GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
73 giorni
Formula 1
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
MotoGP
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
2 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
9 giorni
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
38 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
10 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
25 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
79 giorni

MotoGP virtuale: Bagnaia vince in volata su Viñales in Austria

condivisioni
commenti
MotoGP virtuale: Bagnaia vince in volata su Viñales in Austria
12 apr 2020, 14:00

Francesco Bagnaia conferma il dominio Ducati al Red Bull Ring vincendo la gara di MotoGP virtuale disputata oggi dai piloti via playstation. Viñales è secondo dopo un grande duello con Pecco, mentre Alex Marquez è terzo. Valentino ritirato.

Francesco Bagnaia conquista il successo al secondo appuntamento della stagione virtuale MotoGP che si è svolto al Red Bull Ring, confermando lo strapotere di Ducati non solo sulla pista ma anche nel videogioco. L’italiano del team Pramac partiva da favorito e ha battuto i suoi avversari che oggi si sono dati battaglia per intrattenere il pubblico durante questo stop forzato del campionato.

Il pilota del team Pramac si è imposto partendo dalla pole position e riuscendo a contenere gli avversari, decisamente aggressivi ed agguerriti. Il più insidioso è stato senza dubbio Maverick Viñales, che ha insidiato la leadership dell’italiano dal semaforo alla bandiera a scacchi. Nonostante Pecco avesse preso margine a metà gara, qualche errore di troppo ha permesso al portacolori Yamaha di avvicinarsi e tentare il sorpasso.

Il duello tra Viñales e Bagnaia ha acceso gli ultimi due giri della gara al Red Bull Ring. Il pilota Ducati ha però ha avuto la meglio anche grazie ad una caduta dello spagnolo, che ha perso il controllo della sua M1 proprio nel finale. I due però sono stati protagonisti di un arrivo in volata, con Pecco vincitore per soli 74 millesimi.

Non solo Viñales: tante le cadute in questa gara austriaca. Il pilota che è finito a terra più volte è Fabio Quartararo, solo quinto al traguardo dopo aver accusato qualche difficoltà ed essere stato protagonista di una grande scivolata in partenza che ha coinvolto quasi tutti i piloti. Alla prima curva infatti molti piloti sono finiti a terra dopo numerosi contatti, restando così costretti a disputare una gara in salita.

Alle spalle dei due contendenti alla vittoria troviamo Alex Marquez, che sale sul terzo gradino del podio virtuale. Ancora un ottimo risultato per il giovane esordiente, vincitore dello scorso appuntamento al Mugello. Il pilota Honda precede il fratello e compagno di squadra Marc Marquez, quarto a ben 12.5 secondi dal vincitore. I due alfieri HRC hanno dovuto difendersi dagli attacchi decisamente aggressivi di Takaaki Nakagami, che in sella all’altra RC213V ha buttato a terra i compagni di marca più volte. Il giapponese risulta però non classificato alla fine della gara.

Non un risultato positivo nemmeno per gli altri due piloti Ducati: Danilo Petrucci ha accusato qualche difficoltà nella gestione del joystick e, dopo vari errori e scivolate, è fuori classifica. Stessa sorte per Michele Pirro, non classificato. Petrux è stato protagonista di una caduta nel finale insieme a Valentino Rossi, decisamente più performante in pista che alla play station. I due connazionali si sono toccati proprio a pochi metri dal traguardo, perdendo ogni possibilità di riscatto dopo una gara faticosa.

Il Dottore è fuori classifica alla sua prima gara virtuale ufficiale, mentre si confermano in ottima forma i giovani, chiaramente più abituati alla MotoGP in versione videogioco.  

Prossimo Articolo
Le stelle di F1 raccolgono 33.000 $ con la Race for the World

Articolo precedente

Le stelle di F1 raccolgono 33.000 $ con la Race for the World

Prossimo Articolo

eSport: insulto razzista, NASCAR e Ganassi sospendono Larson

eSport: insulto razzista, NASCAR e Ganassi sospendono Larson
Carica commenti