Acropoli, anteprima: Chi vincerà fra i Top6?

In Grecia la lotta sarà fra Kajetanowicz, Breen, Lukyanuk, Consani e Magalhães, ma occhio agli outsider.

I primi sei piloti dell’ERC parteciperanno tutti al Rally dell’Acropoli (10-11 ottobre).

Kajetan Kajetanowicz e Craig Breen proseguiranno la loro battaglia per il Titolo, con il polacco che si presenterà all’evento forte della vittoria ottenuta al Rally di Cipro. Per il concorrente del LOTOS Rally Team si è trattato del secondo successo stagionale e del sesto podio conquistato, oltre al fatto che si è portato a casa l’ERC Gravel Masters, trofeo che va ad aggiungersi all’ERC Ice Masters vinto ad inizio anno. Inoltre, a Cipro, “Kajto” è stato il più rapido in 14 PS con la sua Ford Fiesta R5 gommata Pirelli, portando a 42 (su 99) i successi cronometrici del 2015.

A questo punto, con 62 lunghezze di vantaggio in classifica, Kajetanowicz è vicinissimo alla conquista del Titolo ERC, ma non è ancora detta l’ultima parola. Breen, infatti, è seriamente deciso a bissare il successo ottenuto all’Acropoli nel 2014, quando vinse al debutto con la 208 T16 R5 gommata Michelin. Il ragazzo della Peugeot Rally Academy era partito bene con tre successi ad inizio stagione, arrivando a +21 in classifica prima del Rally di Estonia. L’irlandese è poi incappato in una serie sfortunata; non avendo nemmeno preso parte al Rally di Cipro, ora si ritrova alle spalle di Kajetanowicz in classifica piloti. In queste due gare che mancano avremo in palio 78 punti totali, dunque Breen può ancora mantenere aperti i giochi, soprattutto vincendo in Grecia.

Al via non mancherà Alexey Lukyanuk: quest’anno il russo è stato grande protagonista, in particolare a Rally di Liepāja, Rally di Estonia e Rally di Cipro, vincendo l’evento estone e venendo premiato per tre volte con il prestigioso Colin McRae ERC Flat Out Trophy (Jännerrallye, per la sua rimonta da 22° a 3°; Estonia, per il successo con la Mitsubishi di Classe ERC2; Cipro, per il suo spirito combattivo). Affiancato da Alexey Arnautov, il pilota della Russian Performance Motorsport sarà dunque al volante della Ford Fiesta R5 gommata Pirelli e preparata dal team H-Racing, in una gara che non conosce.

Robert Consani terminò in Top10 lo scorso anno quando era al volante della Peugeot 207 S2000; il pilota della Delta Rally stavolta avrà la Citroën DS3 R5 e sfruttando la sua conoscenza dei percorsi proverà a battere Lukyanuk, con il quale è in lotta per il terzo posto nell’ERC.

Nel 2014 c’era anche Bruno Magalhães, il quale portò la sua Peugeot 207 S2000 al traguardo al quinto posto assoluto. Il portoghese, questa volta armato della 208 T16, è stato autore di ottime prove nei pochi eventi disputati quest’anno e la speranza è di terminare al quinto posto nella classifica piloti.

Jaromír Tarabus aveva debuttato all’Acropoli lo scorso anno con un nono posto (e una penalità di 3′). Il ceco guiderà la ŠKODA Fabia S2000, così come il suo connazionale Antonín Tlusťák. Altri piloti da tenere d’occhio saranno il francese Charles Martin (Peugeot Rally Academy, 208 T16) e l’estone Raul Jeets (MM-Motorsport, Fiesta R5), entrambi al debutto nella gara greca.

L’idolo locale Lambros Athanassoulas sarà uno dei pretendenti alla vittoria finale con la sua ŠKODA Fabia R5. Il greco conosce bene questo rally, dove vinse nel 2009 quando correva in categoria Production World Rally Championship.

 

ERC ACROPOLI - Entry List

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rally dell'Acropoli
Piloti Kajetan Kajetanowicz
Articolo di tipo Ultime notizie