Ares: "Sono ancora arrabbiato, ma siamo andati forte"

Lo spagnolo Iván Ares era in Top4 alle Canarie, poi la sua Ford Fiesta R5 ha iniziato ad avere problemi tecnici.

Il debutto di Iván Ares nel FIA European Rally Championship a Gran Canaria si è rivelato agrodolce, dato che dopo aver raggiunto la quarta posizione alcuni problemi tecnici lo hanno fatto retrocedere fuori dalla zona punti.

Il Rally Islas Canarias El Corte Inglés era solamente la sua seconda gara al volante della Ford Fiesta R5 (dopo anni passati con le Porsche), ma lo spagnolo si è ritrovato a ridosso del podio subito dopo la PS5, dietro a gente del calibro di Mads Østberg (stella WRC), Kajetan Kajetanowicz (il Campione ERC in carica) e Alexey Lukyanuk (vincitore finale).

Nelle ultime due PS del venerdì la rottura della barra antirollio ha causato ingenti danni al sistema frenante, facendolo scivolare fuori dalla zona punti. Ripartito determinato sabato, Ares è risalito fino alla nona posizione, fino a quando nuovi guai ai freni e una foratura nella PS11 non gli hanno fatto perdere altri 5′.

“Sono molto arrabbiato, soprattutto per i miei sponsor, perché hanno fatto grandi sforzi per aiutarci a correre questa gara e non siamo riusciti a ripagarli”, ha detto Ares, vice-Campione spagnolo 2015.

“I ragazzi del team sono rimasti soddisfatti e ottimisti per il futuro, dato che abbiamo avuto un buon passo gara. Tutto sembra molto promettente per le prossime gare dell’anno, abbiamo imparato tante cose della Ford Fiesta R5 ed è stato un onore battersi con piloti fortissimi come quelli dell’ERC, nonché con una stella del mondiale quale è Mads Østberg”.

Ares ora parteciperà al Rallye Villa de Adeje, gara del campionato spagnolo, prima di decidere cosa fare nel resto della stagione in base al budget.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ERC
Evento Rally Islas Canarias El Corte Inglés
Piloti Iván Ares
Articolo di tipo Intervista