion Williams Esport in Classe LMP2: la Oreca #1 di Marciello-Delétraz-Wisniewski-Brzezinski mantiene il primato davanti ai colleghi della #13, Canapino-Aitken-Gassner-Romanidis.

Brividissimo per i loro compagni di squadra, quando la #2 di Menezes-Senna-Brljak-Mroczek si è girata in prossimità della chicane finale, venendo inevitabilmente centrata dalla #3 di Ye-Rougier-Price-Keithley, pur riuscendo entrambe le auto a proseguire.

Nel frattempo la ByKolles-Burst Esports con la Oreca #4 sta compiendo un'altra grandissima rimonta con Tom Dillmann, che resta terzo assieme ai compagni Guerrieri-Simoncic-Pedersen e si sta avvicinando alla Rebellion #13.

La Oreca #33 della 2 Seas Motorsport ha invece perso terreno, ma è sempre in Top5 assieme alla vettura #24 della Veloce Esports 1.

Da segnalare anche un bel gesto fra i team Signatech Alpine e Cool Racing: la Oreca #42 di quest'ultima squadra è stata spinta in pit-lane dalla rivale #36 dopo che era rimasta in panne prima di raggiungere la propria piazzola per la sosta.

Momenti difficili anche per la Porsche #86 della Gulf Racing, colpita per due volte nelle curve Porsche dai prototipi #37 e #38 del team Jota Redline, entrambi giustamente puniti con uno Stop&Go di 1" per il doppiaggio effettuato in maniera un po' troppo "allegra".

Virtual 24h di Le Mans: Live Timing

Ferrari 275 P: l'auto della gloria del Cavallino a Le Mans

Articolo precedente

Ferrari 275 P: l'auto della gloria del Cavallino a Le Mans

Prossimo Articolo

Virtual Le Mans: seconda bandiera rossa, crash del server

Virtual Le Mans: seconda bandiera rossa, crash del server
Carica commenti