Grande Valais per Emil Bergkvist con la 208 T16

Lo svedese saliva per la prima volta su una R5, ma con una prova da lasciare a bocca aperta termina 4° assoluto

Al Rallye International du Valais lo svedese Emil Bergkvist ha concluso al quarto posto assoluto nella sua prima avventura con una vettura a trazione integrale.

Il 21enne era in Svizzera per godersi il premio come nel Campione ERC Junior, ma ha stupito tutti per le ottime performance ottenute.

Affiancato da Joakim Sjöberg, il talentino della Opel Motorsport è andato ben oltre le aspettative nonostante fosse la prima volt che saliva su una Peugeot 208 T16, in questo caso preparata dalla Saintéloc Racing.

Bergkvist è stato molto intelligente nell'approccio. Ha iniziato con cautela, ma comunque andando forte, per cercare di conoscere meglio l'auto e sistemare di conseguenza il proprio radar. Nella ripetizione delle PS al pomeriggio, il giovane ha così potuto tirare al massimo migliorando i propri tempi. Ad esempio, nella "Nendaz" il suo crono si è abbassato di ben 13"2, risultando il terzo più rapido in assoluto.

Chiaramente lo studio dei video dell'evento lo ha aiutato, ma alla fine Bergkvist se ne torna a casa con uno splendido 4° posto assoluto, meglio di tanti suoi colleghi ben più esperti.

"È stato un bellissimo rally, tutto è andato come previsto - ha detto con la sua solita modestia - Abbiamo migliorato molto nel corso della gara, non è stato semplice affrontare un rally nuovo come questo con una R5. Sono davvero contentissimo."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rallye du Valais
Piloti Emil Bergkvist
Articolo di tipo Commento