Moto3: Rodrigo vince il GP virtuale di Jerez

Gabriel Rodrigo si aggiudica la prima gara virtuale di Jerez, davanti ad Albert Arenas ed Augusto Fernandez. Vittoria polemica per l’argentino, che nelle fasi finali butta giù Fernandez. Delusione per Foggia, fuori dalla gara per perdita di connessione.

Moto3: Rodrigo vince il GP virtuale di Jerez

Il motomondiale inaugura maggio con il Gran Premio di Spagna a Jerez de la Frontera, ma l’emergenza COVID-19 ha costretto il campionato a fermarsi. L’appuntamento andaluso però va in scena ugualmente ed alcuni piloti si sfidano oggi per il gran premio virtuale. Sulla pista spagnola, la domenica di gara inizia con la Moto3, che ha visto sfidarsi alcuni dei top riders con l’edizione 2020 del gioco.

A vincere la gara della classe più leggera del mondiale è Gabriel Rodrigo, un successo ‘polemico’ a causa delle penalità accumulate e del contatto nella seconda metà di gara con Augusto Fernandez, quando i due erano in lotta per la prima posizione. L’argentino comunque si aggiudica la prima gara esport della Moto3, dopo essere scattato dalla pole position.

Grande recupero per Rodrigo, che in partenza resta nelle retrovie, ma risale fino alla testa. Sul ‘podio’ con lui troviamo Albert Arenas, secondo, mentre Augusto Fernandez riesce ad essere terzo nonostante la caduta nel contatto con l’argentino. Fernandez paga 5.4 secondi dal vincitore e limita i danni dopo essere stato in testa per gran parte della gara.

Chi invece non festeggia è Dennis Foggia. Il giovane pilota romano era stato autore di una splendida partenza e comandava la gara fino a quando non perde la connessione. Riesce a recuperare e torna in pista per poco, ma il wifi lo abbandona definitivamente e la sua moto impazzisce, scagliandosi sugli avversari e buttandone a terra molti. Foggia è costretto così ad abbandonare la gara, perdendo l’opportunità di vincere.

Resta fuori dal podio Denis Oncu: il turco viene buttato giù alla prima curva, per poi riprendere la via della pista ed iniziare la sua rimonta. Al traguardo però è quarto davanti ad un agguerritissimo Tony Arbolino, sempre in bagarre con gli avversari. L’italiano non si tira indietro quando si tratta di lottare e resta davanti a Niccolò Antonelli, sesto.

Antonelli agguanta la sesta posizione finale nonostante una caduta nelle fasi finali, dopo un contatto con Alonso Lopez. Quest’ultimo, insieme ad Arenas e Oncu, è l’unico senza penalità, mentre tutti gli altri piloti hanno una reprimenda per aver tagliato la pista troppe volte.

condivisioni
commenti
IndyCar Esports: Lando Norris furioso con Pagenaud
Articolo precedente

IndyCar Esports: Lando Norris furioso con Pagenaud

Prossimo Articolo

Moto2: Baldassarri trionfa a Jerez nel GP virtuale

Moto2: Baldassarri trionfa a Jerez nel GP virtuale
Carica commenti