Valais, PS11-12: Bene Breen, Lukyanuk è secondo

Valais, PS11-12: Bene Breen, Lukyanuk è secondo

Mentre l'irlandese continua ad allungare, il russo supera Burri e un grande Bergkvist sale 4° davanti a Delecour.

Terza ed ultima Tappa del Rallye International du Valais, round finale dell'ERC 2015, che si è aperta con le PS "Champex-Lac" (14,98Km) e "Bruson" (10,15Km), difficili soprattutto per l'umido e lo sporco in traiettoria.

Craig Breen (Peugeot Rally Academy) continua la sua cavalcata verso il successo; al volante della 208 T16 ufficiale, l'irlandese si è portato a casa entrambe le PS ed incrementando il margine sugli inseguitori.

Parlando proprio di questi, dietro a Breen si sta infiammando (in tutti i sensi) la lotta per le posizioni sul podio. Alexey Lukyanuk (RPM) è riuscito a portare la sua Ford Fiesta R5 in seconda piazza (+1'18"7) scavalcando la Citroën DS3 RRC di Olivier Burri (D-MAX Swiss), giunta al traguardo con un piccolo principio d'incendio sui freni anteriori. Lo svizzero, autore di un testacoda nella PS11, è comunque ad 1"2 dal russo.

Non pare essere decisamente la gara di François Delecour, ancora arrabbiato per le difficoltà incontrate con la sua Porsche 911 GT3, che con la trazione posteriore non è competitiva su questi percorsi. Il transalpino si ritrova quinto, superato dallo splendido Emil Bergkvist (Saintéloc Racing).

Lo svedesino, Campione ERC Junior, sta facendo una gara incredibile con la sua 208 T16 (a parte un errore nella PS12), con la quale si era già messo alle spalle nella PS11 anche la Peugeot 207 S2000 di Florian Gonon (Lugano Racing), ora sesto, il quale ha accusato problemi ai freni e si è visto comminare anche una penalità di 10" per partenza anticipata nella prima tratta odierna.

La gara perde un altro protagonista: Pascal Perroud (Lugano Racing), fermatosi per problemi alla sua Fiesta R5 nella PS12. Guadagnano dunque una posizione Nikolay Gryazin (SRT) con la ŠKODA Fabia R5 e la 208 T16 di Jonathan Hirschi (HRT Rally Team). Il russo è stato autore di un testacoda, mentre lo svizzero pare aver risolto i problemi all'impianto del carburante, ma ne ha incontrati altri ai freni e si è anche girato in un tratto scivoloso.

In Top10 troviamo nuovamente lo svizzero Federico Della Casa (Tre Antenne Sport Racing), al volante della Citroën DS3 R5.

Il nostro Paolo Oriella (Hawk Racing Club) stava recuperando posizioni con la sua 207 S2000, ma dopo aver raggiunto la 19a piazza si è dovuto fermare.

In Classe ERC2 l'ungherese Dávid Botka (Mitsubishi Lancer Evolution IX) sta amministrando l'ampio margine sul rivale Vojtěch Štajf (Subaru Duck Czech National Team), con Tibor Érdi (Mitsubishi Lancer Evolution X) terzo e desideroso di concludere la gara senza prendersi rischi.

In ERC3 nessun problema per Alex Filip (Renault Clio R3), saldamente davanti a Renato Pita (208 R2). E' invece tornata in azione Ekaterina Stratieva (Citroën C2 R2), dopo che la bulgara era stata costretta al ritiro per un problema tecnico nella PS8.

ERC VALAIS - PS11

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rallye du Valais
Piloti Craig Breen , Alexey Lukyanuk , Emil Bergkvist
Articolo di tipo Ultime notizie