Crugnola: "Competitivi, ma sfortunati ad inizio anno"

Niente da fare per il varesino, che vince in Corsica ma perde la battaglia per il Titolo Junior contro Lefebvre.

Crugnola: "Competitivi, ma sfortunati ad inizio anno"
Crugnola:

I miracoli, a volte, si avverano. Forse quello di Andrea Crugnola si era già concretizzato, quando aveva annunciato la propria presenza al Tour de Corse, dove si sarebbe potuto giocare il Titolo della Junior Championship ERC.

Al varesino serviva una vittoria, ma anche un K.O. del rivale Stéphane Lefebvre, visto che i giovani in gara in Corsica erano solo sei. La sua Peugeot 208 R2, sulla quale sedeva anche il co-pilota Michele Ferrara, si è subito piazzata davanti a tutti, mentre quella del francesino viaggiava a velocità costante, con l'unico obiettivo di arrivare al traguardo.

"E' stata una buona giornata per noi, ma non sono contento del tutto perché abbiamo avuto alcuni problemi con i nostri appunti e il nostro ritmo non è stato buonissimo - aveva detto Crugnola alla fine della Prima Tappa, conclusa in testa - Per sabato dovremo migliorare, oggi lo abbiamo fatto nelle seconde ripetizioni. Anche se sono primo non basta per vincere il campionato, ma questa è una gara lunga e tutto può accadere, ne riparleremo domani al traguardo."

La seconda giornata di gara ha visto il 25enne lombardo continuare la sua cavalcata fino alla bandiera a scacchi. Purtroppo per lui però, al traguardo ci è arrivato anche Lefebvre, che dunque si laurea Campione ERC bissando il Titolo ottenuto nel WRC nella medesima categoria.

"Siamo contenti a metà, abbiamo fatto vedere che siamo competitivi, ma non siamo stati fortunati ad inizio stagione - è stata la triste chiosa finale di Crugnola - Abbiamo commesso alcuni errori, ma anche Stéphane ne ha fatti. Potevamo vincere, ma concludiamo l'annata al secondo posto, che non è certamente ciò che volevamo ottenere."

Ciò che ha mostrato Crugnola a livello continentale è comunque qualcosa che non potrà passare inosservato. Se è vero che il suo obiettivo è il WRC3 per il prossimo anno, sarebbe un delitto non concedergli una possibilità. In caso contrario, riprovarci nell'ERC potrebbe essere un'opzione molto interessante per apprezzare nuovamente le sue qualità, magari con una vettura di categoria superiore.

condivisioni
commenti
Stéphane Sarrazin trionfa con una Cors(ic)a perfetta
Articolo precedente

Stéphane Sarrazin trionfa con una Cors(ic)a perfetta

Prossimo Articolo

Andolfi: "Contento per l'esperienza accumulata"

Andolfi: "Contento per l'esperienza accumulata"
Carica commenti