Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
52 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
59 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
45 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
59 giorni
WRC
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
24 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
39 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
53 giorni
Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
25 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
33 giorni

Polonia, PS10-11-12: altra foratura per Lukyanuk, che però è saldamente in testa

condivisioni
commenti
Polonia, PS10-11-12: altra foratura per Lukyanuk, che però è saldamente in testa
Di:
30 giu 2019, 10:06

Il russo mantiene 30" di margine sulla Hyundai di Huttunen nonostante una gomma a terra nella seconda PS del mattino, mentre bucano anche Marczyk e Mareš lasciando il podio ad Habaj. K.O. il velocissimo Arai, Domżała in Top5 davanti ad Adielsson, Ingram prova a rimontare. Bene Alonso in ERC2 seguito da Melegari e Nucita, Torn leader in ERC3Jr.

Il PZM 76th Rally Poland ricomincia sempre nel segno di Alexey Lukyanuk, protagonista nel bene e nel male di questo quarto round stagionale del FIA European Rally Championship. I piloti hanno aperto la Tappa 2 affrontando il primo loop di Prove Speciali, con PS10 "Mikołajki MAX 1" (9,34km), PS11 "Gmina Mragowo 1" (11,34km) e PS12 "Uzranki 1" (22,54km) andate in archivio vedendo ancora in testa il russo.

Il portacolori della Saintéloc Racing ha gestito la situazione nella PS10, ma in quella successiva è incappato nella seconda foratura di questo evento rompendo tutta la parte del passaruota anteriore destro della propria Citroën C3 R5, perdendo 16"5 nei confronti del rivale Jari Huttunen. Nella PS12 il Campione ERC in carica è tornato a spingere per cercare di allungare nuovamente sulla Hyundai i20 R5 ufficiale del finlandese, vincendo la prova e portando a 30"5 il vantaggio complessivo su di lui.

Alle loro spalle è successo un po' di tutto, fra incidenti e forature che hanno rimescolato la classifica, specialmente nella PS12, dove al traguardo le ŠKODA Fabia R5 di Filip Mareš (ACCR Czech Rally Team) e Miko Marczyk (ŠKODA Polska Motorsport) sono giunte con gomme a terra e parecchio ritardo rispetto ai rivali. A rimetterci maggiormente è il polacco, piombato decimo, mentre il ceco scende quarto mantenendo almeno la leadership in Classe ERC1 Junior, seppur il mozzo posteriore destro della sua auto non fosse sembrato messo così bene per proseguire.

Ad approfittarne è quindi Łukasz Habaj, che agguanta il podio con la ŠKODA Fabia R5 della Sports Racing Technologies con un ritardo di 44"5 da Huttunen e un margine di 24"6 su Mareš.

Un altro grande protagonista che deve alzare bandiera bianca sempre nell'ultima PS di stamattina è Hiroki Arai, fresco di PS10 vinta fra i concorrenti dell'ERC1 Junior. Purtroppo per lui, il giapponese del Team STARD si è capottato rovinando irreparabilmente la sua Citroën C3 R5 gommata Yokohama, ma scendendo illeso assieme ad Ilka Minor dall'abitacolo.

Risale quindi la china il polacco Aron Domżała armato della ŠKODA Fabia R5 preparata dalla TGS Worldwide, in Top5 con 11"2 di vantaggio sulla Citroën C3 R5 di Mattias Adielsson (Sweden National Team - Saintéloc Racing), ora secondo in ERC1 Junior.

Settima c'è la ŠKODA Fabia R5 della Baumschlager Rallye & Racing affidata a Marijan Griebel, che oggi ha provato un mix di gomme usate e nuove, soft e hard per provare a recuperare terreno, mentre il suo compagno di squadra Norbert Herczig è nono al volante della Volkswagen Polo GTI R5 griffata MOL Racing Team dopo essere stato superato dalla Ford Fiesta R5 di Tomasz Kasperczyk (Tiger Energy Drink Rally Team).

Dietro a Marczyk sta cercando di agguantare nuovamente la Top10 Chris Ingram, il quale ha sul groppone 1'20" di penalità, ma il vantaggio di scattare indietro rispetto ai rivali trovandosi strada spianata sugli sterrati polacchi. L'inglese della Toksport WRT ha esattamente 1' da colmare sull'idolo locale, seppur i tempi ottenuti con la sua ŠKODA Fabia R5 dicano che è molto veloce.

In Classe ERC2 non ci sono problemi per Juan Carlos Alonso, intento a gestire l'enorme vantaggio con la sua Mitsubishi Lancer Evolution X su quella di Zelindo Melegari-Corrado Bonato (Neiksans Rallysport), mentre Andrea Nucita si tiene stresso il terzo posto e la leadership in Abarth Rally Cup con la 124 del Loran SRL Team.

In ERC3 Junior mantiene la vetta Ken Torn con la Ford Fiesta R2T dell'Estonian Autosport Junior Team allungando a +11"9 sulla Peugeot 208 R2 di Sindre Furuseth (Saintéloc Junior Team). Lotta apertissima anche per il terzo posto, dato che Efrén Llarena (Rally Team Spain) prima ha forato nella PS11 e poi si è dovuto fermare nella 12; non ne ha approfittato però Miika Hokkanen, capottatosi proprio in quest'ultima tratta, per cui le due Peugeot 208 R2 vengono superate da Tomasz Zbroja sulla Citroën DS3 R3T della GO+Cars GO+EAuto.

Nell'ERC Ladies' Trophy nessun problema per la britannica Nabila Tejpar con la Peugeot 208 R2 della Peugeot Rally Academy.

Ora breve sosta tecnica al Parco Assistenza di Mikołajki e poi si affronteranno nuovamente i tre percorsi di stammattina portando a termine il rally.

ERC - PZM 76th Rally Poland: Classifica PS10
ERC - PZM 76th Rally Poland: Classifica PS11
ERC - PZM 76th Rally Poland: Classifica PS12

Prossimo Articolo
Polonia, PS8-9: Lukyanuk chiude la Tappa 1 ipotecando già la gara

Articolo precedente

Polonia, PS8-9: Lukyanuk chiude la Tappa 1 ipotecando già la gara

Prossimo Articolo

Polonia, PS13-14: Lukyanuk ad un passo dal successo, Habaj sul podio

Polonia, PS13-14: Lukyanuk ad un passo dal successo, Habaj sul podio
Carica commenti