Doppio impegno per il Saintéloc Junior Team in ERC Junior: Adielsson guiderà la Citroën R5 e Furuseth la Peugeot R2

condivisioni
commenti
Doppio impegno per il Saintéloc Junior Team in ERC Junior: Adielsson guiderà la Citroën R5 e Furuseth la Peugeot R2
Di:
23 gen 2019, 08:09

La squadra francese ha ingaggiato due piloti molto promettenti per la stagione 2019: lo svedese darà l'assalto alla Classe ERC1 Junior con la nuova C3 R5, mentre il norvegese sarà protagonista in ERC3 Junior con la 208 R2.

Il Saintéloc Junior Team piazza il doppio colpo in vista della stagione 2019 del FIA European Rally Championship.

La squadra francese, dopo aver confermato Catie Munnings, sarà impegnata sia in Classe ERC1 Junior (per i giovani armati di auto R5) che in ERC3 Junior (per gli U27 con le R2). In queste due categorie il team schiera i due nordici Mattias Adielsson e Sindre Furuseth, entrambi pronti per una nuovaa avventura.

Adielsson sarà protagonista al volante della Citroën C3 R5 e svolgerà anche il compito di ambasciatore per il rally nel suo paese per scovare giovani talenti. Per lui si tratta di un rientro nell'ERC, dato che debuttò in ERC Junior nel 2015; da allora ha continuato a lavorare duramente per raccimolare il budget che gli consentisse di salire su una R5. Questo lo ha portato a dare il via ad una collaborazione con lo Swedish National Team in modo da spingere altri giovani suoi connazionali a passare a livello internazionale, come l’ERC.

“L’ERC è un’ottima piattaforma per tutti i ragazzi che lottano per trovare sponsor volendo correre a livello internazionale – ha dichiarato il 27enne svedese, che al suo fianco avrà Andreas Johansson – Con la collaborazione di Eurosport TV e la presenza di altri piloti bravi, per me è stata una scelta semplice da prendere. Ci sono rally speciali dove l’atmosfera è grande e il livello delle R5 è il più alto. La prima volta che corsi al di fuori della Svezia era il 2015 e capii che serviva ancora parecchio per avere successo, per cui ho ricominciato a lavorare su questo programma, ora divenuto realtà. Il 2019 era il nostro obiettivo e ci siamo”.

“Ovviamente speriamo di raccogliere più punti possibili, non ho molta esperienza con le R5, ma sono uno da competizione e voglio vincere. Non spingeremo al massimo in tutte le PS per ottenere il miglior tempo, col rischio di finire fuori. C’è un campionato intero da fare e dobbiamo adottare una buona strategia. Abbiamo una grande macchina e un grande team che ha esperienza a tutti i livelli”.

Per quanto riguarda Furuseth, il norvegese aveva corso con la propria Opel ADAM R2 ottenendo buone prestazioni nel 2018 e ora passerà al Saintéloc Junior Team con la speranza di poter capitalizzare i suoi sforzi.

“Abbiamo fatto del nostro meglio come privati, ma con un team più grande e tante persone spero che le cose vadano meglio - ha spiegato il 25enne - Vorrei ringraziare Thomas Myhre Hansen, il responsabile dei miei meccanici degli ultimi sei anni, si è preso cura della mia macchina in modo fantastico. Ora sarà diverso per cui è giusto dirgli grazie per quello che ha fatto".

Da quest'anno ci sarà una PEUGEOT 208 R2 gommata Pirelli ad aspettarlo, provata prima di natale in Francia su asfalto: "Non conosciamo tutti gli eventi, ma vogliamo lottare per la vittoria. Nei test abbiamo imparato velocemente e ci siamo preparati bene. Non sono mai stato ad Azzorre e Canarie, in tutti i casi l'obiettivo è il titolo".

Il nativo di Eidsvoll continuerà a collaborare con il co-pilota Jim Hjerpe, che lo affianca dal 2016 quando erano nel campionato britannico. Furuseth cercherà così di aggiudicarsi il premio per il vincitore della categoria, ossia due gare dell'ERC 2020 con la ŠKODA Fabia R5 della Motorsport Italia: "Questo è ciò che voglio, ho 25 anni e debbo passare alla R5 velocemente. Penso sia il salto più realistico correre con questa macchina nell'ERC considerando budget ed esperienza".

Vincent Ducher, Saintéloc Racing Rally Manager: "Sono felicisssimo che Sindre e Jim si uniscano al Saintéloc Junior Team. Lo corso anno sono rimasto colpito dalle loro qualità quando corsero in ERC Junior e abbiamo già programmato alcuni test in vista del loro primo round della stagione. Sarà bello lavorare anche con Mattias ed Andreas e sarà una bella esperienza per loro con la R5, mentre noi ne abbiamo tanta nell’ERC e sono certo che assieme faremo bene”.

Prossimo Articolo
Adamo chiarisce: "La i20 R5 è un'auto clienti, non è un programma ufficiale Hyundai"

Articolo precedente

Adamo chiarisce: "La i20 R5 è un'auto clienti, non è un programma ufficiale Hyundai"

Prossimo Articolo

Łukasz Habaj guiderà la ŠKODA della SRT anche nel 2019

Łukasz Habaj guiderà la ŠKODA della SRT anche nel 2019
Carica commenti

Su questo articolo

Serie ERC
Piloti Mattias Adielsson , Sindre Furuseth
Team Saintéloc Racing
Autore Francesco Corghi