Remennik: "In Polonia per continuare a crescere"

condivisioni
commenti
Remennik:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
28 lug 2017, 06:10

Il russo non ha visto il traguardo nelle gare di Cipro e Grecia, ma non si abbatte e al Rally Rzeszow vuole continuare ad essere protagonista in ERC2, nonostante la corsa al titolo si sia fatta praticamente impossibile.

Sergey Remennik è reduce da due ritiri consecutivi nelle ultime gare del FIA European Rally Championship, ma resta ancora convinto di poter essere protagonista.

Il russo non è riuscito a vedere il tragurdo nè in Grecia e nè a Cipro, scivolando quindi indietrissimo nella classifica dell'ERC2.

Ora ci sarà il Rally Rzeszow, appuntamento che secondo il suo programma servirà comunque per crescere e continuare a migliorare.

"I nostri piani non sono cambiati - ha detto Remennik - Volevamo fare tutte le gare dell'ERC2 e finirle. Purtroppo non ci siamo riusciti nelle ultime due occasioni, ma visti i risultati in generale arrivati a questo punto del campionato, posso dire che siamo competitivi e in grado di terminare l'anno sul podio. Vincere sarà durissima, ma siamo solo all'inizio di un programma biennale".

Il pilota della Russian Performance Motorsport in Polonia ritroverà anche il suo mentore, Alexey Lukyanuk, al rientro dopo il grave infortunio patito settimane fa.

"Sono molto contento che tutto il team RPM sia finalmente riunito e presente al gran completo. Il recupero di Alexey è stato impressionante e sono felicissimo che possa correre in Polonia. Senza di lui abbiamo faticato molto".

Prossimo articolo ERC

Su questo articolo

Serie ERC
Evento Rally Rzeszow
Piloti Sergey Remennik
Team Russian Performance Motorsport
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Preview