Athanassoulas: "Proverò a stare vicino ai migliori"

Il greco torna in azione all'Acropoli dopo quattro anni di inattività. Con la sua ŠKODA Fabia R5 promette battaglia.

Athanassoulas: "Proverò a stare vicino ai migliori"

Dopo aver venduto il suo nightclub “Waves” per poter tornare a correre nei rally, il greco Lambros Athanassoulas sarà in azione con una nuova ŠKODA Fabia R5 a quattro anni dalla sua ultima competizione.

Ecco le parole dell’idolo locale prima di iniziare il Rally dell’Acropoli.

Cosa ne pensi dell’edizione di quest’anno, con 200km di gara, Prove Libere e Qualifiche tutte in soli due giorni?
“Sarà una sfida piuttosto ardua per piloti e team, ma anche per il pubblico! Abbiamo avuto solo un giorno per prepararci, ma penso sia tutto bello e spero che anche l’anno prossimo si prosegua così.”

Quanto sarà difficile iniziare con i 43,41Km della “SEAJETS Kineta-Loutraki”? Che strategia utilizzerai?
“E’ una Prova lunga e difficile, ma sarebbe uguale se fosse alla fine del rally. Certamente si tratta di una grande sfida per tutti, ma per me e Nicos lo sarà ancora di più perché sono quattro anni che non corro. L’ultima volta fu il Rally dell’Acropoli 2011; spero di arrivare alla fine con l’auto intatta.”

Non hai corso molto, infatti. Pensi di partire svantaggiato rispetto ai tuoi avversari dell’ERC?
“Non sono mica scemo! So benissimo che gli altri piloti sono velocissimi, ma sono professionisti che corrono ormai da due o tre anni con queste vetture. Siamo arrivati quarti nelle Qualifiche, era il massimo che potevamo ottenere. Non abbiamo spinto molto e non abbiamo corso rischi perché dobbiamo ancora conoscere bene l’auto, però non siamo nemmeno andati piano. Dopo quattro anni di inattività è dura tornare a guidare, soprattutto una R5. Cercheremo di migliorarci durante la gara e proveremo a stare vicino ai piloti dell’ERC.”

condivisioni
commenti
Acropoli, ecco l'ordine di partenza della Prima Tappa

Articolo precedente

Acropoli, ecco l'ordine di partenza della Prima Tappa

Prossimo Articolo

Lukyanuk: "Voglio essere preciso e non fare errori"

Lukyanuk: "Voglio essere preciso e non fare errori"
Carica commenti