Štajf: "Ora ci giocheremo tutto al Valais"

Il ceco a Cipro ha mantenuto la vetta della Classe ERC2, ma non correrà l'Acropoli, dunque la lotta si decide in Svizzera.

Vojtěch Štajf, leader della Classe ERC2, ha concluso 3° al Rally di Cipro. Affiancato da František Rajnoha, il pilota del Subaru Duck Czech National Team ha così mantenuto la prima posizione nella classifica di categoria, cosa molto importante dato che salterà il Rally dell’Acropoli.

“Prima di arrivare a Cipro eravamo un po’ preoccupati perché le strade di questo genere non erano certo fra le nostre preferite – ha detto il cecoIl test pre-evento che abbiamo svolto ci ha aiutato molto nel trovare il set-up giusto, è grazie a questo che abbiamo fatto bene, e nella Prima Tappa siamo riusciti ad affinarlo. In ERC2 eravamo in otto, ma già in tre erano incappati in errori e ritiri nel corso del primo giorno. Uno di loro era Dominykas Butvilas, del Subaru Poland Team, nostro rivale nella lotta per il Titolo. I percorsi erano molto tecnici e difficili, soprattutto per via del cambiamento continuo tra asfalto e terra. Siamo riusciti a guidare senza fare errori e danneggiare la vettura, il che è stato importantissimo dato che al nostro seguito c’erano solamente tre meccanici; in caso di grossi problemi non saremmo mai riusciti a riparare l’auto in tempo.”

“Al sabato è stato tutto molto interessante, dato che eravamo i primi dell’ERC a scendere in strada, dunque quelli che in pratica pulivano la traiettoria agli altri. Prima di noi toccava ai piloti del Campionato Medio-Orientale, ma loro avevano percorsi un po’ diversi e quindi non sempre passavano dove poi saremmo arrivati noi. Noi sapevamo dove non li avremmo avuti davanti, dunque abbiamo corso serenamente attaccando ad ogni curva. Abbiamo colpito una roccia ad un certo punto, in quel caso siamo stati molto fortunati nel non subire gravi danni alla ruota, a parte una foratura.”

Štajf ha migliorato pian piano i suoi tempi, centrando anche un 2° ed un 3° crono nel pomeriggio in ERC2, concludendo la Prima Tappa al 4° posto. Prima di ripartire per le Speciali di domenica, il team ha fatto alcune modifiche, vista la difficoltà dei percorsi; l’assetto si è rivelato un po’ troppo morbido e al mattino il veterano della Impreza WRX STI ne ha risentito. Durante la pausa è stata fatta una ulteriore modifica al set up e alla fine i rivali come Stavros Antoniou e Péter Ranga sono rimasti dietro, anche grazie alla rottura di una ruota occorsa a quest’ultimo. Štajf ha così concluso sul podio alle spalle di Dávid Botka e Christos Demosthenos.

“Era il nostro obiettivo per questa gara e alla fine il 3° posto è ottimo. Lo vediamo positivamente perché restiamo davanti a Dávid Botka per 5 punti in ERC2. Siamo primi nella categoria produzione e il mio co-pilota, František Rajnoha, ha a portata di mano il Titolo Europeo dei navigatori. Alla fine anche a Cipro abbiamo proseguito la stagione con grandi performance; ormai la nostra striscia positiva dura da tre anni, in questo tempo l’unico nostro ritiro risale al Barum Rally del 2013, quando il differenziale ci mise K.O.”

“Ora daremo sicuramente un’occhiata al Rally dell’Acropoli, dato che non ci sarò. Parteciperò alla Carrera Panamericana in Messico e spero che i Km fatti a Cipro mi possano tornare utili anche là. Nel frattempo i nostri meccanici rimetteranno a posto la vettura in modo che sia pronta per l’ultimo evento dell’ERC in Svizzera.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rally di Cipro
Piloti Vojtěch Štajf
Articolo di tipo Ultime notizie