Acropoli, PS1: Kajetanowicz sopravvive al disastro

Acropoli, PS1: Kajetanowicz sopravvive al disastro

Condizioni meteo impossibili, il polacco precede Breen e Botka. Lukyanuk perde tempo, già fuori Consani e Magalhães.

Il Rally dell'Acropoli, penultimo round dell'ERC, ha visto i piloti impegnati nella prima Speciale, accorciata dagli organizzatori causa maltempo.

E proprio lungo i 24,33Km della “Kineta-Loutraki”, la pioggia ha reso il fondo talmente fangoso e ostico che tutti i concorrenti si sono lamentati parecchio al traguardo, non nascondendo anche una discreta rabbia per le condizioni di gara che sono stati obbligati ad affrontare.

Per darvi un'idea dela situazione, ecco alcuni dei commenti raccolti.

Jaromír Tarabus: "Condizioni orribili, debbo ringraziare il mio co-pilota se siamo qui."

Charles Martin: "Sembrava di andare sul bob! Fare una Speciale in queste condizioni è da fuori di testa!"

Raul Jeets: "Esperienza terribile, ho sperato di raggiungere almeno il traguardo."

Antonín Tlusťák: "Roba da matti! Da fuori di testa!"

Craig Breen: "Orribile, una delle peggiori Speciali che abbia mai affrontato."

Kajetan Kajetanowicz: "In alcuni punti, se arrivavi troppo piano, rischiavi di restare bloccato nel fango."

Alexey Lukyanuk: "Altro che rally! Sembrava un rally raid, ad un certo punto ho anche dovuto lottare con un'altra vettura per superarla, ci siamo toccati. Siamo arrivati tardi al controllo, così non si può correre!"

E nel caos, quelli che ci hanno rimesso di più sono stati Bruno Magalhães, Lambros Kirkos e Robert Consani. Il portoghese è finito fuori strada con la sua Peugeot 208 T16, restando bloccato. Meglio è andata (si fa per dire) al greco, che è riuscito a rientrare in azione grazie all'aiuto degli spettatori. Ma l'episodio più increscioso è capitato a Consani, il quale è andato a sbattere per evitare addirittura un tifoso piazzatosi in mezzo alla strada!

Il francese della Citroën DS3 R5 ha tuonato su Twitter: "Mi sono trovato uno spettatore in mezzo alla strada!!! Com'è possibile definire uno così fan dei rally? Ragazzi, per favore, fate i bravi! La nostra gara è finita"

Venendo al commento sui tempi cronometrati, il migliore è stato siglato da Kajetan Kajetanowicz, che con la sua Ford Fiesta R5 ha completato il percorso in 19'25"3.

Alle spalle del polacco del LOTOS Rally Team troviamo il suo accerrimo rivale, Craig Breen (Peugeot 208 T16), staccato di 12"2, mentre Dávid Botka (Mitsubishi Lancer Evolution IX, +17"4) completa il podio virtuale e si piazza in testa alla Classe ERC2.

Alexey Lukyanuk (Ford Fiesta R5 - RPM) è quarto, ma a soli 2"3; il russo, però, come ha detto al traguardo è giunto al controllo in ritardo, dunque potrebbe essere penalizzato.

Quinto tempo per il greco Lambros Athanassoulas con la ŠKODA Fabia R5, seguito dalla Fiesta R5 di Raul Jeets (MM-Motorsport) e dalla Fabia S2000 di Jaromír Tarabus.

In Top10 troviamo anche Charles Martin (Peugeot Rally Academy) con la seconda 208 T16 ufficiale, Vassilis Velanis (Lancer Evo IX) e Dominykas Butvilas (Subaru Poland Rally Team). Da segnalare che il lituano è finito in testacoda dopo appena 80m e ha dovuto fare inversione rapidamente. Ora con la sua Impreza WRX STI è al secondo posto in categoria ERC2, ma ad oltre 1' dalla vetta occupata da Botka.

Terzo fra le vetture produzione Lambros Kirkos, che dopo aver saltato le Qualifiche è finito fuori strada; il greco è comunque giunto al traguardo e proseguirà la lotta.

Ora in programma ci sarebbe la ripetizione di questa Speciale, ma aspettiamo le decisioni degli organizzatori riguardo una eventuale cancellazione della Prova, la quale dovrebbe svolgersi quando in Grecia sarà già buio.

ERC ACROPOLI - PS1

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rally dell'Acropoli
Piloti Craig Breen , Dávid Botka , Kajetan Kajetanowicz
Articolo di tipo Ultime notizie