Formula 1 MotoGP
18 set
Warm Up in
07 Ore
:
50 Minuti
:
06 Secondi
WRC
18 set
Giorno 3 in
05 Ore
:
00 Minuti
:
06 Secondi
WSBK
04 set
Evento concluso
18 set
SBK WarmUP in
07 Ore
:
30 Minuti
:
06 Secondi
Formula E WEC
12 nov
Prossimo evento tra
53 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
25 set
Prossimo evento tra
5 giorni
GT World Challenge Europe Endurance

Rebellion-Williams al traguardo con solo mezzo litro di benzina

condivisioni
commenti
Rebellion-Williams al traguardo con solo mezzo litro di benzina
Di:
, Journalist
Tradotto da: Lorenza D'Adderio

Il terzo pilota Haas F1, Louis Deletraz, ha ritenuto che il risparmio ‘estremo’ di carburante del compagno di squadra Nikodem Wisniewski sia stato cruciale per la vittoria della Rebellion Williams alla 24 Ore di Le Mand virtuale.

Deletraz debutterà alla 24 Ore di Le Mans reale con la Rebellion Racing LMP1 questo settembre, ma intanto ha trionfato nella più famosa gara endurance che questo fine settimana si è svolta in maniera virtuale e che è stata organizzata da WEC, Automobile Club de l’Ouest e Motorsport Games.

Una bandiera rossa nelle fasi finali ha reso ancora più intenso il duello per la testa della gara, la Rebellion-Williams #1 al comando infatti, nelle mani del pilota Williams Esport Nikodem Wisniewski, è stata insidiata da ByKolles, che era in vantaggio in termini di carburante. Deletraz, che condivideva la vettura #1 con i sim racers Wisniewki e Kuba Brzezinski e con il pilota GT Raffaele Marciello, ha ammesso che il team ha cambiato strategia all’ultimo, optando per un risparmio di carburante con Wisniewski.   

La squadra era così tanto al limite di benzina che Wisniewski l’ha finita appena tagliato il traguardo ed è stato costretto a rientrare ai box spinto da un’altra macchina. A Motorsport.com, Deletraz ha dichiarato: “Ad un’ora dal termine abbiamo capito che avevamo una strategia sbagliata. Così abbiamo deciso negli ultimi due stint di salvare un giro extra di carburante e questo è stato un salvataggio estremo con qualche spegnimento di motore ed un affidamento massiccio alle scie”.

“Io non sarei riuscito a farlo, ma Niko ce l’ha fatta. È andata molto bene, abbiamo tagliato il traguardo con mezzo litro di carburante, quindi non avevamo margine nemmeno per fare il giro di rientro. Non sono mai stato così felice dopo una gara virtuale o nemmeno dopo una gara vera, perché è stato un evento epico. La griglia era così ampia, il livello era altissimo. È stata la più grande gara virtuale mai fatta prima d’ora. Quando noi [Rebellion] abbiamo visto che sarebbe stata disputata la Le Mans, ho subito detto che avremmo dovuto partecipare con un team vero e proprio e con Williams Esports abbiamo trovato un modo per farlo insieme”.

Wisniewski è rimasto stupito dal lavoro di Deletraz e Marciello e crede che siano stati due dei piloti reali più forti a competere nella gara dopo le sue riserve iniziali sul fatto che competessero piloti veri in gare virtuali. Ha affermato: “I piloti professionisti hanno fatto davvero un ottimo lavoro. All’inizio ho pensato che condividere la macchina con due piloti reali fosse insidioso, magari andavano lenti e noi volevamo ottenere il risultato migliore”.

“Kuba ed io sapevamo di avere l’esperienza ed il passo per essere almeno sul podio, ma fortunatamente abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con coloro che credo siano i due piloti professionisti migliori della griglia. Quello che abbiamo visto in gara è stato un buon passo, molto simile fra noi quattro. Quindi sono contento di avere quei ragazzi nel team. Inoltre sono stati costanti, intelligenti, non hanno commesso errori stupidi né fatto danni. Quindi è stato un vero piacere lavorare con loro”.

Video: con Ferrari alla 24 Ore di Le Mans Virtuale

Articolo precedente

Video: con Ferrari alla 24 Ore di Le Mans Virtuale

Prossimo Articolo

Il capo di rFactor spiega i problemi di Alonso e Verstappen

Il capo di rFactor spiega i problemi di Alonso e Verstappen
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Le Mans , eSports
Evento 24h di Le Mans Virtuale
Autore Josh Suttill