Svelata ad Assen la nuova LMP3 "universitaria" a idrogeno

condivisioni
commenti
Svelata ad Assen la nuova LMP3
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Rédacteur en Chef/Redaktionsleiter/Direttore Switzerland
16 set 2016, 16:48

Alla presenza dell’ex pilota di F.1 Jan Lammers, i bravissimi studenti della Delft University of Technology hanno mostrato in forma statica la Forze VII capace di 200 kW di potenza e 210 km orari di velocità...

L'ex pilota di F.1 Jan Lammers è l'ambasciatore della TU Delft
Il team manager Rick Everaert e il collaudatore Leo van der Eijk
Foto di gruppo degli studenti dell'università TU Delft
I dettagli dell'elettronica della Forze VII
Presentazione della Forze VII ad Assen
Presentazione della Forze VII ad Assen
L'abitacolo della Forze VII durante la presentazione
La presentazione della Forze VII ad Assen
Presentazione della Forze VII ad Assen

Al termine di mesi di duro lavoro trascorsi dall’annuncio ufficiale del progetto nella primavera scorsa a oggi, si è mostrata finalmente al pubblico la nuova macchina da corsa a celle di combustibile a idrogeno figlia dell’inesauribile inventiva di un gruppo di studenti della Delft University of Technology.

La vettura, un’inedita barchetta, è basata su un telaio LMP3 e correrà contro auto alimentate a combustibili convenzionali nelle competizioni del futuro: l’occasione della rimozione dei veli ha coinciso con i Gamma Racing Day sul TT Circuit di Assen il 7 agosto.

La nuova macchina, siglata Forze VII in un’ottica di continuità con i precedenti lavori dei ragazzi dell’ateneo specialistico dei Paesi Bassi, è basata su una monoscocca rispondente alla più minuta regolamentazione degli Sport Prototipi FIA

L'energia per muovere il veicolo sarà generata da una cella a combustibile di idrogeno, capace di una potenza di 100 kWh. I motori elettrici potranno generare agevolmente una potenza massima di 200 kiloWatt.

La Forze VII potrà raggiungere una velocità massima di circa 210 chilometri l’ora e accelerare da zero a 100 km/h a ferma in meno di quattro secondi.

Quello sul tracciato nella provincia del Drenthe è stato un momento storico per i bravissimi 65 studenti olandesi, che hanno lavorato in maniera incredibilmente dura per completare in tempo questa singolare vettura.

L’ex pilota di Formula 1 Jan Lammers è stato il primo a fare il sedile dell'auto, subito dopo l'inaugurazione del progetto. Il driver dei Paesi Bassi, forte di una grande esperienza, è stato ovviamente impressionato dai progressi realizzati dai giovanni del progetto Forze Delft.

"Il livello di complessità della macchina è enorme, ma la sfida non ci ha spaventato. Ci siamo concentrati nel realizzare un'auto da corsa incredibilmente avanzata, ma allo stesso tempo il più possibile affidabile e resistente", ha raccontato con orgoglio il team manager Rick Everaert.

E lo stato di avanzamento del progetto? I test sono attualmente in corso e i risultati promettenti. È estremamente importante che la Forze VII possa percorrere lunghe distanze in modo sicuro e soddisfare tutti i più rigorosi requisiti di sicurezza del motorsport, prima di inseguire un record. In ogni caso, tutto fa pensare che non ci voglia davvero molto prima che la Forze VII affronti l'asfalto. 

 

Prossimo articolo Endurance