Roma, PS3: Lukyanuk vince e allunga, fuori Scandola

condivisioni
commenti
Roma, PS3: Lukyanuk vince e allunga, fuori Scandola
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
21 lug 2018, 10:10

Il russo precede ancora Gryazin ed incrementa il margine, Basso sale terzo davanti a Campedelli ed Andreucci, mentre la gara perde il veneto della ŠKODA. Bene Ingram e Kreim, risalgono Magalhães e Nordgren. Érdi Jr suda freddo in ERC2.

Con il successo cronometrico nella PS3 "Roccasecca-Colle San Magno 1" (13,93km), Alexey Lukyanuk consolida la propria leadership al Rally di Roma Capitale, quinto round del FIA European Rally Championship che vede il pilota della Russian Performance Motorsport precedere ancora al traguardo Nikolay Gryazin.

Al volante della sua Ford Fiesta R5, il russo ha guadagnato 3"1 sulla ŠKODA Fabia R5 del connazionale griffato Sports Racing Technologies, che ora insegue a 7"8 in classifica generale pur mantenendo comunque il primato in Classe ERC Junior Under 28.

Sale invece sul podio virtuale e al comando del CIR Giandomenico Basso, che con la ŠKODA Fabia R5 preparata dagli uomini della Metiorsport.it/Movisport ha approfittato del tempo alto ottenuto da Paolo Andreucci in questa prova per superarlo. Il toscano della Peugeot è scivolato con la sua 208 T16 quinto cedendo anche la quarta piazza alla Ford Fiesta R5 di Simone Campedelli (Orange1 Racing).

Il terzetto di italiani perde il loro collega Umberto Scandola, fermatosi lungo il percorso per problemi tecnici accusati dalla propria ŠKODA Fabia R5 ufficiale. Sale così sesto Chris Ingram con quella della Toksport WRT, il quale mantiene sempre il secondo posto in ERC Junior U28 allundando leggermente su Fabian Kreim (ŠKODA Auto Deutschland).

La Top10 è completata da altre ŠKODA: ottava abbiamo quella di Grzegorz Grzyb (Rufa Sport), seguita a ruota dalle Fabia R5 di un Bruno Magalhães (ARC Sport) in rimonta e da Juuso Nordgren (Wevers Sport).

Grande spavento per Laurent Pellier, finito fuori strada fra gli alberi: fortunatamente il pilota della Peugeot Rally Academy non si è fatto nulla, cosa che invece non si può dire della sua 208 T16...

 

In Classe ERC2 la Mitsubishi Lancer EVO X di Tibor Érdi Jr sta avendo alcuni problemi al differenziale e l'ungherese cercherà di fare il possibile per portarla alla fine del primo loop odierno di Speciali. Il leader della categoria vede così avvicinarsi quella di Juan Carlos Alonso, vittorioso in PS e ora a 19"5 dalla vetta. Conquista invece il terzo gradino del podio di categoria Csaba Juhász approfittando dei problemi ai freni e della rottura di un cerchio da parte di Sergei Remennik (Russian Performance Motorsport).

Cambio al vertice dell'ERC Junior Under 27 - ERC3: Simon Wagner è finito fuori strada con la Peugeot 208 R2 del Saintéloc Junior Team fermandosi lungo il percorso, dunque passa in testa la Opel Adam R2 dell'ADAC Opel Rallye Junior Team guidata da Mārtiņš Sesks, che grazie al successo cronometrico si è messo alle spalle quella privata di Sindre Furuseth, mentre il podio viene completato dall'altro pilota marchiato ADAC Opel Rallye Junior Team, Tom Kristensson. Il trio è racchiuso in appena 7"9 e a ridosso di loro c'è Efrén Llarena (Peugeot 208 R2 - Rally Team Spain), con Mattia Vita (Peugeot 208 R2) che sale settimo.

Nell'ERC Ladies' Trophy sempre primissima la Peugeot 208 R2 di Catie Munnings (Saintéloc Racing) che ha allungato a +56"4 sulla Citroën DS3 R3T di Emma Falcón, la quale accusa la rottura di un cilindro.

ERC - Roma: PS3

Prossimo articolo ERC
Roma, PS2: gioia per Campedelli, Lukyanuk al comando

Previous article

Roma, PS2: gioia per Campedelli, Lukyanuk al comando

Prossimo Articolo

Roma, PS4: guida sempre Lukyanuk, Gryazin rompe e Campedelli è secondo

Roma, PS4: guida sempre Lukyanuk, Gryazin rompe e Campedelli è secondo
Carica commenti