Rally di Ypres, una sfida "classica" nelle campagne del Belgio

Il prossimo weekend ci aspetta un interessantissimo Kenotek by CID LINES Ypres Rally, uno dei grandi appuntamenti asfaltati d'Europa.

Rally di Ypres, una sfida "classica" nelle campagne del Belgio

Il FIA European Rally Championship si sposta in Belgio per affrontare il Kenotek by CID LINES Ypres Rally (23-25 giugno).

Parecchi nomi noti hanno deciso di iscriversi, primo fra tutti Freddy Loix, a caccia della sua 11a vittoria sulle strade asfaltate di casa, la quarta di fila. A contendergliela vedremo Alexey Lukyanuk, che avrà la possibilità di scavalcare in classifica il suo rivale principale Kajetan Kajetanwicz, che non ha incluso Ypres nel suo programma 2016. Grande lotta attende anche i giovani dell’ERC Junior, Classe nella quale fino ad ora abbiamo visto due vincitori diversi e cinque concorrenti salire sul podio nei primi due round stagionali.

LA SFIDA
La prima edizione del leggendario Ypres Rally risale al 1965 e dal 1974 fa parte degli appuntamenti dell’ERC. Partenza, arrivo e parco assistenza sono al Grote Markt, nel centro storico della città di Ypres. Il programma prevede 17 PS lungo le veloci e strette stradine di campagna delle Fiandre. I pericoli maggiori sono rappresentati da fossi, canaline di scolo, pali del telegrafo e incroci.

Giovedì si inizia con i 4,79km della Qualifying Stage alle 19;30, dopo la quale i primi 15 potranno scegliere l’ordine di partenza della prima tappa. La gara si svilupperà su 250km da affrontare in sole 30 ore di competizioni; venerdì alle 16;54 avremo la prima delle 7 PS iniziali, mentre sabato il rally proseguirà con le restanti 10.

I PROTAGONISTI
Stéphane Lefebvre (Citroën DS3 R5): Il francese debuttò nel 2014 vincendo la Classe ERC Junior e oggi è una delle punte della Citroën nel WRC (come Craig Breen, vincitore del Circuit of Ireland). Lo scorso anno ebbe guai per una foratura, dunque lecito pensare che il giovane transalpino voglia rifarsi a modo.

Alexey Lukyanuk (Ford Fiesta R5): Non ci sono stati molti russi che hanno corso ad Ypres in passato, ma Alexey ha già vinto due gare su asfalto nell’ERC e trovandosi a -15 dalla vetta in classifica piloti sicuramente vorrà cercare di raccogliere punti preziosissimi.

Freddy Loix (ŠKODA Fabia R5): Il belga parte ovviamente tra i favoritissimi, avendo vinto 10 volte questo evento (le ultime tre consecutivamente). Il suo soprannome è “Fast Freddy” e nonostante l’età non più giovanissima resta uno dei migliori piloti del Belgio.

Bryan Bouffier (Gemini Clinic Rally Team, Citroën DS3 R5): Il francese torna in azione nell’ERC ad Ypres, gara che lo vide terminare secondo nel 2015. Dopo essere stato battuto dal solito Loix, chissà che stavolta non tocchi a lui.

Jaromír Tarabus (T&T Czech National Team, ŠKODA Fabia R5): Il ceco ha alle spalle sette Rally di Ypres e quest’anno è passato ad una vettura R5, con la quale ha concluso terzo l’Acropolis Rally.

GLI SFIDANTI
In Belgio vedremo in azione diversi piloti protagonisti all’ultimo Rally delle Azzorre: Dávid Botka (Botka Rally Team, Citroën DS3 R5) ad esempio, il quale ha terminato quarto davanti a Jaroslav Orsák (Kimi Racing, Ford Fiesta R5). Antonín Tlusťák (Tlusťák Racing, Fabia R5) ha concluso in Top10, mentre Tomasz Kasperczyk (Tiger Energy Drink Rally Team, Fiesta R5) spera di tornarci proprio ad Ypres. L’olandese Hermen Kobus (Fabia R5) finì quarto questa gara nel 2014, la stessa posizione occupata ad inizio anno al Rally Islas Canarias. Marty McCormack ha mostrato di essere molto veloce nonostante guidi una vecchia Fabia S2000, auto utilizzata anche lo scorso anno in Belgio. Stesso mezzo anche per Petter Kristiansen. Occhio ai tanti piloti di casa, come Kris Princen (Peugeot Belgium Luxembourg, 208 T16), Pieter Tsjoen (Fiesta R5) e Patrick Snijers (208 T16). Dopo il terzo posto del 2015, Vincent Verschueren vuole migliorare al volante della sua Fabia R5. Presenti anche Melissa Debackere, Ghislain De Mevius e Didier Duquesne, con Bernd Casier, Cédric Cherain, Claudie Tanghe e Davy Vanneste in azione con le rispettive Fiesta R5. Il giovane Kevin Demaerschalk e Guillaume Dilley correranno con una DS3 R5, la stessa macchina che avrà anche il greco Jourdan Serderidis.

ERC JUNIOR: INGRAM GUIDA IL BATTAGLIONE DEI GIOVANI
L’ERC Junior Championship ha visto grande lotta fra i partecipanti nelle prime due gare dell’anno. Due secondi posti hanno consentito a Chris Ingram di issarsi in vetta alla categoria, ma il ragazzo dell’ADAC Opel Rallye Junior Team in Belgio dovrà combattere nuovamente con le Adam R2 guidate dai suoi compagni di squadra Marijan Griebel e Julius Tannert, secondo e terzo ad Ypres un anno fa. Łukasz Pieniążek (Adam R2) e Diogo Gago (Peugeot 208 R2) vanno invece a caccia della loro seconda vittoria, mentre Steve Røkland sarà al secondo rally con la Ford Fiesta R2T della M-Sport. Nikolay Gryazin e Joonas Tokee (entrambi su 208 R2) hanno già mostrato ottime velocità, così come Marco Cid (208 R2) e Dominik Brož (Fiesta R2), i quali vogliono accumulare altra esperienza. L’elenco di Ypres vedrà al via anche Callum Devine (Adam R2), Catie Munnings (208 R2) e l’ungherese Kristóf Klausz (208 R2), al ritorno nell’ERC

ÉRDI PRONTO A FARE IL BIS IN ERC2
Con Wojciech Chuchała che si prenderà una pausa per l’estate, la Classe ERC2 vedrà favorito Tibor Érdi Jr (Mitsubishi Lancer Evo X), vittorioso 12 mesi fa ad Ypres. A contendergli la vittoria ci sarà Giacomo Scattolon (Evo IX).

BOSTANCI A CACCIA DEL SUCCESSO IN ERC3
Vittorioso in Classe ERC3 all’Acropolis Rally, Murat Bostanci (Castrol Ford Team Turkiye, Fiesta R2T) se la dovrà vedere con i ragazzi dell’ERC Junior, così come il Campione sloveno Aleks Humar, passato ad una Renault Clio R3T, e gli ungheresi delle 208 R2, László Némét e Gergely Fogasy. Occhio al belga Polle Geusens e alla sua Fiesta R2T.

condivisioni
commenti
Ecco la Hyundai i20 R5 che correrà ad Ypres!
Articolo precedente

Ecco la Hyundai i20 R5 che correrà ad Ypres!

Prossimo Articolo

Botka: "Ad Ypres fiducioso, avrò una vettura più potente"

Botka: "Ad Ypres fiducioso, avrò una vettura più potente"
Carica commenti