Alexey Lukyanuk è impeccabile, il Rally Islas Canarias è suo

Il russo stavolta non sbaglia e lascia solo briciole a Kajetanowicz e Magalhães, con lui sul podio. Ares e Monzón in Top5, López vince in ERC Junior U28 e Ingram in U27, dominio assoluto per la Falcón fra le donne ed Érdi Jr. in ERC2.

Alexey Lukyanuk è impeccabile, il Rally Islas Canarias è suo

Questa volta Alexey Lukyanuk non ha sbagliato una virgola e si porta a casa meritatamente il Rally Islas Canarias, secondo round dell'ERC 2017.

Il pilota della Russian Performance Motorsport, affiancato da Alexey Arnautov, anche nella prima gara alle Azzorre aveva dimostrato di incappare troppo facilmente in errori piccoli dalle conseguenze disastrose. Stavolta invece tutto è filato liscio e con 10 vittorie su 12 PS la sua Ford Fiesta R5 può transitare sulla rampa del vincitore fra gli applausi.

Sul secondo gradino del podio troviamo Kajetan Kajetanowicz, capace di tenersi dietro nel finale un Bruno Magalhães davvero in grande forma. Il polacco del LOTOS Rally Team non è stato brillante come al solito con la sua Ford Fiesta R5, ma è riuscito ad avere la meglio sulla ŠKODA Fabia R5 del portoghese per 6"4, beccandosene però 57"2 da Lukyanuk, che gli ha lasciato solo briciole.

Ai piedi del podio con poco margine abbiamo Iván Ares, autore di una bella gara con la Hyundai i20 R5 preparata dalla Yacar Racing, mentre l'idolo locale Luis Monzón, grande protagonista delle passate edizioni di questo evento, agguanta in extremis la Top5 con la Ford Fiesta R5 della Auto-Laca Competición.

Conclude sesto José Maria "Pepe" López, che al volante della Peugeot 208 T16 ufficiale va a prendersi meritatamente la vittoria in Classe ERC Junior U28.

Cristian Garcia (RMC Motorsport, Fiesta R5) ottiene invece il settimo posto, mentre è gioia sul volto di Sylvain Michel, ottavo e secondo alla sua prima gara nell'ERC con la sua ŠKODA Fabia R5; per il francese c'è anche il secondo posto in ERC Junior U28, ma la penalità di 10" per partenza anticipata nella PS10 brucia parecchio perché, se non fosse arrivata, avrebbe addirittura vinto per un solo decimo!

Non era probabilmente la gara che sognava quella condotta da Bryan Bouffier, che in nona posizione finale può comunque dire di aver iniziato a prendere le misure alla Ford Fiesta R5 messagli a disposizione dal Gemini Clinic Rally Team con cui dalle prossime uscite può tornare protagonista come visto in passato.

A punti va anche Marijan Griebel, la cui ŠKODA Fabia R5 è presente anche sul podio dei giovani U28.

In ERC Junior U27 ed ERC3 è stato un altro trionfo per le Opel Adam R2 ufficiali: questa volta Chris Ingram ha avuto la meglio di Jari Huttunen senza approfittare di errori commessi dal compagno di squadra come avvenuto alle Azzorre, mentre Karel Kupec (Botka-Tlustak Racing, Peugeot 208 R2) e Roberto Blach (Esc. La Coruña, Peugeot 208 R2) salgono sul terzo gradino del podio dei giovani e dell'ERC3 rispettivamente.

Nell'ERC Ladies' Trophy non c'è stata storia, con Emma Falcón (Citroën DS3 R3T - RMC Motorsport) a condurre fin dalle prime battute una gara a senso unico, senza che Tamara Molinaro (Opel Adam R2) e Catie Munnings (Saintéloc Junior Team, Peugeot 208 R2) potessero impensierire la spagnola.

Infine l'ungherese Tibor Érdi Jr. ha dominato la categoria ERC2 con la sua nuova Mitsubishi Lancer Evo X, imponendo il suo ritmo nella prima tappa e gestendo nella seconda l'enorme vantaggio accumulato sulle Lancer di Sergei Remennik (Russian Performance Motorsport) e Gilbert Bannout. Luís Pimentel chiude quarto, ma con il neo del ritiro nella prima tappa.

condivisioni
commenti
Canarie, PS10-11: Lukyanuk ad un passo dal trionfo, lotta per il secondo posto
Articolo precedente

Canarie, PS10-11: Lukyanuk ad un passo dal trionfo, lotta per il secondo posto

Prossimo Articolo

Scontro in un test: Lukyanuk è grave, c'è un morto

Scontro in un test: Lukyanuk è grave, c'è un morto
Carica commenti