Acropoli, PS2: clamorosa vittoria per 44"5 di Lukyanuk!

condivisioni
commenti
Acropoli, PS2: clamorosa vittoria per 44
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
01 giu 2018, 17:16

Il russo è un fulmine e rifila un distacco pesantissimo a Brynildsen e Nordgren. Risalgono Magalhães, Tsouloftas e Protasov, fuori Habaj. Érdi Jr primo in ERC2 dove Melegari è quarto, bene Muradian in ERC3 e la Falcón nel Ladies' Trophy.

Alexey Lukyanuk doveva riscattarsi dopo la foratura in cui era incappato nella PS1 dell'Acropolis Rally e lo ha fatto nel più clamoroso dei modi. Al termine dei 30,53km della PS2 "Thiva", la Ford Fiesta R5 condotta dal leader del FIA European Rally Championship è giunta al traguardo con la bellezza di 44"5 di margine sul primo degli inseguitori, fra i quali solo in sei sono riusciti a restare sotto il minuto di ritardo.

Una prestazione a dir poco clamorosa per il pilota della Russian Performance Motorsport, affiancato da Alexey Arnautov, che ora si ritrova primo (se non primissimo) con 33"5 di vantaggio sulla Ford Fiesta R5 di Eyvind Brynildsen, secondo in prova davanti alla ŠKODA Fabia R5 della Wevers Sport condotta dalla stellina del WRC2 Juuso Nordgren, che è sul podio assoluto con 38"4 di distacco dal leader.

Risale anche Bruno Magalhães al volante della ŠKODA Fabia R5 griffata ARC Sport, con il portoghese che ha rischiato un paio di volte di finire fuori, ma che si piazza quarto a 2"1 dal podio e davanti alla Citroën DS3 R5 del cipriota Alexandros Tsouloftas, il quale ha dovuto fare i conti con alcune noie al cambio.

Rimonta fino al sesto posto l'ucraino Yuriy Protasov, che con la propria ŠKODA Fabia R5 è in scia a Tsouloftas e precede per una manciata di secondi quella di Norbert Herczig (MOL Racing Team). Vicino alla vettura ceca dell'ungherese troviamo anche quelle condotte da Grzegorz Grzyb (Rufa Sport), Hubert Ptasezk (TRT Krezus Rally Team) e Simos Galatariotis, tutti a completare la Top10 assoluta. Ritirato per incidente Łukasz Habaj (RallyTechnology, Ford Fiesta R5), mentre scivola all'undicesimo posto (a 30" circa dalla zona punti) Orhan Avcioğlu con la ŠKODA Fabia R5 della Toksport WRT.

In Classe ERC2 il nostro Zelindo Melegari si ritrova quarto al volante della sua nuova Mitsubishi Lancer EVO X, dopo che l'ungherese Tibor Érdi Jr. ha portato la sua al comando con un tempone, seguito da quelle di Juan Carlos Alonso e Sergei Remennik (Russian Performance Motorsport). La Top5 di categoria viene completata da Petros Panteli (Mitsubishi - Q8 Oils Rally Team), fuori invece Vassilis Drymoussis (Subaru Impreza STI).

In ERC3 balza davanti a tutti Artur Muradian, nonostante il pilota della TBRacing sia giunto al traguardo senza il paraurti anteriore della propria Peugeot 208 R2 inseguito ad un errore. Chrysostomos Karellis con la sua Citroën DS3 R3T occupa la seconda piazza a 10"3 dal russo, mentre Amittrajit Ghosh, che debutta con la Ford Fiesta R2 della Baltic Motorsport Promotion, è terzo a 23". Dietro all'indiano c'è la Citroën DS3 R3T di Emma Falcón, prima nell'ERC Ladies' Trophy.

Domani sono previste altre 6 PS, ovvero tre ostici percorsi sterrati ripetuti due volte fra mattino e pomeriggio.

ERC - Acropoli: PS2

Prossimo Articolo
Acropoli, PS1: Herczig galoppa all'ippodromo, Lukyanuk fora

Articolo precedente

Acropoli, PS1: Herczig galoppa all'ippodromo, Lukyanuk fora

Prossimo Articolo

Acropoli, PS3: Lukyanuk riparte alla grande, fora Nordgren

Acropoli, PS3: Lukyanuk riparte alla grande, fora Nordgren
Carica commenti

Su questo articolo

Serie ERC
Evento Rally dell'Acropoli
Piloti Alexey Lukyanuk
Team Russian Performance Motorsport
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Prova speciale