Estonia, una sfida sterrata a tutta velocità!

Il prossimo weekend si svolgerà l'auto24 Rally Estonia, una delle gare su terra più veloci del mondo dove i protagonisti potrebbero essere tanti e gli outsider ancor di più.

Il FIA European Rally Championship si appresta ad affrontare la seconda metà di stagione sui velocissimi sterrati dell’auto24 Rally Estonia (15-17 luglio).

Alexey Lukyanuk tornerà in azione sui percorsi che lo videro vincitore nel 2015; il russo proverà a mettere ulteriore pressione a Kajetan Kajetanowicz, che nella lotta per il titolo piloti ERC lo precede di 15 lunghezze. Entrambi, però, dovranno vedersela con Ralfs Sirmacis (al trionfo in ERC Junior lo scorso anno) e i protagonisti locali, in particolare quelli della Classe ERC2.

La sfida
Dal 2014 l’auto24 Rally Estonia è entrato a far parte del calendario ERC con i suoi bellissimi percorsi sterrati, contraddistinti da altissime velocità e salti mozzafiato che divertono sempre il folto pubblico presente. La base sarà Otepää, ma inizio e fine si svolgeranno a Tartu, la seconda città più grande dell’Estonia. Dopo i 2,95km della Qualifying Stage (nella quale i primi 15 potranno scegliere l’ordine di partenza della prima tappa) in programma venerdì 15 luglio, i concorrenti si ritroveranno ad affrontare 211,45km di gara in 16 PS. Si partirà venerdì sera con una SuperSpeciale lungo le strade di Tartu, proseguendo poi sabato con altre 9 PS, fra cui avremo due passaggi sulla più lunga, la Rüa (30km), per terminare ancora una volta in città, ad Elva. Domenica si svolgeranno invece le restanti 6 PS.

I favoriti
Kajetan Kajetanowicz (LOTOS Rally Team, Ford Fiesta R5): Fresco di debutto nel WRC in Polonia e desideroso di difendere il proprio titolo ERC, Kajetanowicz in Estonia correrà per la seconda volta in carriera cercando di conquistare il primo successo stagionale.

Alexey Lukyanuk (Ford Fiesta R5): Il russo ha vinto il Campionato Estone in passato e per lui sarà come l’evento di casa. Nel 2015 ottenne un incredibile successo con una Mitsubishi di Gruppo N.

Ralfs Sirmacis (Sports Racing Technologies, ŠKODA Fabia R5): Il giovane lettone ha debuttato nella prima Classe ERC in Grecia e tornerà in azione sui percorsi che lo videro trionfare in ERC Junior nel  2015.

Jaromír Tarabus (T&T Czech National Team, ŠKODA Fabia R5): Il ceco ha mostrato ottime cose al volante della sua nuova Fabia R5, in particolare all’Acropolis Rally dove ha terminato sul podio. Per lui sarà il secondo rally in Estonia in carriera.

Raul Jeets (Sports Racing Technologies, ŠKODA Fabia R5): L’estone concluse sesto davanti ai suoi tifosi nel 2015 e correndo con la ŠKODA Fabia R5 gemella di quella affidata a Sirmacis, le sue ambizioni saranno certamente altissime.

Gli sfidanti
Fra i piloti di casa non mancherà Sander Pärn (SP Rally Project, Ford Fiesta R5), vincitore della Classe ERC 2WD nel 2014 e voglioso di riscattare il precoce ritiro del 2015, quando un incidente nello shakedown lo costrinse a rinuciare all’evento. José Antonio Suaréz sarà al via con la 208 T16 della Peugeot Rally Academy. Presenti anche i polacchi Jarosław Kołtun (C-Rally) e Tomasz Kasperczyk (Tiger Energy Drink Rally Team) con le rispettive Fiesta R5, già viste in Top10 quest’anno. Come loro la Fiesta R5 verrà guidata anche da Łukasz Habaj, il quale cambia vettura dopo aver dominato in Classe ERC3 il Rally Islas Canarias El Corte Inglés. Presente come sempre anche Antonín Tlusťák (Tlusťák Racing, ŠKODA Fabia R5). Debutto per i giapponesi Hiroki Arai e Takamoto Katsuta (Fiesta R5), allenati da Tommi Mäkinen nel programma messo in piedi da Toyota.

ERC Junior: quale giovane vincerà stavolta?
Nei primi tre appuntamenti con l’ERC Junior Championship 2016 abbiamo avuto tre vincitori diversi. Il leader Chris Ingram ha ottenuto tre secondi posti ed è desideroso di mettersi in mostra, ma ad Ypres abbiamo visto in forma anche i suoi compagni dell’ADAC Opel Rallye Junior Team, con Marijan Griebel vincitore al volante della Adam R2 ufficiale e Julius Tannert terzo. Occhio anche a Łukasz Pieniążek, primo al Circuit of Ireland. Steve Røkland tornerà sulla sua Peugeot 208 R2 dopo l’incidente patito in Irlanda del Nord. La stessa vettura verrà utilizzata anche da Nikolay Gryazin (Sports Racing Technologies). Il finlandese Joonas Tokee ha mostrato ottime cose con la 208 e in Estonia troverà percorsi molto simili a quelli del suo paese. Debutto per Alex Forsström con una Opel, il quale in Estonia ha già avuto modo di correre parecchio in passato. Miko-Ove Niinemäe (Peugeot) e Gustav Kruuda (Ford Fiesta R2T) saranno invece protagonisti sulle strade di casa. Niinemäe concluse terzo in ERC Junior nel 2015, mentre Kruuda è il fratello di Karl (stella del WRC), e ha già alle spalle due Rally di Estonia nonostante i soli 18 anni. Attenzione anche a Dominik Brož (Fiesta R2), quarto in classifica, e a Marco Cid, messo K.O. in Belgio da problemi al motore della sua Peugeot. Kristóf Klausz (208) si prepara ad affrontare la seconda gara dell’anno in ERC Junior.

In ERC2 si prova a imitare Lukyanuk
La vittoria ottenuta da Alexey Lukyanuk in ERC2 nelle ultime due edizioni del Rally di Estonia farà sì che tra i favoriti avremo anche i piloti di questa categoria. Rainer Aus terminò sul podio nel 2015 con la sua Mitsubishi Lancer Evolution IX, ma stavolta dovrà incrociare le armi con Siim Plangi (Evo X) ed Egon Kaur (Evo IX). Un altro pilota di casa da tenere d’occhio sarà Mait Maarend (Evo X), visto in azione anche nel WRC. Al debutto con le rispettive Lancer Evo X avremo invece Filip Nivette e Aron Domżała.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento auto24 Rally Estonia
Sub-evento Presentazione
Articolo di tipo Preview