ERC: Gryazin domina il Rally Liepaja con la Volkswagen

Il russo trionfa con la Polo di SRT-Movisport battendo la Hyundai di Breen e il Campione Lukyanuk, che resta leader in classifica. Llarena quarto, Mikkelsen rimonta in Top5 superando anche Marczyk e Veiby. Scandola capotta, Tempestini a punti, Battistolli li sfiora.

ERC: Gryazin domina il Rally Liepaja con la Volkswagen

Nikolay Gryazin ha centrato il successo al Rally Liepāja, facendo così tripletta nel round lettone del FIA European Rally Championship.

Il russo, vittorioso anche nel 2017-2018, si è imposto assieme a Konstantin Aleksandrov al volante della Volkswagen Polo GTI R5 gommata Pirelli di SRT-Movisport precedendo la Hyundai di Craig Breen (Team MRF Tyres) per 17″3, mentre Alexey Lukyanuk resta leader di campionato col terzo posto.

“Dopo i problemi in Polonia siamo finalmente qui a riscattarci! – ha detto Gryazin, che abita in Lettonia – Abbiamo fatto un ottimo lavoro senza alcun problema, nell’ultima parte ho potuto gestire e tirare il fiato visto l’ampio vantaggio. Qui hanno corso tutti bene, ma è sempre bello poter vincere in casa”.

Efrén Llarena, leader dell'ERC-MICHELIN Talent Factory, conclude quarto davanti ad Andreas Mikkelsen sulla Škoda Fabia Rally2 Evo della Toksport WRT.

Dopo il podio in Polonia, Miko Marczyk (ORLEN Team) continua l'ottima stato di forma ottenendo un buon sesto posto, mettendosi dietro la Hyundai di Ole Christian Veiby, il quale ha accusato problemi di cali di potenza, prima che il norvegese venisse escluso nel post-gara per una irregolarità tecnica riscontrata in verifica.

Sale quindi settimo Eerik Pietarinen con una vecchia Fabia, ottavo c'è invece Erik Cais (Yacco ACCR Team) in rimonta dal 15° posto, con Emilio Fernàndez (Toksport WRT) e Simone Tempestini (Napoca Rally Academy) a completare la Top10.

A punti vanno anche Nil Solans (Rallye Team Spain) - che ha perso terreno essendo il primo ad entrare in azione nella Tappa 2, Georg Linnamäe, Norbert Herczig (Škoda Rally Team Hungaria), Raul Jeets e Yoann Bonato (CHL Sport Auto).

Rimangono a mani vuote Alberto Battistolli, Grégoire Munster (Hyundai Junior Driver), Ken Torn (M-Sport Poland - Ford Fiesta Rally3), Jarosław Kołtun e Radik Shaymiev.

Umberto Scandola (Hyundai Rally Team Italia) si è invece capottato con la sua i20 R5 nella PS8, la stessa tratta che ha visto finire fuori Fabian Kreim (Pole Promotion) con problemi ad una sospensione. Anche Callum Devine si è dovuto arrendere per lo stesso motivo mentre il pilota della Motorsport Ireland Rally Academy era in Top10.

Come è arrivata la vittoria di Gryazin

Nikolay Gryazin aveva cominciato la Tappa 2 con 10"6 su Craig Breen, che poi ha preceduto per 3"4 nella PS7 allungando a 14". Intanto Alexey Lukyanuk è salito terzo scavalcando Efrén Llarena.

Lukyanuk ha vinto la PS8 rosicchiando 11" a Breen, poi il russo ha danneggiato il radiatore della sua Citroën C3 Rally2 andando in un fosso nella prova successiva e rischiando grossissimo. Le riparazioni temporanee gli hanno consentito di raggiungere il servizio a Liepāja, ma Breen intanto è tornato a 16", con Gryazin nuovamente vittorioso portando a 15"2 il margine sull'irlandese.

Il pilota della Movisport ha vinto la PS10, per poi lasciare ad Andreas Mikkelsen gli altri due successi che valgono al norvegese i 5 punti come migliore di tappa.

Prima volta di Feofanov in ERC2, a Poloński l'Abarth Rally Cup

Dmitry Feofanov ha vinto per la prima volta la Classe ERC2 al Rally Liepāja approfittando del capottamento di Tibor Érdi Jr. Dopo aver lasciato a casa la sua Suzuki Swift Rally2 Kit per guidare una Mitsubishi Lancer, il russo ha sfruttato a meglio il mezzo sui veloce percorsi sterrati lettoni. Érdi Jr alla fine si deve accontentare del secondo posto, con la Subaru Impreza di Michał Pryczek terza davanti ad Ainārs Igaveņš, che assieme al figlio Ralfs ha perso un po' a causa dell'inesperienza. Dariusz Poloński si è invece imposto in Abarth Rally Cup battendo Mada Rada e ottenendo il sesto posto ERC2. Victor Cartier non è invece riuscito a ripartire con la sua Toyota Yaris Rally2 Kit a causa dei problemi al motore.

Torn domina l'ERC Junior con la Fiesta Rally3

Ken Torn ha dominato la Classe ERC Junior con la sua Ford Fiesta Rally3 gommata Pirelli. L'estone ha vinto tutte le 10 PS in programma senza alcun problema, dimostrando le sue qualità. Secondo si è piazzato il debuttante Oscar Solberg, per la prima volta con la macchina della M-Sport Poland e al suo primo rally internazionale dopo 18 mesi di stop.

Penalità rimescolano le classifiche ERC3/ERC3 Junior

Jean-Baptiste Franceschi è stato nominato vincitore dell'ERC3/ERC3 Junior al Rally Liepāja, round due del FIA European Rally Championship.

Il pilota della Renault Clio Rally4 beneficia dell'esclusione di Mārtiņš Sesks per una irregolarità riscontrata nella verifiche tecniche post-gara.

In ERC3, Pep Bassas sale così secondo, con Sami Pajari terzo, che in ERC3 Junior si ritrova in piazza d'onore con dietro Nick Loof.

Nel Clio Trophy by Toksport WRT, 2' di penalità per un controllo orario anticipato fanno scivolare al secondo posto Yigit Timur, dunque il successo della categoria riservata a chi guida le Renault Clio Rally5 gommate Michelin va ad Andrea Mabellini.

Terzo resta Ghjuvanni Rossi.

FIA ERC - Rally Liepaja: Classifica Finale

condivisioni
commenti
ERC: Gryazin domina la Tappa 1 del Rally Liepaja
Articolo precedente

ERC: Gryazin domina la Tappa 1 del Rally Liepaja

Prossimo Articolo

ERC: infortunio per Guido D'Amore al Rally Liepaja

ERC: infortunio per Guido D'Amore al Rally Liepaja
Carica commenti