Beta rinforza il suo impegno nel Mondiale Enduro

Beta rinforza il suo impegno nel Mondiale Enduro

Schiererà ben cinque moto, seguite direttamente dalla Casa

Il 2011 introduce cambiamenti importanti nella politica di Beta per quanto riguarda l’impegno sui campi di gara. Enduro seguito direttamente dal marchio e Trial che punta a mettere in luce i giovani e talentuosi piloti Maggior impegno nell’enduro, con nuovi piloti capaci di competere a livello agonistico e un team guidato dal bravo Fabrizio Dini, seguito direttamente dalla Casa (Jarno Boano rimarrà legato a Beta su altri progetti). Del Team Enduro faranno parte tre piloti italiani e due stranieri. Oscar Balletti a fare da “punta”, coadiuvato dall’ottimo Fabio Mossini e dallo stesso Fabrizio Dini che aggiungerà la sua grande esperienza. A correre in sella alle Beta RR saranno anche lo svedese Johan Carlsson, proveniente dal cross e lo statunitense Cody Webb (nella foto), vittorioso trialista ed esperto di gare estreme. In Beta il grande Dougie Lampking ha già dimostrato che si può passare da una specialità all’altra restando sempre ad altissimi livelli: Webb sembrerebbe avere la stoffa, le motivazioni e il passo giusto per fare altrettanto bene. A Donato Miglio il compito di guidare la squadra che porterà i colori Beta nel Campionato del Mondo Trial. In questo caso la scelta dell’azienda è stata quella di lavorare esclusivamente sui giovani. Il Team si compone di tre piloti che insieme fanno 73 anni: l’italiano Daniele Maurino, il francese Benoit Dagnicourt e l’inglese James Dabill. Quest’ultimo nel 2010 ha vinto il Campionato Trial UK ed è arrivato 6° nel Campionato del Mondo. Nonostante le giovani età, quanto a medagliere si difendono bene anche i suoi compagni di team. Sempre sul fronte Trial, Beta ci fa sapere che non è da escludere la possibilità, prima di inizio campionato, che il trio possa diventare un quartetto.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Enduro
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag milano