Priaulx: “Il successo della F.E dimostra che gli eSports non vanno sottovalutati”

In occasione della presentazione della Le Mans Esports Series a Silverstone, il pilota ufficiale della Ford nel WEC ha elogiato la serie “full electric” per la propria capacità di crescita...

Priaulx: “Il successo della F.E dimostra che gli eSports non vanno sottovalutati”
Carica lettore audio

Nel corso del lancio della Le Mans eSports Series e di una sfida al simulatore con l’amico Darren Turner, pilota ufficiale della Aston Martin, Andy Priaulxha trovato il tempo per parlare di Formula E e per sottolineare come la categoria elettrica sia riuscita a vincere lo scetticismo iniziale.

“Dovremmo tutti prestare più attenzione agli eSports”, ha affermato a Motorsport.com l’inglese.

“In principio anche della Formula E si diceva che non avrebbe funzionato ed invece guardate dove è arrivata. Lo stesso accadrà per gli eSports. Rendono l'automobilismo più accessibile per i fan e il pubblico e dà a tutti l’opportunità di mettersi in luce e divertirsi. Noi siamo stati fortunati a correre veramente, ma anche al simulatore può essere lotta serrata, se la competizione è di alto livello e si è sotto pressione”.

#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell

#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell

Photo by: Marc Fleury

Le capacità si possono trasferire nella realtà

Il tre volte campione WTCC ha quindi ammesso di utilizzare il simulatore per migliorare le proprie capacità di concentrazione e guida sotto stress.

“Negli ultimi 5 anni l’ho usato molto”, ha aggiunto.

“Ti consente di fare pratica. Alcune delle abilità richieste come la focalizzazione, la riduzione degli errori, la memorizzazione del circuito e delle linee da seguire sono certamente trasferibili. È vero, le sensazioni si possono provare solo in pista, ma il software sta evolvendo e migliorando. Si sta avvicinando alla realtà”. 

condivisioni
commenti
Ferrari: strepitosa vittoria firmata da Pier Guidi e Calado a Silverstone nella classe GTE-Pro
Articolo precedente

Ferrari: strepitosa vittoria firmata da Pier Guidi e Calado a Silverstone nella classe GTE-Pro

Prossimo Articolo

Aston Martin: il progetto hypercar non prenderà il posto dei programmi GT

Aston Martin: il progetto hypercar non prenderà il posto dei programmi GT