Esports, Leclerc contro Albon: "Mi hai fatto un Verstappen!"

condivisioni
commenti
Esports, Leclerc contro Albon: "Mi hai fatto un Verstappen!"
Di:
19 apr 2020, 09:45

Nel GP d'Austria virtuale, Albon si è difeso nei confronti di Leclerc imitando la manovra fatta realmente contro il ferrarista, ma dal compagno di squadra Max Verstappen.

L'esport si sta rivelando non solo un buon metodo per i piloti per divertirsi e per gli appassionati di seguire da vicino i momenti ludici dei loro beniamini, ma anche per raccogliere fondi destinati alla lotta contro il COVID-19 e regalare alle persone qualche attimo di spensieratezza in queste settimane così difficili.

Nella gara andata in scena poco più di 24 ore fa sul tracciato virtuale del Red Bull Ring, è andato in scena un duello davvero appassionante. Per un momento è sembrato un deja-vu. Stiamo parlando della manovra con cui Alexander Albon, pilota della Red Bull, ha compiuto per difendersi dagli attacchi di Charles Leclerc.

Il thailandese della Red Bull ha chiuso in maniera perentoria il monegasco, spingendolo fuori pista. Una manovra già vista, fatta pochi mesi fa proprio al Gran Premio d'Austria ai danni del ferrarista, ma da parte di Max Verstappen.

Non a caso, Leclerc ha reagito alla manovra di Albon dicendo: "Mi hai fatto un Verstappen!", associando la difesa del thailandese a quella dell'olandese, dandole addirittura il cognome del pilota che l'ha sdoganata. Un bel siparietto: chissà come l'avrà presa Max...

Intanto le gare Esport a cui ha partecipato Charles lo hanno consacrato campione, ma, la cosa davvero importante, è legata alla quantità di denaro raccolta che sarà poi devoluta all'Organizzazione Mondiale della Sanità per combattere il COVID-19, circa 72.000 euro.

 
Maximilian Gunther domina l'E-Prix virtuale di Monaco

Articolo precedente

Maximilian Gunther domina l'E-Prix virtuale di Monaco

Prossimo Articolo

Leclerc ci ha preso gusto: è bis nel GP della Cina Virtuale

Leclerc ci ha preso gusto: è bis nel GP della Cina Virtuale
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1 , eSports
Autore Giacomo Rauli