ERC: Gryazin domina la Tappa 1 del Rally Liepaja

Il russo di Movisport comanda con 10"6 sulla Hyundai-BRC MRF di Breen dopo le prime 4 PS. Llarena è terzo insidiato da Lukyanuk, Mikkelsen penalizzato, Scandola soffre la posizione di partenza. Ok Battistolli e Tempestini.

ERC: Gryazin domina la Tappa 1 del Rally Liepaja

Nikolay Gryazin è stato autore di una grandissima prova nella Tappa 1 del Rally Liepāja, vincendo tutte e quattro le PS odierne e terminando al comando di questo secondo round del FIA European Rally Championship.

Al volante della sua Volkswagen Polo GTI R5 condivisa con Konstantin Aleksandrov, il pilota della Movisport si sta riscattando alla grande dopo la prematura uscita di scena dall'ORLEN 77th Rally Poland quando era saldamente primo.

Dopo aver terminato secondo nella Qualifying Stage di giovedì, Gryazin si è imposto nei quattro percorsi sulle strade sterrate di Talsi, cominciando col battere Andreas Mikkelsen (Toksport WRT - Škoda Fabia Rally2 Evo) per 1"9 nella PS1 e Craig Breen nelle PS2 (+1"5), PS3 (+3"3) e PS4 (+1"), con il portacolori del Team MRF Tyres-BRC che ora occupa la seconda posizione in classifica a bordo della Hyundai i20 R5 per 10"6.

Gryazin si riferiva a riferimento a Craig Breen e Efrén Llarena, due contendenti principali che hanno preso il via rispettivamente in 21a e 25a piazza nella prima tappa dopo tempi alti nelle qualifiche. Di fatto non hanno preso parte, anche se involontariamente, alla selezione della top-15, dove avrebbero potuto essere costretti a scegliere una posizione di partenza anticipata se fossero finiti attorno al 15° posto di quella prova.

Breen è secondo, ma ha insistito sul fatto che nemmeno lui puntava molto sulla posizione di partenza, nonostante abbia effettivamente capitalizzato il fatto di essere indietro nell'ordine. "Sono completamente d'accordo", ha detto Breen in risposta ai commenti di Gryazin. "Non è giusto il modo in cui è stato elaborato, ma domani lo sarà per tutti".

Llarena, Campione 2019 ERC3/ERC3 Junior, è terzo a 24"3 da Gryazin con la Škoda Fabia Rally2 Evo del Rallye Team Spain. "L'ultima PS non è stata molto buona, abbiamo perso molto tempo all'inizio perché c'erano molte rocce e non ero convinto di spingere. Forse non potremo essere al passo domani, ma è anche una lunga giornata. Ma essere terzi in classifica generale è buono e siamo felici".

Alexey Lukyanuk (Saintéloc Junior Team), Campione in carica dell'ERC e attuale leader del campionato, completa la prima tappa in quarta posizione assoluta, a 25"5 dietro Gryazin con la sua Citroën C3 Rally2.

"Le prove sono fantastiche e molto interessanti, ma anche scivolose e si sentiva che si stava perdendo tempo", ha detto Lukyanuk, che è entrato in azione per decimo. "Ho fatto solo un errore oggi, quindi è stato un buon lavoro".

Carico dopo il suo primo podio ERC nella sua nativa Polonia e più veloce nella tappa di qualificazione di giovedì, Miko Marczyk è quinto dopo quattro prove e soddisfatto delle sue prestazioni. Fabian Kreim (Pole Promotion) ha invece perso tempo nell'ultima PS di venerdì, ma è sesto assoluto.

Ole Christian Veiby è settimo, anche se il norvegese ha riportato un problema alla valvola pop-off sulla sua Hyundai gestita da Printsport, mentre uno stallo per Nil Solans ha fatto cadere l'asso del Rallye Team Spain dall'ottavo al decimo posto nella PS finale. Ciò significa che il campione spagnolo della terra sarà il primo ad entrare in gara nella Tappa 2, superato in classifica da Georg Linnamäe ed Andreas Mikkelsen.

Quest'ultimo è stato autore di crono da Top3, ma una penalità di un minuto per un ritardo ad un controllo orario nella PS2 ha fatto scivolare il norvegese ottavo ad 1'13"7 dal leader. Tuttavia, Mikkelsen è convinto che il suo ritardo sia stato il risultato di un errore procedurale e con il ricorso spera che il problema sarà rivisto dai commissari di Liepāja.

Eerik Pietarinen è 11°, seguito da Emilio Fernàndez, Callum Devine (Motorsport Ireland Rally Academy), Simone Tempestini (Napoca Rally Academy) ed Erik Cais (Yacco ACCR Team). Raul Jeets, Alberto Battistolli, Umberto Scandola (Hyundai Rally Team Italia), Yoann Bonato (CHL Sport Auto) e Norbert Herczig (Škoda Rally Team Hungaria) completano la Top20, con quest'ultimo trio svantaggiato significativamente dall'essere apripista nella Tappa 1. Grégoire Munster è finito lontano da tutti per una foratura nella PS1, dopo che il lussemburghese aveva già dovuto saltare le prove libere e le qualifiche a causa di un problema con le verifiche tecniche.

Erdi Jr si batte in ERC2 con Feofanov

Il Campione in carica Tibor Érdi Jr sta combattendo con Dmitry Feofanov per la vetta dell'ERC2. Al volante della sua Mitsubishi Lancer, l'ungherese non ha avuto problemi nella Tappa 1 del Rally Liepāja. Anche Feofanov ha scelto all'ultimissimo momento di gareggiare con una Lancer, più competitiva su terra rispetto alla Suzuki Swift Rally2 Kit utilizzata in Polonia. Il pilota Subaru, Michał Pryczek, è terzo nonostante il tempo perso per una foratura alla posteriore destra nella PS2 in un contatto contro una roccia. Dariusz Poloński ha danneggiato la posteriore destra, ma è comunque leader della Abarth Rally Cup. Victor Cartier si è ritirato per un problema tecnico alla sua Toyota Yaris Rally2 Kit nella PS2.

Torn si mette in luce nell'ERC Junior

Ken Torn guida l'ERC Junior al volante della Ford Fiesta Rally3 della M-Sport Poland, davanti al debuttante Oscar Solberg. L'estone Campione ERC3/ERC3 Junior 2020 precede il norvegese per 1'13", anche perché il figlio d'arte ha danneggiato lo sterzo nella penultima PS della giornata.

La penalità a Franceschi porta Pajari davanti in ERC3/ERC3 Junior

Sami Pajari (Fiesta Rally4) è leader in ERC3/ERC3 Junior dopo una penalità di 1'10" inflitta a Jean-Baptiste Franceschi (Renault Clio Rally4), che era stato il più veloce della classe in due delle quattro prove. L'idolo locale Mārtiņš Sesks (Fiesta) è stato il più veloce nella PS4 "Ramirent" ed è secondo davanti ad Ola Jr Nore (Clio) con Franceschi quarto ad 1'09"1 da Pajari. Nick Loof è quinto seguito da Kaspar Kasari, Amaury Molle e Daniel Polášek. Polášek ha perso più di 25 minuti quando si è arenato su una curva lenta e ha avuto bisogno dell'aiuto degli spettatori per riportarlo sulla strada. Le speranze di Pep Bassas di ottenere un buon risultato nell'ERC3 sono state vanificate da un danno agli pneumatici, mentre Łukasz Lewandowski ha lottato dopo essersi capottato con la sua Opel Corsa Rally4 nella PS1. Nikolai Landa si è ritirato nella PS2, mentre una sospensione danneggiata e un albero di trasmissione rotto hanno fatto sì che la sfida di Norbert Maior finisse nella medesima prova. KO pure Martin László e Joosep Ralf Nõgene (problema al cambio).

Timur il testa al Clio Trophy by Toksport WRT

Il turco Yigit Timur è primo nella nuova serie dell'ERC per le Clio Rally5 gommate MICHELIN, il Clio Trophy by Toksport WRT. Andrea Mabellini è secondo dopo un dritto nella PS1, con Ghjuvanni Rossi terzo seguito da Bastien Bergounhe. Inizio di giornata difficile per il leader Paulo Soria, che si è ritirato nella prova di apertura quando è finito fuori strada restando bloccato in un fosso. L'argentino ripartirà nella seconda tappa.

FIA ERC - RALLY LIEPAJA: Classifica Tappa 1

condivisioni
commenti
BRC Racing Team con MRF Tyres e Hyundai Motorsport

Articolo precedente

BRC Racing Team con MRF Tyres e Hyundai Motorsport

Prossimo Articolo

ERC: Gryazin domina il Rally Liepaja con la Volkswagen

ERC: Gryazin domina il Rally Liepaja con la Volkswagen
Carica commenti