Barum Rally, vincono le furie ceche Kopecký-Fabia R5!

Barum Rally, vincono le furie ceche Kopecký-Fabia R5!

Il pilota Škoda è perfetto, battuti Pech e Kajetanowicz. Amarezza Breen, successi anche per Botka e Bergkvist.

Aveva lasciato l'ERC da Campione nel 2013, oggi è tornato vincendo ancora. A due anni di distanza Jan Kopecký non ha affatto perso lo smalto e si è portato a casa il Barum Rally di Zlín, settimo round della serie continentale 2015.

Il pilota della ŠKODA Motorsport, affiancato da Pavel Dresler, ha portato la sua Fabia R5 al successo in 9 PS su 15, 8 delle quali conquistate nella Prima Tappa. Il ceco, vincitore anche della Speciale di Qualifica di venerdì mattina, ha poi amministrato il vantaggio nella giornata odierna, permettendosi anche un paio di errori che non hanno influito sul risultato finale. Con questo successo Kopecký si porta a casa per la quinta volta l'evento asfaltato di casa sua, ma soprattutto si laurea Campione Rally di Repubblica Ceca 2015.

Alle sue spalle si classifica il suo rivale e connazionale Václav Pech (EuroOil-Invent Czech National Team), che lo scorso anno aveva vinto; armato della sua Mini John Cooper Works S2000, il ceco ha saggiamente preferito mantenere la posizione, rendendosi conto che Kopecký era irraggiungibile e chiudendo la gara accontentandosi delle vittorie nelle PS1 e 13.

Preziosissimo terzo posto per Kajetan Kajetanowicz (Lotos Rally Team), vincitore della PS12 con la sua Ford Fiesta R5. Il polacco ha corso davvero benissimo e si porta a casa punti importantissimi per quanto riguarda la rincorsa al Titolo ERC.

Bel rally anche per Alexey Lukyanuk (Chervonenko Racing Team), solamente alla seconda gara asfaltata con la Fiesta R5. Il russo veniva dal successo in Estonia (dove però aveva guidato una Mitsubishi), ma non ha trovato grosse difficoltà lungo le tortuose e velocissime strade ceche. Lukyanuk termina con due successi in Speciale (PS14-15).

A seguire troviamo le Fabia S2000 guidate dagli ottimi Pavel Valoušek (Comorant Team) e Jan Černý (Mogul Racing), autori di una gara senza sbavature.

Amarissimo settimo posto per Craig Breen: il pilota della Peugeot Rally Academy è in una fase buia della stagione, dove nelle ultime gare ha visto Kajetanowicz strappargli la leadership in campionato, incappando in ritiri e problemi. Stavolta la 208 T16 non ha avuto grosse noie tecniche, ma non è apparsa competitiva al pari delle vetture rivali; in più Breen ha dovuto fare i conti anche con una serie di forature che lo hanno costretto a spingere più del dovuto per guadagnare almeno qualche punticino prezioso in ottica campionato.

Dietro di lui si è piazzato Hermen Kobus, che debuttava con la Fabia R5. Nono Miroslav Jakeš (Citroën DS3 R5-Gemini Clinic Rally Team), a lungo a ridosso della Top5, ma poi attardato da una foratura nella PS11 che lo ha fatto scivolare fuori dalla zona punti, dove è riuscito a rientrare nel finale. Chiude la Top10 un felicissimo Jan Jelínek (Fabia S2000).

In Classe ERC2 si registra il trionfo di Dávid Botka: l'ungherese della Mitsubishi Lancer Evolution IX ha imitato Kopecký dominando la categoria produzione (11 PS vinte), lasciando briciole alle Impreza WRX STI di Vojtěch Štajf (Subaru Czech National Team) e Dominykas Butvilas (Subaru Poland Rally Team), i quali completano il podio. Štajf (vincitore delle restanti PS in Classe) ha corso pensando alla classifica piloti, dove resta in vetta.

In Classe ERC Junior, giunta all'ultimo appuntamento della stagione, l'hanno fatta da padrone tutte le Opel Adam R2. Il fresco Campione, lo svedese Emil Bergkvist (ADAC Opel Rallye Junior Team), termina la sua splendida annata con un'altra vittoria, precedendo la Peugeot 208 R2 di Ralfs Sirmacis (Sports Racing Technologies) e la Adam R2 del polacco Aleks Zawada (MSZ Racing). Bergkvist (9 PS vinte) ha a lungo lottato contro il compagno di squadra Marijan Griebel (5 successi cronometrici), il quale è però incappato in una foratura che lo ha fatto finire ai piedi del podio. Peccato anche per Julius Tannert (neo Campione ADAC Opel Rally Cup), che ha rovinato la sua Adam R2 in un incidente proprio mentre si trovava sul podio.

Il trio di giovani completa anche l'intero podio della Classe ERC3, dove Ondřej Bisaha (Citroën DS3 R3T) chiude quarto e beffato per soli 3"6.

L'ERC Ladies' Trophy va ancora una volta ad Ekaterina Stratieva, che era al debutto con la Mitsubishi Lancer Evo IX.

Fra i ritirati il primo ad alzare bandiera bianca è stato Robert Consani, capottatosi nella PS2; per il francese, fortunatamente illeso, il Barum Rally si rivela stregato con ben 6 K.O. di fila! Jaromír Tarabus, al debutto con la sua nuova ŠKODA Fabia R5, si è fermato nella PS3 per problemi elettrici che gli hanno danneggiato la pompa del carburante. Roman Odložilik (Ford Fiesta R5) ha colpito un tronco rompendo l’anteriore sinistra, mentre Raul Jeets (Ford Fiesta R5 – MM-Motorsport) è finito contro una casa nella PS4. Fuori anche Tomáš Kostka (Fabia R5) nella PS7 mentre era quarto.

Nella PS4 Martin Vlček (ŠKODA Fabia S2000) è andato a sbattere contro delle canaline del gas provocando una perdita che ha costretto gli organizzatori a sospendere momentaneamente l’evento.

Fra i giovani grande delusione per Diogo Gago (Peugeot 208 R2), finito fuori strada nella PS3 e costretto a dire addio al secondo posto in classifica. Il rumeno Florin Tincescu (Napoca Rally Academy) si è invece ritirato per la rottura del pedale della frizione sulla sua 208.

Ora pausa di un mese, la bagarre riprenderà a Nicosia, dove i piloti dell'ERC affronteranno i velocissimi sterrati del Rally di Cipro (25-27 settembre), incrociando le armi con i colleghi del MERC, il Campionato Rally Medio-Orientale.

Classifiche del Campionato Europeo Rally FIA 2015

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rally Barum Zlin
Piloti Václav Pech , Ekaterina Stratieva , Dávid Botka , Emil Bergkvist , Kajetan Kajetanowicz
Articolo di tipo Ultime notizie