Crugnola: "Finalmente la vittoria! Ma il Titolo..."

Il varesino è felice per il primo successo in Junior ERC, ma non ha il budget per andare a giocarsi tutto in Corsica

Crugnola: "Finalmente la vittoria! Ma il Titolo..."
Carica lettore audio
Crugnola:

Niente da fare in Belgio. Niente da fare neppure in Repubblica Ceca. La prima vittoria in Junior Championship ERC sembrava un tabù per Andrea Crugnola. Il varesino aveva solo sfiorato il successo tra i giovani, ma al Rallye International du Valais solo lui poteva essere artefice del proprio destino.

Il varesino era il favorito e aveva l'obbligo di concludere davanti a tutti con la sua Peugeot 208 R2 (preparata dalla Napoca Rally Academy) se voleva mantenere aperte le speranze per il Titolo della categoria riservata ai giovani.

Affiancato da Michele Ferrara, Crugnola è partito a testa bassa, salendo subito in prima posizione di Classe e senza mai mollare la presa su un successo meritatissimo, arrivato con un retrogusto un po' amaro. Sì, perché come ha ammesso a fine gara, questo molto probabilmente è il suo ultimo rally ERC, non avendo il budget per andare in Corsica a giocarsi il Titolo, dal quale dista soli 9 punti.

Complimenti per la tua prima vittoria in Junior ERC; cosa significa per te?
"Significa molto, ovviamente. Ma prima di tutto debbo ringraziare il team Napoca Rally Academy e Marco Tempestini per aver creduto in me fin da inizio stagione. Ora ci vorrà un miracolo per essere presenti al Tour de Corse perchè non è facile trovare il budget. E' stato un bel week-end, abbiamo vinto la prima gara internazionale, che è anche la prima in Junior ERC, quindi siamo felici."

Sei stato in testa fin dall'inizio, accumulando vantaggio man mano. E' stato facile?
"Secondo me, quando spingi al massimo, è più facile perché sei concentrato al 100% in quel che fai e riesci ad evitare più facilmente ostacoli, come rocce, e altri problemi durante le Speciali. Oggi è stata una giornata lunghissima, ma alla fine ce l'abbiamo fatta ed è bellissimo."

Sei a 9 punti da Stephane Lefebvre e manca solo la Corsica. Se dovessi trovare il budget che possibilità avresti di vincere?
"Sinceramente non lo so proprio. Sarebbe la prima volta che corro in Corsica, non conosco l'evento. Ho già studiato qualche immagine, vedremo. Spero di esserci."

In conferenza stampa a Martigny è stato chiesto anche il parere del co-pilota Michele Ferrara.

Dopo le delusioni di inizio stagione sei felice di aver vinto qui?
"Sì, tantissimo! Nelle ultime due gare avevamo mostrato di essere in grado di poter lottare con Stéphane Lefebvre, che è un pilota molto bravo. Alla fine siamo riusciti a vincere la nostra prima gara internazionale. Anche se non abbiamo raggiunto Stéphane Lefebvre, per il nostro morale significa tanto."

Ora ci sarà la Corsica. Pensi che Andrea riuscirà a diventare Campione in Junior ERC?
"Sicuramente sì, durante l'anno ha fatto vedere a tutti noi cosa è capace di fare. Se troverà il budget potrà competere coi migliori, lui è un pilota molto bravo e si meriterebbe il Titolo."

condivisioni
commenti
Wiegand: "Giochiamoci il Titolo, ma no sciocchezze"
Articolo precedente

Wiegand: "Giochiamoci il Titolo, ma no sciocchezze"

Prossimo Articolo

Un K.O. insolito per la nuova Subaru WRX STI

Un K.O. insolito per la nuova Subaru WRX STI
Carica commenti