1° Real Virtual Rally Race: sfida per campioni veri

condivisioni
commenti
1° Real Virtual Rally Race: sfida per campioni veri
Di:
25 giu 2020, 11:18

Anche il mondo del rally ha aperto al virtuale con questa bella manifestazione che ha avuto per protagonisti piloti e navigatori reali.

Il virtuale in questi ultimi tempi è sulla bocca di tutti, dalla F1 alla 24H di Le Mans, al GT e tanto altro. Non si è mai parlato di rally e a tal proposito, il 12 e 13 giugno si è svolto il primo evento rally virtuale con piloti e navigatori reali.

La sede della “competizione”, il quartier generale della Eta Beta Rally Academy in provincia di Treviso, per la precisione a San Vendemiano. Nata e sviluppata da un’idea di Federico Bologni e Massimo Foffano di Freem.

Federico si è impegnato, in questi ultimi anni, nello sviluppo di un simulatore da rally. Non un simulatore come gli altri, una vera e propria postazione di guida professionale. Il lavoro ovviamente è più complesso, rispetto ad uno per la pista con una quantità di variabili maggiori rispetto alla pista che vanno dalle reazioni della vettura al comportamento degli pneumatici sui vari tipi di fondi, a volte risultano misti e quindi la vettura cambia reazioni.

Per fare un esempio, nella prova spettacolo il fondo era terra-asfalto, gli pneumatici erano da terra e una volta sull’asfalto la vettura sembrava galleggiare e il tipo di guida si è dovuto adattare alle nuove condizioni, come in una prova reale. Insieme ad Eta Beta e Freem, +Note, Body Evedicence con il Dott. Luca Baldassarri, Werden e Your Powerful Identity. A partecipare alla prima mondiale, equipaggi al Top, Somaschini-Lombardi Basso-Granai Longhi-Avrini Travaglia-Nalli Bonanomi-Pirollo Scandola-Scandola Riccio-Rossetto Versace-Caldart e Bettega-Scattolin.

La manifestazione si è svolta nel rispetto delle direttive, con mascherine, gel, sanificazioni delle postazioni e distanze di sicurezza. Evento su due giorni che ha preso il via venerdì 12 con le prove libere, momento in cui gli equipaggi hanno preso confidenza con le prove speciali, repliche dettagliate di quelle del mondiale.

Si poteva provare solo su due speciali, una su asfalto e una su terra. A seguire ci sono state le ricognizioni, dove pilota e navigatore hanno preso le note, con passaggi a bassa velocità e trascritte con assoluto dettaglio. Proprio questo aspetto rispecchia quello che la Eta Beta Rally Academy si prefigge, formare piloti e navigatori, tra questi ci sono insegnanti del calibro di Gigi Pirollo, Simone Scattolin, Giandomenico Basso, Piero Longhi e Renato Travaglia.

Un ruolo, quello del navigatore molto importante se non fondamentale. Importante anche il contributo del Dott. Baldassarri che da optometrista collabora con la scuola, attraverso metodi di visione che aiutano sia i piloti che i navigatori.

Tornando alla competizione, dopo le note, i nove equipaggi in gara hanno effettuato lo shake down divisi in due gruppi e tre passaggi a testa, con il migliore valido per l’ordine di partenza. Sei le prove speciali, divise equamente tra terra e asfalto, con la settima su terreno misto terra asfalto. Come già accennato, le prove speciali erano fedeli a quelle del mondiale, tre ripetute due volte e in più la prova spettacolo.

A partire davanti è stata la coppia Bonanomi-Pirollo seguiti da Longhi-Avrini e Scandola-Scandola. La gara è stata molto tirata, gli equipaggi hanno provato fino alla fine a inseguire la lepre Bonanomi che sembrava viaggiare con un altro passo. Longhi si è fatto sotto ma qualche errorino gli ha fatto perdere la possibilità di agganciare la testa della classifica.

Fra tutti comunque è stata lotta senza esclusioni di colpi, l’attenzione, la velocità lo scandire delle note hanno fatti si che questo evento fosse il più reale possibile. La competizione è sempre stata massima e alla fine Bonanomi-Pirollo sono stati i vincitori. È stato un momento per parlare di programmi, per Rachele Somaschini c’è la volontà di partecipare all’Europeo, da definire la vettura e soprattutto la navigatrice, per impegni di lavoro Chiara Lombardi non sarà al suo fianco.

Un evento ben riuscito e sicuramente c’è volontà da parte di Eta Beta e Freem e di tutti i partner di mettere in cantiere la seconda edizione.

Scorrimento
Lista

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
1/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
2/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
3/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
4/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
5/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
6/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
7/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
8/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
9/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
10/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
11/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
12/13

Real Virtual Rally Race

Real Virtual Rally Race
13/13
RoC virtuale: presenti Kristoffersson, Felix da Costa e Albuquerque

Articolo precedente

RoC virtuale: presenti Kristoffersson, Felix da Costa e Albuquerque

Prossimo Articolo

Gasly: "Le Mans virtuale stupenda. Voglio fare quella vera"

Gasly: "Le Mans virtuale stupenda. Voglio fare quella vera"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie eSports
Autore Stefano Reali